Coppa Italia Lega Pro: le decisioni del giudice sportivo

Dopo la seconda giornata di Coppa Italia Lega Pro ecco le decisioni del giudice sportivo:

  • CALCIATORI ESPULSI – Squalifica per due gare effettive
  • PUCCIO GABRIELE (PAVIA) per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo.
  • PROFETA LUCA (PERGOCREMA 1932) per comportamento offensivo verso l’arbitro.
  • Squalifica per una gara effettiva:
  • MINELLI MAURO (CREMONESE) per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco.
  • Squalifica per una gara effettiva per doppia ammonizione:
  • BOSCARO ANDREA (MONZA BRIANZA 1912) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
  • SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (II INFR):
  • FAVALLI ALESSANDRO (CREMONESE)
  • PESTRIN MANOLO (CREMONESE)

Coppa Italia Lega Pro: la seconda giornata

Ieri diverse squadre di Prima Divisione impegnate nella  seconda giornata di Coppa Italia di Lega Pro. Ecco i risultati di tutte le partite:

  • GIRONE A:
  • Cuneo –  Savona 2-2
  • Pavia  –  Valenzana 2-3
  • Ha riposato: Casale
  • Classifica  : Cuneo 4 punti; Pavia e Valenzana 3 punti; Savona* 1 punto; Casale* 0 (*una partita in meno)
  • GIRONE B:
  • Monza – Montichiari 2-2
  • Renate – Pergocrema 3-0
  • Ha riposato: Pro Vercelli
  • Classifica aggiornata: Renate 6 punti; Pro Vercelli* 3 punti; Montichiari e Monza* 1 punto; Pergocrema 0 (*una partita in meno)
  • GIRONE C:
  • Lecco – AltoAdige 0-0
  • Sambonifacese – Cremonese 2-1
  • Ha riposato: Mantova
  • Classifica aggiornata: Cremonese e Sambonifacese* 3 punti; SudTirol 2; Mantova* e Lecco 1 punto (*una partita in meno)
  • GIRONE D:
  • Rimini – Giacomense 3-0
  • Treviso – Bassano  1-1
  • Ha riposato: Spal
  • Classifica aggiornata: Rimini 4 punti; Bassano e Treviso 2; Spal* 1 punto; Giacomense* 0 (*una partita in meno)
  • GIRONE E:
  • Gavorrano – Entella 3-0
  • Poggibonsi -Borgo a Buggiano 0-0
  • Ha riposato: Viareggio
  • Classifica aggiornata : Gavorrano 4 punti; Poggibonsi 2; Viareggio*, Borgo a Buggiano* e Virtus Entella 1 punto (*una partita in meno)
  • GIRONE F:
  • Perugia – Fano  1-0
  • Santarcangelo – San Marino 0-1
  • Ha riposato: Bellaria
  • Classifica aggiornata: Perugia 6 punti; Bellaria* e San Marino 3; Fano e Santarcangelo* 0 (*una partita in meno)
  •  GIRONE G:
  • Celano – Giulianova 0-2
  • Chieti  –  Ternana 0-2
  • Ha riposato: Foligno
  • Classifica aggiornata: Ternana 6 punti; Giulianova 4; Foligno* 1 punto; Celano e Chieti* 0 (*una partita in meno)

La Triestina espugna Pescara dopo 9 rigori

PESCARA – TRIESTINA 11-12 (dcr)

  • Pescara: Pinsoglio, Zanon, Romagnoli, Capuano, Petterini (53’ Balzano), Nicco (53’ Verratti), Cascione, Togni, Sansovini, Maniero (70’ Giacomelli), Insigne. All. Zeman. A disp. Anania, Soddimo, Bocchetti, Lulli.
  • Triestina: Viotti, D’Ambrosio, Izzo, Pezzi, Cecchini, Bariti, Gissi (86’De Vena), Princivalli, Cisotti (65’ Miani), Pani, (57’ Villanovich) Godeas. All. Pavanel. A disp. Durandi, Danso, Mannini,Lionetti
  • Arbitro: Sig. Nasca di Bari (Posado di Bari e Stallone di Foggia – IV Uomo: Albertini di Ascoli Piceno).

Reti: 30’ Princivalli (T) su rig., 78’ Godeas (T), 82’ e 92’ Insigne (P)

  • Note: Ammoniti: Pezzi , Izzo, Viotti, Miani (T), Togni, Insigne (P); Sansovini (P) al 15’pt sbaglia un calcio di rigore.
    Spettatori 6150 per un incasso totale, escluso di prevendita, di 18488 euro. La sequenza dei rigori: Bariti, Sansovini, Godeas, Zanon, Princivalli, Verratti, De Vena, Insigne, Pezzi, Cascione, Viotti , Romagnoli, D’Ambrosio, Giacomelli,
    Villanovich (sbagliato), Capuano (sbagliato), Miani, Balzano, Cecchini, Pinsoglio, Bariti, Sansovini (sbagliato).

PESCARA – Finisce l’avventura in Tim Cup per il Pescara che esce al secondo turno contro la Triestina dopo un’estenuante serie di rigori. Non consigliata la visione ai deboli di cuore, la gara è stata un susseguirsi d’emozioni, dal rigore al 15′ procurato da Petterini e poi non concretizzato da Sansovini, a quello per la Triestina dove, invece Princivalli non sbaglia, passando per assist, palloni fuori di misura e splendide giocate fino ad arrivare a una manciata di minuti prima della fine del primo tempo con il palo di Zanon per il suo tiro-cross.

Nella ripresa il Pescara costruisce tantissimo, ma sembra imprecisa sotto porta. Al 50′ Maniero che arriva nell’area piccola, sbilanciato, aggancia la palla che però finisce sopra la traversa. Due minuti più tardi Lorenzo Insigne – che già è stato ribattezzato in riva all’Adriatico il nuovo Lavezzi – regala una perla a Cascione, ma la sua conclusione è troppo debole. I biancazzurri cercano in tutti i modi di riprendere il risultato: al 65’ Maniero tenta un lob da distanza ravvicinata su
Viotti, infilato da Sansovini, ma il suo tentativo è impreciso. Al 78′ il gol che non ti aspetti: Godeas sugli sviluppi di un calcio d’angolo supera Pinsoglio e la panchina alabardata esplode di gioia. I biancazzurri non demordono e nonostante
sembri ormai sfumata la qualificazione, Sansovini e compagni continuano a macinare gioco. A otto minuti dal termine del tempo regolamentare, Giacomelli smarca con uno splendido assist Insigne che non ci pensa due volte a mettere la
palla in rete; e dieci minuti più tardi (l’arbitro Nasca ha concesso 5′ di recupero) un sinistro preciso di Lorenzo porta il Pescara ai supplementari. Supplementari resi vani dal caldo e dalla stanchezza fino ad arrivare ai calci di rigore. Dopo la lunga serie è la Triestina ad avere la meglio. Il Pescara esce tra gli applausi e tra l’entusiasmo del meraviglioso pubblico che ha riempito lo stadio Adriatico.

Il Taranto sconfitto ad Ascoli

ASCOLI – TARANTO    3-1

ASCOLI (4-1-4-1): Guarna; Gazzola (26’ pt Pasqualini), Faisca, Peccarisi, Ciofani; Pederzoli; Papa Waigo (25’ st Beretta), Di Donato, Parfait, Sbaffo; Romeo (6’ pts Marchionni). A disp.:
Maurantonio, Capece, Gragnoli, Scognamillo. All.: Castori
TARANTO (3-4-3): Bremec; Cutrupi, Colombini, Prosperi; Garufo, Giorgino (27’ st Pensalfini), Sciaudone, Sabatino; Chiaretti, Russo (39’ st Rantier), Girardi (16’ st De Gasperi). A disp.: Faraon, Di Bari, Antonazzo, Karvonen. All.: Dionigi
ARBITRO: Sig. Di Paolo
ASSISTENTI: Sigg. Bagnoli – Di Francesco
IV° UOMO: Sig. Vallorani
RETI: 1’ pt Sbaffo (A), 6’ Prosperi (T), 9’ sts Beretta (A), 11’ sts Beretta (A)
NOTE: ammoniti Sbaffo (A), Prosperi (T), Giorgino (T), Parfait (A). Spettatori 1.974 per un incasso di 14.297,00 € Rec. 1’ pt, 2’ st.

Il Taranto di Dionigi, nonostante la sconfitta per 3-1 sul campo dell’Ascoli, dimostra di avere una squadra ambiziosa e di livello, pronta per un campionato da vertice in Prima Divisione. I pugliesi, infatti, costringono la squadra di Castori ai supplementari, dove una doppietta di Beretta consegna la vittoria e il passaggio del turno ai bianconeri. Per il Taranto un’eliminazione che non fa male e che fa ben sperare in vista dell’inizio del campionato.

Incredibile Avellino, vittoria anche a Varese

VARESE – AVELLINO     0-1

Dopo aver superato a domicilio il Portogruaro nel primo turno la settimana scorsa, l’Avellino si ripete, questa volta a Varese, e accede al terzo turno di Coppa Italia: affronterà il Bari. A decidere la sfida in terra lombarda è stato l’ex di turno Correa, su calcio di punizione deviato dalla barriera. Il Varese ha fallito un calcio di rigore nel primo tempo e nel finale ha colpito anche una  traversa.

  •  Il tabellino dell’incontro:
  • Varese (4-3-2-1): Moreau, Cacciatore, Figliomeni, Terlizzi (20’st Troest), Camisa, Corti, Kurtic, Nadarevic, Neto Pereira, Filipe (1’st Zecchin), Eusepi (1’st Cellini). A. disp: Milan, Pucino, Cazzola, Damonte. All. Carbone.
    Avellino (4-4-2): Fumagalli; Calvarese, Porcaro, Cardinale, De Gol; Millesi, Correa (40’st Citro), D’Angelo, Herrera (48’st Maiorano); De Angelis, Lasagna (29’st Labriola). A disp:
    Pettinari, Stigliano, Ricci, Ercolano. All. Vullo.
  • Arbitro: Massa di Imperia

Guardalinee: Vivenzi e Crispo

Quarto uomo: Brasi di Seregno

Marcatore: 11’pt Correa

Non basta Guzman, Piacenza travolto ad Empoli

EMPOLI – PIACENZA  4-1

  • RETI: 23′ Guzman; 31′ Tavano; 54′ Coralli; 57′ Tavano; 60′ Tonelli

    EMPOLI: Dossena; Buscè; Tonelli; Stovini; Regini; Moro (61′ Signorelli); Valdifiori; Saponara (60′ Lazzari); Dumitru (72′ Cesaretti); Tavano; Coralli.  A disp: Furlan; Vinci; Marzoratti; Musacci; Cesaretti.

PIACENZA: Maggio; Avogadri; Visconti; Giorgi; Calderoni; Bianchi; Silva; Cambielli; Guzman (68′ Marchi); Lussardi (61′ Lisi); Guerra.  A Disp: Tinelli; Alberici; Baraldo; Marchi; Dragoni; Ferrante.
ARBITRO: Sig. Mariani di Aprilia – Cucchiarini/Costanzo: IV : Fabbrini
AMMONITI : 19′ Calderoni (P); 43′ Tonelli (E); 51′ Moro (E); 66′ Stovini (E)
Missione compiuta: l´Empoli cala il poker (dopo il gol del Piacenza che ha sbloccato il risultato) e passa il turno: affronterà fra una settimana la Sampdoria (che ha battuto l´Alessandria) al Castellani. Ancora un’ottima prestazione per Ciccio Tavano, che con la maglia dell’Empoli sulle spalle dimostra di essere quel talento che tutti abbiamo imparato a conoscere.

Risultati e marcatori del secondo turno di Coppa Italia Tim

E’ stata una vigilia di Ferragosto di grande calcio per le formazioni di Prima Divisione impegnate per il secondo turno di Coppa Italia. Quasi tutto secondo copione, con le formazioni di Serie B che hanno passato il turno, qualcuna con fatica (vedi Bari, Sampdoria, Grosseto), altre in scioltezza (Ascoli, Empoli). Le unica sorprese sono arrivate da Varese, dove l’incredibile Avellino di Vullo si è imposto per 1-0 e da Pescara, dove la Triestina è passata ai calci di rigore.

Questi i risultati del secondo turno e gli accoppiamenti:

  • Pescara-Triestina 11-12 (dcr)

Reti: 31′ rig. Princivalli
(T), 82′ Godeas (T), 87′ e 93′ Insigne (P)

Prossimo turno: Novara – Triestina

 

  •  Ascoli-Taranto 3-1 (dts)

Reti: 2′ Sbaffo (A), 8′ Prosperi (T), 112′ e 115′ Beretta (A)

Prossimo turno: Cesena – Ascoli

  • Varese-Avellino 0-1

Rete: 11′ Correa (A)

Prossimo turno: Bari – Avellino

  • Padova-Carpi 4-2

Reti: 15′ Legati (P), 26′ Lazarevic (P), 29′ Memushaj (C), 28′ e 85′ Cutolo (P), 49′ Concas (C)

Prossimo turno: Padova – Bologna

  • Empoli-Piacenza 4-1

Reti: 24′ Guzman (P), 32′ e 58’ Tavano (E), 54′ Coralli (E), 60′ Tonelli

Prossimo turno: Sampdoria – Empoli

Frosinone sconfitto sonoramente a Modena

MODENA – FROSINONE                  4-0

Finisce a Modena l’avventura del Frosinone nella TIM Cup 2011/2012. Gli uomini di mister Sabatini devono arrendersi ai padroni di casa che per quasi tutta la gara giocano in superiorità numerica per l’espulsione di Rossini al 6’. Protagonista della giornata Giuseppe Greco che con una tripletta nella prima mezzora non lascia scampo al Frosinone.
Andiamo in cronaca. Al 6’ lancio di Di Gennaro per Greco che entra in area e viene atterrato da Rossini. Il portiere canarino viene espulso e il signor Tommasi assegna il rigore. Calderini deve lasciare il campo per Vaccarecci che nulla può all’8’ sul calcio di rigore di Greco. Al 15’ buona occasione per Fabinho ma è bravo Beati a bloccare la conclusione. Il raddoppio arriva però al 18’quando Di Gennaro si rende protagonista di un’importante giocata e serve a Greco il pallone del 2-0. Con l’uomo in più il Modena riesce ad imporre con facilità il proprio gioco e al 32’ ancora Greco con un colpo di testa, su assist ancora di Di Gennaro,
mette a segno il terzo gol. I padroni di casa continuano a spingere e al 35’ trovano il gol con Turati sugli sviluppi di un corner. Il primo tempo prosegue con il Modena che controlla la gara e con un Frosinone che prova ad avanzare il proprio raggio d’azione.

La ripresa non offre particolare emozioni: il Frosinone manda in campo Amelio e La Mantia per Miramontes e Tavares mentre il Modena continua a controllare mandando in campo Spezzani, Carraro, e De Vitis per Petre, Di Gennaro e Dalla
Bona. S’interrompe a Modena la TIM Cup per il Frosinone, mentre la squadra di Bergodi affronterà nel terzo turno la Reggina.

Coppa Italia, i risultati del secondo turno

Nella giornata di sabato si sono giocate le prime gare del secondo turno di Coppa Italia Tim, al quale hanno partecipato anche diverse formazioni di Prima Divisione. Tutte le squadre sono state eliminate. Ha ben figurato il Pisa, uscito sconfitta da Cittadella soltanto al 108’ minuto di un match molto equilibrato, in cui il Pisa ha tenuto in mano la partita almeno per tutto il primo tempo. Brutta sconfitta del Frosinone (4-0 a Modena), mentre la Carrarese non ha sfigurato al “Granillo”
contro la Reggina di Breda. Saluta la Coppa Italia Tim anche il Siracusa di Sottil, sconfitto a Livorno dalla doppietta di un super Paulinho, ex giocatore del Sorrento di Simonelli. Bene anche il Torino, che supera per 1-0 il Lumezzane.

Questi nel dettaglio i risultati e i marcatori del secondo turno di Coppa Italia (gare giocate sabato):

  • Cittadella – Pisa 3-2 (dts)
    21′ Carparelli (P), 33′ aut. Raimondi (P), 41′ Tremolada (P), 59′ Schiavon (C), 108′ Martinelli (C)
    Prossimo turno: Fiorentina-Cittadella
  • Modena – Frosinone                       4-0
    8′ (rig.), 18’, 33’ Greco (M), 35′ Turati (M)
    Prossimo turno: Modena-Reggina
  • Reggina – Carrarese 1-0
    18′ Missiroli su rig. (R)
    Prossimo turno: Modena-Reggina

    Torino – Lumezzane 1-0
    64′ Antenucci (T)
    Prossimo turno: Siena-Torino

    Livorno – Siracusa 3-1
    14′ Longoni (S), 36′ e 49′ Paulinho (L), 74′ Dionisi (L)
    Prossimo turno: Chievo Verona – Livorno

Livorno-Siracusa, per la Coppa e per la storia

Dopo il passaggio del primo turno di Coppa Italia, adesso il Siracusa si troverà di fronte una squadra di primissimo livello, il Livorno di Walter Novellino, per una sfida in programma nel pomeriggio. Livorno e Siracusa, in campo per la seconda gara di Tim Cup, si sfideranno anche per la storia. Eh sì, perché tra il 1949 ed il 1981 amaranto e azzurri si sono confrontati per ben 9 volte. I confronti risalgono tutte a gare di campionato e riguardano sia la serie B sia la serie C.

Gli scontri in serie cadetta sono inerenti alle stagioni 1949/50 – 1950/51 – 1951/52 ed in tutte e tre i campionati il Siracusa s’impose dentro casa (4-1; 2-1;1-0) ma perse fuori casa. Il passivo più pesante, in serie B, fu nella stagione 1949/50 quando gli azzurri persero per 4-0. Diverso ma non di molto il discorso in serie C. In 6 scontri il Siracusa ha sempre ben figurato tra le mura amiche del “De Simone” (4 vittorie e 2 pareggi). Al “Picchi” una sola vittoria, per 1-0, nella
stagione 1957/58. Intanto, in occasione della sfida contro il Livorno, ha parlato Davide Moi, uno dei giocatori di maggiore spicco della formazione siciliana: “Contro il Teramo l’obiettivo era quello di passare il turno e ci siamo riusciti nonostante qualche difficoltà. Andremo a Livorno con la consapevolezza di affrontare una squadra di serie B ma comunque motivati e convinti delle nostre capacità”, ha detto Davide Moi.

“Andremo a giocare in uno stadio glorioso e contro una squadra di categoria superiore e questo da già uno stimolo in più. Andiamo a giocarcela – continua il difensore azzurro – e siamo ottimisti”.