Diretta live Venezia-Teramo 26 maggio 2012

di Samuel 1

 Finale serie D poule sudetto 2011-2012
Stadio Barbetti, Gubbio
Venezia-Teramo 3-2: 2′ pt Valentini (T), 9′ pt Oliveira (V), 31′ st rig. Zubin (V), 35′ st Essoussi (V), 42′ st Petrella (T)

A entrambe le formazioni sono serviti i calci di rigore per riuscire ad avere la meglio, nel corso delle semifinali delle rispettive avversarie: Venezia e Teramo – dopo aver liquidato rispettivamente Martina Franca e Salerno Calcio– si cntendono nel pomeriggio lo scudetto di calcio dei dilettanti, con la finale per il titolo in programma alle 17.15 allo stadio Barbetti di Gubbio.

Va ricordato che da regolamento in caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentare saranno battuti i calci di rigore. Lo scorso anno lo scudetto fu conquistato dal Cuneo, che nella finale di Treviso superò il Perugia per 1-0.

Così le semifinali:

stadio Bernicchi, giovedì 24 maggio 2012 Venezia-Martina Franca 5-2 d.c.r. (1-1);

stadio Morandi giovedì 24 maggio 2012 Teramo-Salerno 5-3 d.c.r. (1-1)

Arbitro dell’incontro Vesprini di Macerata, coadiuvato dagli assistenti Michele Grossi di Frosinone e Paolo Bernabei di Tivoli.

Ore 17.10. Formazioni non ancora in campo, bel tempo, campo in buone condizioni.

Le formazioni:

  • TERAMO Serraiocco; Ekani, De Fabritiis, Valentini, Ferrani; Speranza, Laboragione, Vitone; Bucchi, Borrelli, Saraceno
  • UNIONE VENEZIA Gallo; Videtta, Scantamburlo, Silvestri, Scardala; Mirri, Grifoni, Crafa, Zubin, Lauria, Oliveira

Buona affluenza di pubblico e rappresentanza significativa di ambo le tifoserie sebbene quelli del Venezia siano presenti in numero assai maggiore.

Squadre a centrocampo, suona l’Inno di Mameli. Tra pchi minuti avrà inizio la finalissima per decretare il campione della serie D 2011-2012.

I due capitani, Zubin e Vitone, alla scelta del campo.

  • 1′. Partiti, Teramo in manovra nella mediana veneta.
  • 2′. Affondo di Laboragine, cross al centro con tocco immediato di Valentini che trafigge Gallo. Teramo in vantaggio e festeggiamenti sotto la curva dove sono assiepati i tifosi.
  • 5′. Ingenuità del Venezia in occasione del gol, con la squadra colpita quando ancora stava organizzando la disposizione in campo. La replica veneta è tuttavia pronta con Lauria e Oliveira che stanno già creando scompiglio alla difesa avversaria.
  • 9′. Pareggio immediato, in rete Oliveira che finalizza una manovra corale veneta.
  • 12′. Ancora il Venezia in avanti, azione sviluppata dalla retroguardia e prosdeguita da Crafa, impeccabile recupero della difesa avversaria.
  • 15′. Buion fraseggio tra Valentini e Spetranza che viene intercettato all’altezza della tre quarti veneta. Ritmi ancora alti sebbene le due squadre fatichino a entrare negli ultimi venti metri.
  • 17′. Laboragine e De Fabritiis se ne vanno sulla destra, palla messa in corner dalla difesa veneta. Sugli sviluppi dell’angolo, reattivo Gallo a smanacciare la sfera ancora in corner. Palla spazzata in fallo laterale, ancora Teramo in manovra ma la mediana commette fallo su Crafa. Ripartono i veneti.
  • 20′. Conclusione di Lauria,  replica impeccabile di Serraiocco.
  • 24′. La gara si mantiene piacevole, fraseggi da una parte e dall’altra con capovolgimenti di fronte, Venezia pericoloso in ripartenza con Zubin che non aggancia in area avversaria.
  • 27′. Saraceno alla conclusione, Gallo c’è.
  • 30′. Alla mezzora di gioco, squadre vogliose di vincere sebbene non si assista con frequenza costante a conclusioni a rete. Baricentro alto per entrambe ma le rispettive retroguardie mostrano – dopo le due reti – di controllare al meglio le sortite avversarie.
  • 33′. Manovra dei veneti, Scantamburlo dal limite, palla out.
  • 36′. Ancora manovra a centrocampo, il Venezia prova l’accelerata con Oliveira ma l’estremo avversario blocca senza problemi.
  • 38′. Ancora Oliveira al tiro dal limite sinistro, palla che lambisce il montante. Pericolo Venezia.
  • 41′. Terzo angolo per il Venezia, palla sui piedi di Oliveira che cade dopo un contatto, l’arbitro lascia proseguire.
  • 43′. Finale di marca veneta: bella trama impostata dalla mediana del Venezia con Zubin abile a liberarsi e concludere. Illusione del gol, palla fuori.
  • 45′. Laboragine in affondo, conclusione dal limite con Gallo reattivo.
  • Fine primo tempo.
  • Secondo tempo.
  • 3′. Si riprende con le due squadre in fase di studio, intanto brutta botta per Saraceno costretto alle cure dei sanitari.
  • 5′. Teramo in manovra, i veneti mettono in angolo.
  • 8′. Oliveira alla conclusione, palla a lato di poco.
  • 10′. Due cambi per il Teramo: fuori Borrelli e Saraceno, dentro Petrella e Masini
  • 12′. Bucchi in manovra cerca di far salire i compagni, fasi di gioco ancora sviluppate in mediana.
  • 15′. Lauria sfrutta una ripartenza della mediana, prova il tiro con il pallone che termina alto sulla traversa.
  • 19′. Poco da segnalare per via del fatto che il gioco non decolla dopo la tre quarti, poche conclusioni sebbene l’intensità si mantenga alta. Intanto, punizione per il Venezia con Lauria che spedisce sulla barriera.
  • 21′. Pericolo creato dal Teramo che sviluppa un’azione lineare e fluida e manda al tiro Bucchi, palla lontana di pochissimo dal palo destro.
  • 23′. Ancora Teramo in attaccco, Vitone sulla palla, ottima replica di Gallo sul tiro del capitano avversario.
  • 24′. Affondo di Masini, palla nuovamente che va a lambire i pali della porta difesa da Gallo.
  • 25′. Primo cambio veneto: fuori Grifoni dentro Casagrande.
  • 27′. Fasi attendiste, ritmi elevatoi soprattutto in mediana: la sensazione è che i ventidue vogliano evitare i rigori e e provare a vincere la gara nei 90′.
  • 28′. Cross di Vitone per la testa di Ferrani, sfera fuori di poco. Il Teramo in questa frazione pare più intraprendende, la difesa del Venezia è meno brillante di quella vista nel corso dei primi 45′ di gioco.
  • 29′. Altro cambio per mister Favarin: fuori Silvestri dentro Marcolini.
  • 31′. Ripartenza Venezia, fallo in area su Zubin che il direttore di gara sanziona assegnando il rigore per i veneti. Dal dischetto il capitano batte Serraiocco.
  • 33′. Il tempo di esultare e Zubin lascia il posto a Essoussi.
  • 35′. Terza rete del venezia: gran lavoro di Casagrande che serve al centro un gran pallone per il neoentrato Essoussi. Colpo di testa vincente, scudetto virtualmente cucito sul petto dei veneti.
  • 39′. Altro cambio: esce De Fabritiis ed entra Tommaselli.
  • 42′. Petrella accorcia le distanze con una botta dal limite.
  • 44′. Teramo in gol ma l’arbitro aveva fischiato un fallo sul portiere Gallo. Nulla di fatto.
  • 45′. Cinque minuti di recupero.
  • 46′. Angolo Teramo, la difesa del Venezia riesce a spazzare.
  • 47′. Il Teramo si riversa in avanti: si gioca nella metà campo veneta.
  • 48′. Veneti abili in retroguardia, poco da segnalare se non che il Teramo è in possesso palla e in forcing.
  • 49′. Oliveira al tiro sugli sviluppi di una ripartenza, palla a lato.
  • 51′. Fischio finale: Unione Venezia campione della serie D 2011-2012 in seguito alla finale della poule scudetto contro un buon Teramo, in partita fino alla fine. Fatali agli avversari i cinque minuti di exploit del Venezia che ha ipotecato il risultato con Zubin ed Essoussi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>