Playoff, andata ottavi: nessuna vittoria in trasferta, le big soffrono

di Enrico Cantone Commenta

E’ stata una due giorni davvero intensa quella dedicata all’andata degli ottavi di finale di Lega Pro. Sono entrate in scena anche le tre seconde classificate, oltre al Matera finalista di Coppa Italia di categoria. Come da regolamento, le squadre meglio piazzate in regular season hanno giocato l’andata in trasferta: il bilancio è stato davvero sorprendente, con quattro vittorie interne (quindi delle sfavorite teoriche) e quattro pareggi.

parma-piacenza

La sconfitta più cocente è quella del Matera: gli uomini di Auteri sono stati sconfitti a Cosenza, 2-1, contro una delle squadre più in forma del momento e che gioca un calcio davvero godibile. Hanno invece rimediato un pareggio le tre seconde classificate: l’Alessandria, reduce dal drammatico epilogo di regular season, non ha saputo capitalizzare il vantaggio in apertura ottenuto a Caserta (clamoroso l’errore di Celjak che ha praticamente regalato il gol del pari ai campani) e ha portato a casa un 1-1, stesso risultato per il Lecce contro la Sambenedettese. Il Parma, dal suo canto, non è andato oltre lo 0-0 nell’attesissimo derby col Piacenza.

Cade anche la Juve Stabia (fino a tre quarti della stagione le “vespe” erano in lizza per la promozione diretta, poi il crollo verticale) a Reggio Emilia (2-1 per la Reggiana), così come Pordenone e Albonoleffe in casa di Giana Erminio (2-1) e Lucchese (1-0). Pareggio a reti bianche tra Virtus Francavilla e Livorno, i toscani potranno sfruttare il fattore campo nel ritorno previsto in settimana.

Andata ottavi di finale playoff LegaPro, i risultati:

Giana Erminio-Pordenone 2-1
Reggiana-Juve Stabia 2-1
Virtus Francavilla-Livorno 0-0
Lucchese-Albinoleffe 1-0
Casertana-Alessandria 1–1
Sambenedettese-Lecce 1-1
Cosenza-Matera 2-1
Piacenza-Parma 0-0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>