Calciomercato Benevento, Vigorito dice basta acquisti

Due battute a Radio International Benevento e Oreste Vigorito, patron del club rinfrancato dopo la bella vittoria contro il Lumezzane, ha fatto in tempo a chiudere di fatto il calciomercato invernale della società campana.

Insomma, secondo la logica per la quale a questo puntoi della stagione si interviene per riparare, igorito mette in chiaro che il Benevento è a posto così:

“Manca solo Giacomo Cipriani (alle prese con una broncopolmonite dopo che un problema al piede lo ha tenuto lontano dai campi) ma, non appena avrà recuperato, saremo al completo. Gli unici interventi sul mercato saranno effettuati per vendere”.

Unica eventualità per fare marcia indietro, il mancato recupero di Cipriani:

Calciomercato Benevento, Gori e Genevier

Un portiere che torna dove ha sempre sentito una parte di cuore e un centrocampista che a Livorno ha fatto fatica a inserirsi dopo aver smaltito un infortunio che ne ha pregiudicato le prestazioni a inizio anno.

Il Benevento si rimette a nuovo e, nel corso della sessione invernale del calciomercato, mostra di avere le idee chiare.

Pier Graziano Gori vestirà nuovamente la maglia giallorossa già indossata negli anni compresi tra il 2006 e il 2010 dopo aver conquistato, nella passata stagione con la Nocerina, la promozione in serie B.

Per una scelta in cui ha inciso in maniera determinante il vincolo affettivo, ve ne sarebbe un’altra, prossima, che accosta il Benevento a Gael Genevier, 29enne con trascorso nel Pisa e in quota al Siena seppure il cartellino sia stato girato ai labronici.

Imbriani sta al Benevento come Conte alla Juventus?

Fatte le valutazioni – e i sondaggi – del caso, il presidente del Benevento, Oreste Vigorito, ha deciso che la soluzione ideale per sostituire l’uscente Gianni Simonelli fosse da ricercarsi tra le radici del club.

In tal senso va letta la volontà di affidare la panchina a Carmelo Imbriani, che nella squadra campana ha militato nel 2002-2003 e dal 2004 al 2009 (con parentesi 2005-2006: era al Catanzaro) e della quale è stato degno capitano.

Ex centrocampista di sostanza, Imbriani diventa ufficialmente l’allenatore dei giallorossi e sarà nella circostanza affiancato da Jorge Martinez.

Il nativo di benevento ha dato l’addio al calcio giocato nel 2009, dopo aver trascinato la squadra fino ai play off per l’approdo in serie B.

Benevento, ritiro ad Avellino

Un interrogativo. Da appassionati della categoria, da professionisti. La stessa domanda che non possono evitare di porsi gli stessi  tifosi del club campano. Qual è il Benevento? Quello che vince, mostrando di saper affondare e soffrire, il derby contro il Sorrento oppure quello che si fa battere senza lottare contro il Como? Udite udite.

Pare se lo stia chiedendo anche la società campana- in primis, patron Oreste Vigorito – che, in attesa di ricevere risposte concrete provenienti direttamente dal campo, ha deciso di spedire la rosa in ritiro. Provvedimento in essere fin da oggi: dimora presso l’Hotel Serino di Avellino fino a sabato, quando Giovanni Simonelli e convocati partiranno alla volta di Pisa pr affrontare i toscani in una trasferta parecchio delicata.

L’intento è quello di consentire ai campani di ritrovare concentrazione, stimoli e soprattutto quell’entusiasmo che sta venendo a mancare da parte di qualche senatore. Non è escluso che in caso di risultato positivo la punizione possa essere sospesa: alla società non è piaciuto l’atteggiamento e la maniera in cui la squadra ha affrontato i lariani.

Sebbene la classifica resti in ogni caso sufficientemente tranquilla – calcolando il fatto che il Benevento è partito con l’handicap del -6 senza il quale ne avrebbe 12 anziché 6 – l’intento è di invertire un trend pericoloso. Saprà tale azione garantire i tre punti e scuotere i giocatori in vista dell’appuntamento all’Arena Garibaldi? Mogli, figlie e fidanzate direbbero che no, il ritiro proprio non serviva.