Il Taranto in serie D, si riparte dai Dilettanti

Qualche mese fa si stava giocando un posto attraverso i play off per il raggiungimento di una serie B che sul campo – e senza tener conto delle penalizzazioni che ne hanno compromesso la stagione – il Taranto aveva meritato ampiamente totalizzando più punti della Ternana.

Il resto – spareggi persi e diatribe societarie – fa parte della triste storia recente di un club che dovrà ripartire dai Dilettanti.

Christian Sosa dal Taranto al Cittadella

Christian Sosa al Cittadella: l’ex calciatore del Taranto è uno degli innesti che va a rinforzare la rosa della società veneta, impegnata nel prossimo campionato di cadetteria. A renderlo noto è lo stesso club tramite comunicato.

Sosa è un difensore classe 1985 e, tra le esperienze recenti, annovera 59 gare col maglia del Taranto accumulate in tre stagioni. Nel 2009-2010 l’esperienza in serie B con il Gallipoli.

Calciomercato Taranto, Sciaudone va a Bari

E’ stato uno dei migliori giocatori della Lega Pro Prima Divisione nella sua stagione al Taranto, ora gli si spalancano i portoni della serie B: Daniele Sciaudone ha deciso di provare per la prima volta nella sua giovane carriera l’esperienza in cadetteria e ha accettato la proposta del Bari.

Il centrocampista dal fiuto per il gol, ha disputato in questa stagione 27 presenze con 3 reti. Ha firmato un contratto di 3 anni con il club pugliese.

Pergocrema e Taranto ripartono dai Dilettanti?

Hanno lottato nel corso della scorsa stagione per un grande obiettivo: il Taranto ha mancato in extremis la promozione in serie B, il Pergocrema ha mollato nel finale sulla scia di vicissitudini societarie che hanno tenuto banco per tutta l’ultima parte di Lega pro.

Entrambe paiono ora destinate a ripartire dalla Serie D: nè i lombardi nè i pugliesi hanno infatti adempiuto all’iscrizione nella maniera dovuta e pare che i fantasmi dei Diletanti siano più concreti con il passare delle ore

Calciomercato Taranto, Coly al Cittadella

Dopo il tecnico Davide Dionigi e il difensore Di Bari, un altro pezzo del Taranto lascia il club rossoblu nel corso della finestra iniziale del mercato estivo: si tratta di Mohamed Coly che si accasa in Serie B al Cittadella.

Il giocatore nella scorsa stagione è stato fermo per un lungo periodo a causa di un serio infortunio. Nato a Dakar 28 anni fa ha vissuto già diverse esperienze senza però approdare mai in serie A.

E’ passato infatti dalla Serie D con la maglia dell’Uso e Castellarano, alla C2  con il Palazzolo e il Rodengo Saiano, prima del Taranto nessuna apparizione in Serie B con il Varese, poi le due stagioni a Taranto con 31 presenze e 2 gol.

Calciomercato Taranto, alla Reggina Dionigi e Di Bari

Dopo una stagione che ha rischiato di incorniciare il campionato di Lega pro Prima Divisione del Taranto, che ha mancato la promozione in serie B dopo essere approdato ai play off, i pugliesi si trovano ora in una drammatica fase sportiva di smantellamento.

In attesa di capire quali saranno i destini prossimi della società – che rischierebbe di non prendere parte al campionato di Lega Pro – i pezzi pregiati del club continuano a lasciar la società: si parlava da tempo dell’accordo raggiunto tra Davide Dionigi e la Reggina e tale intesa è diventata ora ufficiale con l’allenatore che ha firmato un bbiennale e che porta con sé il difensore Vito Di Bari che lascia Taranto con 25 presenze e 2 gol.

 

Calciomercato Taranto Bremec al Grosseto

Deluso dalla mancata promozione in Serie B, il portiere spagnolo del Taranto Nicolas Suarez Bremec ha deciso di cambiare maglia salendo di categoria e ha firmato un contratto di due anni con il Grosseto, rinunciando così all’offerta della Reggina che gli aveva proposto un solo anno di accordo.

Il portiere classe 1977 ha militato già nella serie cadetta con le maglie di Arezzo (2005-2007) con 37 presenze e quindi con l’Ascoli con sole 7 apparizioni.

Lascia il Taranto dopo 3 stagioni con 85 presenze all’attivo.

Il commiato di Dionigi a Taranto “Ho dato il massimo”

Si dice con insistenza che tra Davide Dionigi e la Reggina vi sia un librio pronto a essere scritto e che la prima pagina del romanzo, quella in cui verrà formalizzata l’intesa tra il tecnico del Taranto e la società di Lillo Foti, potrebbe essere messa nero su bianco tra qualche giorno.

Pura formalità, insomma, e nell’attesa dell’annuncio ufficiale, Dionigi ha di fatto salutato l’esperienza in Puglia nel corso di Palazzo di Città, dove ha presenziato di fianco al sindaco Ippazio Stefano.

Toccanti ed eloquenti le frasi pronunciate dall’allenatore nella circostanza e riportate in mattinata da più di un organo di informazione legato al club tarantino.

D’Addario affida il Taranto a Stefàno, vendilo

La crisi economica del Taranto Calcio sollecita un intervento significativo del primo cittadino della città pugliese, Ippazio Stefàno, intervento per altro stimolato dall’attuale presidenza D’Addario.

La famiglia che gestisce la squadra sarebbe intenzionata a vendere (senza cedere il titolo sportivo) e avrebbe chiesto al sindaco di farsi portavoce – verso la classe imprenditoriale – di tale volontà al fine di individuare un acquirente. Le parole di D’Addario:

Il Giudice sportivo sanziona il Taranto, due mila euro per chiudere la stagione

Il mancato accesso alla finale play off di Lega Pro Prima Divisione A, in seguito all’eliminazione subita nel corso delle semifinali dalla Pro Vercelli, è quasi l’epilogo della stagione 2011-2012 del Taranto.

Quel quasi sta lì proprio perché il finale d’anno calcistico lo ha poi fornito la decisione del Giudice sportivo di punire il club pugliese con un’ammenda di due mila euro perchè propri sostenitori

Taranto, parla Prosperi: “Il calcio a volte è come una puttana”

Fabio Prosperi è il volto dell’amarezza e la sua immagine, alla fine di Taranto-Pro Vercelli, gara valevole per la semifinale di ritorno dei play off lega Pro di Prima Divisione A è conclusa con uno 0-0 che ha qualificato i piemontesi alla finalissima, rispecchia fedelmente quella dei compagni di squadra e di ciascun tifoso tarantino.

Allo Iacovone erano in ventimila, i sostenitori sono stati in grado di spingere i locali per tutti e 90 i minuti di gioco ma neppure la forza propulsiva dei supporters locali è bastata a rompere il muro ospite.

Il girono dopo c’è ovviamnete spazio per l’amarezza e il rimpianto, anche perché non va dimenticato che gli uomini di Davide Dionigi hanno saputo mettere in annale un campionato strepitoso: il Taranto è la squadra che sul campo ha fatto più punti, a stravolgere i destini dei rossoblu sono state le penalizzazioni inflitte dalla giustizia sportiva.

Il video di Taranto-Pro Vercelli 0-0

Taranto-Pro Vercelli 0-0
Andata: Pro Vercelli-Taranto 2-1
Qualificata alla finale play off della Prima Divisione A: PRO VERCELLI

Al Taranto è macato il gol e se è successo è stato anche per il gran merito dei piemontesi che hanno saputo difendere il vantaggio dell’andata e provare a gestire la gara chiudendo al meglio ogni spazio. Allo Iacovone – ventimila persone a sostenere i rossoblu – è stata gara piacevole e intensa con più di una occasione per i padroni di casa di portarsi in vantaggio e con le ripartenze in velocità tentate dalla Pro Vercelli per mettere al sicuro la qualificazione.

Match in cui le difese hanno fatto maglio degli attacchi, nota di merito al reparto offensivo ospite che ha saputo sacrificarsi al meglio e garantire un lavoro di copertura fondamentale.  A questo punto, la Pro Vercelli giocherà la finale per la promozione nella serie B di calcio.