Istanza Bassano alla Lega Pro per rinvio play out 2011-2012

di Samuel 0

 Dopo la presa di posizione del Barletta Calcio – che attende di conoscere l’esito della decisione del Tnas rispetto al punto di penalizzazione sottratto – anche il Bassano Virtus – retrocesso in Lega pro Seconda Divisione al termine del campionato di Prima Divisione B – ha deciso di darsio da fare e far valere le proprie ragioni nei confronti dei vertici della Lega Pro.

In questo caso, il club veneto chiede alla Lega Italiana Calcio Professionistico di rinviare l’inizio dei play out 2011-2012 in attesa di capire quale tipo di sviluppi abbiano i deferimenti relativi al calcioscommesse (che, tra le altre società, hanno interessato anche il Piacenza, diretta concorrente per la retrocessione fino all’ultima giornata di campionato).

Il comunicato reso noto dal club:

Il Bassano Virtus comunica che in data odierna ha dato mandato all’Avv.Grassani, legale della società, di predisporre un’istanza alla Lega Pro con cui si chiede il rinvio dell’inizio dei playout fino al momento in cui la Commissione Disciplinare avrà deliberato sui recenti deferimenti delle società coinvolte nelle indagini sull’inchiesta definita “Last Bet”.
Tale iniziativa è volta a tutelare i propri interessi sportivi poiché si ritiene che la società del Piacenza debba essere eventualmente penalizzata nella stagione sportiva in corso tenendo conto di quando sono maturati i deferimenti e soprattutto in nome dell’afflittività della pena.

Un’eventuale penalizzazione infatti del Piacenza nella prossima stagione sportiva non risulterebbe tale visto il regime di esercizio provvisorio cui è sottoposta la società, che dunque la prossima stagione potrebbe non essere iscritta o comunque rilevata da un’asta fallimentare con una nuova società non punibile.
Alla luce di queste considerazioni dunque se la società del Piacenza dovesse essere penalizzata di almeno 3 punti, come appare possibile in virtù dei criteri di giudizio utilizzati in recenti fattispecie analoghe, il Bassano Virtus avrebbe il diritto di giocare i playout al posto del club piacentino, cosa non più possibile se i playout iniziassero prima della delibera della Commissione Disciplinare, generando così una palese incongruità con quanto previsto dalle norme e dalla giurisprudenza in materia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>