Diretta live Portogruaro-Siracusa 16 gennaio 2012

di isayblog4 1

Posticipo Lega pro Prima Divisione B diciannovesima giornata.

  • Stadio Mecchia, Portogruaro

Portogruaro-Siracusa 0-1: 32′ st Longoni (S)

Quelli di Massimo Rastelli e Andrea Sottil sono due tra i volti emblematici della prima parte di stagionr della Lega Pro: nello specifico incarnano l’ottimo cammino fin qui messo in mostra dalle rispettive squadre – ovvero Portogruaro e Siracusa – impegnate nel campionato di Prima Divisione B, ma sono anche simbolo di come la nuova generazione di allenatori stia segnando pagine positive nel calcio italiano.

Che la diciannovesima giornata di campionato riservi a entrambi il proscenio serale e le telecamere della tv pare passaggio doveroso e al contempo gradito: perché se veneti e siciliani sono in lotta per traguardi ambiziosi, il merito è da ascrivere ai due tecnici che hanno saputo strutturare un’impronta di gioco riconoscibile ed efficace.

Vincono e convincono, le due rose, al punto da essere seconda (quella siracusana) e terza (l’altra del Portogruaro) in graduatoria in un girone che – tra i due della Prima Divisione – si preannuncia assai più equilibrato dell’A. Quello di stasera è di fatto big match della giornata appena consumata e che ha visto il Trapani non mancare l’appuntamento con la vittoria e con il sorpasso in vetta ai danni proprio dei cugini.

La statistica e due conti veloci portano a dire che, in caso di succeso esterno, il Siracusa riacciufferebbe il vertice mentre i padroni di casa scavalcerebbero proprio gli avversari e andrebbero a occupare – in solitaria – il secondo posto. Le giornate messe in archivio hanno indicato la forza e la compattezza delle due formazioni le quali godono di un  ottimo periodo di forma sebbene gli ospiti siano reduci dal pareggio casalingo di inizio 2012 contro il Latina.

Il Siracusa, infatti, non perde da nove turni e vanta la seconda miglior difesa del torneo: 16 reti subite, tante quante il Sud Tirol, due in più della retroguardia della Cremonese. I veneti, invece, non perdono da sei turni e sono reduci da una grande vittoria in trasferta contro il Pergocrema: nell’1-4 di settimana scorsa, grande mattatore è stato il vicecapocannoniere del torneo, Simone Corazza (che condivide la seconda piazza con una coppia di calciatori, là davanti c’è Denis Godeas della Triestina), che ha rifilato ai lombardi una tripletta.

Il tecnico dei siciliani, Sottil, deve fare a meno del centrocampista cardine, Davide Baiocco, che ha saputo essere fin qui anima e polmoni del club, ma che è stato fermato dal giudice sportivo. Il Siracusa, tuttavia, potrà sperimentare per la prima volta il valore del neo acquisto Massimo Coda il quale, salvo colpi di scena dell’ultima ora, dovrebbe debuttare dal 1′.

Consueto modulo con i due a fare da filtro tra centrocampo e difesa: il duo costuituito da Spinelli e Giordano potrebbe rappresentare la chiave di volta per arginare la resistenza di un Portogruaro in veste 4-4-2. Rastelli spera di rivedere la squadra che ha sbancato la provincia di Cremona e non può che fare affidamento sulle prestazioni di bomber Corazza.

Quello locale è il terzo miglior attacco del torneo (27 gol, tanti quanti la Carrarese) e davanti ha solo la maggiore prolificità del Trapani (35 reti all’attivo) e della Triestina (29).

Le probabili formazioni di Portogruaro-Siracusa

Portogruaro con i quattro in mediana: Lunati, Coppola, Liccardo, Cunico. In avanti De Sena e Corazza confermatissimi. Nel Siracusa Pepe, Mancosu e Montalto alle spalle dell’unica punta Massimo Coda.

  • 3′. Pepe e Coda i più mobili di questa prima fase con le due squadre in fase di studio
  • 6′. De Sena e Corazza dialogano tra loro ma la retroguardia ospite è impeccabile nell’allontanare il pallone.
  • 10′. E’ ora il Siracusa a conquistare metri di campo con un Moi in condizioni di forma notevoli: a portogruaro fa parecchio freddo ma gli ospiti sembrano aver assimilato le basse temperature dopo una fase iniziale di patimento.
  • 13′. Da Corazza a De Sena, conclusione da fuori ma Baiocco non deve preoccuparsi: la palla termina abbondantemente a lato.
  • 15′. Moi su Corazza: ottimo intervento del difensore ospite che devia in angolo sulla conclusione della punta.
  • 16′. Il Portogruaro è tornato a pressare, attento l’estremo Baiocco ma la mediana siciliana perde due palle in pochi minuti. De Sena sembra assai mobile, Pepe non ancora in partita.
  • 19′. Da Lucenti a Montalto: tiro smorzato dalla retroguardia, blocca Bavena. Ancora Baiocco su de Sena.
  • 20′. Davide Baiocco assiste alla gara senza poterla giocare: si percepiscono le urla del mediano in quota al Siracusa sebbene non sia in campo. Insomma, l’anima e i polmoni dei siciliani ha seguito i compagni in trasferta.
  • 23′. Fase di gioco in mediana, è una gara fin qui in equilibrio con fiammate da parte delle due sqaudre sebbene non vi siano grosse occasioni da segnalare. La prima sensazione è che entrambe stiano interpretando al meglio la sfida: sono due squadroni e lo stanno dimostrando.
  • 24′. Coda fa movimento ma nmon riesce a tenere palla di frontre al pressing della retroguardia locale.
  • 25′. Lunardi duro su Pepe: punizione. I due si stanno beccando da qualche minuto.
  • 27′. Scontro Cunico-Mancosu, ha la peggio il primo che rimane a terra qualche minuto.
  • 29′. Conclusione di Coda, palla centrale e Bavena non ha difficoltà a parare.
  • 30′. Si sentonio i tifosi del Siracusa mentre Cunico viene ammonito.
  • 32′. Da Coda a Pepe, tiro al volo di mezzo esterno centrale, Bavena blocca.
  • 34′. Altra sensazione: non appena i siciliani pressano con vigore, la retroguardia locale va in difficoltà perché la mediana non sempre riesce a garantire un supporto in copertura.
  • 35′. Ripartenza ospite: da Liccardo a Cunico, Giordano rimedia con un intervento impeccabile. L’arbitro gli fischia un fallo a favorre, il pubblico di casa protesta.
  • 37′. Altro fallo di Cunico su Montalto, era al limite del secondo giallo.
  • 39′. Da Capocchiano a Pepe, si manovra sulla trequarti locale ma la difesa – puntualissimo Pondaco – spazza. Le squadre sembrano patire il campo: in più di uno sta scivolando. Pare che sul campo vi sia uno strato di ghiaccio.
  • 40′. “Porto, Porto”, incitamento del tifo di casa in un impeto di entusiasmo dovuto a un contrasto vinto dai locali.
  • 42′. Cunico dai 25 metri, palla abbondantemente a lato.
  • 44′. Da Capocchiano a Mancosu che allarga per Spinelli, Pondaco allontana. Altro dettaglio a fotografare il match: in mezzo a un freddo glaciale, Fernandez gioca a maniche corte!
  • 45′. Fuorigioco fischiato a un lanciato Corazza.
  • Un minuto di recupero.
  • 46′. Ammonito Corazza che protestava per un fallo di Spinelli.
  • Fine primo tempo, si va all’intervallo con un Siracusa che è cresciuto con il passare dei minuti. Problemi di tenuta per i ventidue, campo non in buone condizioni. Il timore e la paura di sbagliare tengono comunque le due formazioni frenate e portano a una gara molto tattica e accorta. Buono l’esordio di Coda tra gli ospiti: mobile e pericoloso, tiene in allarme almeno due uomini della difesa locale.
  • 2T
  • 2′. Stessi elementi dei primi 45′. Si parte con fasi di studio, manovre a centrocampo con il Portogruaro che fa possesso palla.
  • 3′. Altro fuorigioco fischiato a Corazza.
  • 5′. Baiocco ferma con sicurezza una manovra locale, ripartono gli ospiti con un lungo fraseggio.
  • 6′. Corner per i veneti: nulla di fatto con l’ennesimo off side che salva il Siracusa da una situazione pericolosa.
  • 8′. Tiro di Mancosu, palla a lato.
  • 10′. Qualche errore in mediana da parte del Portogruaro che manovra ma non riesce a concretizzare.
  • 12′. Chi sembra soffrire maggiormente la pressione dei padroni di casa è Capocchiano, non sempre impeccabile in fase di contenimento.
  • 13′. Occasione Siracusa: da mancosu a Pepe, esterno potente da buona posizione ma la palla termina a lato.
  • 14′. primo cambio ospite: entra Longoni, esce Pepe.
  • 16′. Termometro impietoso: si tocca il minimo della serata con -7 gradi centigradi.
  • 18′. Ancora intensità a centrocampo con pochi sbocchi in avanti. Ci si avvicina a fatica alle aree avversarie.
  • 20′. Da Coppola a Cunico, allontana la difesa del Siracusa.
  • Secondo cambio ospite: fuori Montalto dentro Zizzari. Sottil potrebbe cambiare modulo e schierare i due d’attacco. Inedita coppia Zizzari-Coda.
  • 23′. Baiocco para una conclusione di Corazza. Sulla continuazione, puniziione per i locali dal limite. Interessante.
  • 24′. Ottimo Baiocco sulla conclusiione violenta di Coppola.
  • 28′. Fase di gioco poco avvincente, si tende a fare il minimo indispensabile in propulsione e ci si preoccupa di non subire reti.
  • 30′. Rastelli insiste con lo stesso undici iniziale anche se i locali danno la sensazione di essere in calo.
  • 32′. Botta di Pondaco, Baiocco para. Sulla replica, Longoni in gol a coronare una bella manovra corale. Sulla battuta dell’argentino Bavena non può nulla.
  • 34′. Sostituzione Portogruaro: fuori Liccardo dentro Luppi.
  • 36′. Cambio Siracusa: fuori Mancosu dentro Pippa.
  • 36′. Cambio locale: fuori Lunati entra Moras.
  • 40′. Ci prova De Sena ma la retroguardia dei siciliani non si scompone.
  • 43′. Gol del Portogruaro ma l’arbitro annulla perchè al momento del cross il pallone aveva valicato la linea di fondo.
  • 44′. Cambio locale: fori Coppola entra Herzan.
  • 45′. Tre minuti di recupero.
  • 47′. Si giochicchia e va bene al Siracusa che tiene i padroni di casa lontano dall’area ospite.
  • 48′. Triplice fischio: Siracusa di nuovo primo in classifica.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>