Il Livorno torna in Serie B, basta un pari con la Carrarese per festeggiare la promozione

di Enrico Cantone Commenta

Davanti a 9mila spettatori presenti allo Stadio Picchi, il Livorno ha festeggiato la promozione in Serie B con una giornata d’anticipo. Giochi fatti, quindi, in testa al gruppo A di Serie C dove i labronici hanno tre punti di vantaggio sul Siena quando c’è da giocare una sola partita. Anche in caso di arrivo a parità punti, il Livorno la spunterebbe per gli scontri diretti a favore.

vantaggiato

E’ stato un sabato emozionante: gli amaranto non sono riusciti a battere la Carrarese, considerato che il derby si è chiuso sull’1-1. Tra parentesi è andato in rete Vantaggiato, uno dei grandi protagonisti di questa stagione assieme ai due veterani Luci e Valiani. Mentre gli uomini di Sottil non riuscivano a conquistare il bottino pieno arrivavano però splendide notizie da Siena, dove i padroni di casa cadevano sotto i colpi del Piacenza (0-2). Ai bianconeri sarebbe valso un punto per tenere aperto il discorso relativo al primo posto fino all’ultima giornata.

E’ stata, comunque, una stagione travagliata per il Livorno: dopo un inizio sprint è arrivato il calo ad inizio del girone di ritorno che ha determinato l’esonero di Sottil alla 30esima giornata. Quattro partite con Foschi in panchina, tre k.o. di fila e la decisione di richiamare il tecnico piemontese. Che, alla fine, si è goduto il meritato trionfo. Il Livorno torna in Serie B dopo due stagioni in C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>