Foggia fa festa, i “satanelli” tornano in Serie B dopo 19 anni

di Enrico Cantone Commenta

19 anni dopo, il Foggia festeggia la promozione in Serie B. L’undici di Stroppa ha coronato un campionato straordinario (e un girone di ritorno ai limiti della perfezione) col pareggio di ieri ottenuto a Fondi, una delle due condizioni affinché venisse festeggiata la matematica vittoria del campionato con due giornate ancora da disputare.

foggia

Il Gruppo C di Lega Pro alla fine ha riservato l’epilogo più logico: onore al Lecce (che ieri ha ceduto definitivamente perdendo tra le mura amiche contro il Messina e dovrà quindi passare attraverso l’inferno dei playoff per guadagnarsi il salto di categoria), ma i rossoneri hanno dimostrato di avere una continuità spaventosa. Ieri il 2-2 nel Lazio ha interrotto una striscia di 10 vittorie consecutive (l’undicesima sarebbe stata un record), senza contare che le due reti dei padroni di casa sono arrivate solo nel finale quando la promozione era ormai cosa fatta. Il vantaggio sulla seconda è ora di nove punti (81-72). Non poteva mancare, nell’occasione, il sigillo di bomber Mazzeo, capocannoniere del Gruppo C con 19 gol all’attivo.

La città di Foggia, inutile dirlo, aspettava con ansia questo momento. Dopo i fasti di Zemanlandia nella prima metà degli anni ’90 è iniziato un lungo declino che ha tolto la città dal calcio che conta per diversi anni. Nelle precedenti due stagioni, poi, il sogno è stato vicinissimo a diventare realtà: ma le sconfitte nelle finali playoff contro Avellino (2015) e Pisa (2016) avevano fatto pensare a una sorta di maledizione. Sfatata in un magico pomeriggio di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>