Calcioscommesse deferimenti Procura Federale 26 luglio 2012

di Samuel 1

Sono in fase di notifica – nella mattina di giovedì 26 luglio 2012 – i deferimenti avanzati dalla Procura Federale della Figc nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse in vista del processo sportivo in calendario il prossimo 2 agosto 2012.

C’era attesa per conoscere il comportamento dei Procuratori nei confronti di nomi grossi e squadre a rischio retrocessione e pare che qualche sorpresa, tali deferimenti, l’abbiano effettivamente riservata.

La prima pare proprio riguardare Antonio Conte, allenatore della Juventus chiamato in causa dal suo ex giocatore al Siena, Filippo Carobbio, il quale avrebbe confermato che anche il tecnico era a conoscenza di un paio di partite combinate del club senese.

Seguiremo la giornata in maniera dettagliata, intanto la prima indiscrezione è che per Conte la Procura ha avanzato due deferimenti per omessa denuncia per le partite Novara-Siena e per Albinoleffe-Siena. Il che significa che non vi è la contestazione dell’ illecito sportivo, accusa che avrebbe messo il tecnico nelle condizioni di rischiare una lunghissima squalifica.

Ore 9.41: deferiti anche i calciatori della Juventus Simone Pepe e Leonardo Bonucci, il primo per omessa denuncia e quest’ultimo per illecito sportivo.

Ore 9.46. Deferito per omessa denuncia anche Marco Di Vaio, deferiti per illecito sportivo Daniele Portanova e Andrea Masiello.

Ore 9.48. Ciò significa che le posizioni più delicate e gravi sono proprio quelle di Bonucci, Portanova e Masiello.

Ore 9.57. Restiamo in attesa di ulteriori novità, la sensazione è che per Lecce e Grosseto il rischio Lega Pro sia elevato.

Ore 10.12. Lecce e Grosseto deferite per responsabilità diretta. A conti fatti, se durante il processo sportivo dovesse essere provata l’accusa, entrambe sarebbero retrocesse in Lega Pro. Per il Lecce si tratterebbe della seconda retrocessione in pochi mesi (la prima rimediata sul campo dalla serie A alla serie B).

Ore 10.18. I primi numeri certi: la Procura federale ha deferito alla Commissione Disciplinare 13 società e 44 tesserati.

Ore 10.20. Deferimento anche per Salvatore Masiello, Nicola Belmonte, Alessandro Parisi.

Ore 10.21. Bari e Udinese deferite per responsabilità oggettiva.

Ore 10.22. Deferiti Antonio Bellavista, Bortolo Mutti, Guido Angelozzi, Marco Esposito (ex Portogruaro).

Ore 10.23. Deferito il Portogruaro per responsabilità oggettiva.

Ore 10.24. Deferiti Stefano Guberti, Marco Rossi, Simone Bentivoglio, Filippo Carobbio, Cristian Stellini.

Ore 10.25. Deferite Sampdoria e Siena per responsabilità oggettiva.

Ore 10.27. Deferiti Daniele Padelli, Carlo Gervasoni, Vives Giuseppe, Pierandrea Semeraro, Marcello Sanfelice.

Ore 10.28. Deferito il Bologna per responsabilità oggettiva.

Ore 10. 30. Deferiti Piero Camilli, Angelo Esmael Da Costa Junior, Mario Cassano, Edoardo Catinali, Cristian Bertani, Davide Drascek, Mavillo Gheller, Marcello Larrondo, Roberto Vitiello.

Ore 10.31. Deferita l’Ancona per responsabilità oggettiva.

Ore 10.34. Deferiti Angelo Alessio, Marco Savorani, Giorgio D’Urbano, Alessandro Pellicori, Emanuele Pesoli.

Ore 10.35. Deferiti il Torino e il Novara per responsabilità oggettiva.

Ore 10.37. Deferito il Varese per responsabilità oggettiva.

Ore 10.39. Deferiti Ruben Garlini, Davide Bombardini, Dario Passoni, Luigi Sala, Mirko Poloni, Fernando Coppola, Claudio Terzi.

Ore 10.40. Deferita l’AlbinoLeffe per responsabilità oggettiva.

Ore 10.41. Tra i calciatori, particolarmente gravi le accuse nei confronti di Leonardo Bonucci, Andrea Masiello, Salvatore Masiello, Nicola Belmonte e Alessandro Parisi. Il procuratore federale, esaminati gli atti della Procura della Repubblica di Bari li ha deferiti alla Commissione disciplinare “per la violazione dell’art. 7, commi 1, 2 e 5, del Codice di Giustizia Sportiva, per avere, prima della gara Udinese-Bari del 9 maggio 2010, in concorso tra loro e con altri soggetti non tesserati ed altri allo stato non identificati, posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato della gara suddetta, in funzione della realizzazione di un over con pareggio tra le due squadre; con l’aggravante, per tutti, di cui al comma 6 dell’art. 7 del c.g.s., della effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato finale della gara in questione, nonchè, per Masiello Andrea, Parisi Alessandro e Belmonte Nicola, della pluralità di illeciti”. Ciascuno di essi rischia una squalifica fino a tre anni.

Ore 11.05. Roicapitolando: deferimenti per 13 club. Legge e Grosseto deferite per responsabilità diretta. Udinese, Bologna, Sampdoria, Siena e Torino sono stati deferiti dalla Procura federale alla Commissione disciplinare per responsabilità oggettiva, nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse. Le cinque societa, attualmente in serie A, sono state deferite per fatti addebitati a loro tesserati. Sempre per responsabilità oggettiva, sono stati deferiti ALbinoLeffe, Ancona, Bari, Novara, Portogruaro e Varese, che militano in divisioni inferiori.

Seguono aggiornamenti

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>