Sudtirol nei guai, sconfitto anche a Lumezzane

di Redazione 0

LUMEZZANE – FC SUEDTIROL 1-0 (0-0)

  • Lumezzane (4-4-2): Trini; Zanardini, Checcucci, Emerson (14’st Luciani), Pini; Loiacono (35’st Bencivenga), Calliari, Finazzi (10’st Dadson), Bradaschia; Ferrari, Volpato. A disposizione: Di Gennaro, Sevieri, Alberti, Inglese.

Allenatore: Davide Nicola

  • Fc Suedtirol (4-3-3): Zomer; Brugger (32’pt Traorè), Cascone, Kiem, Martin; Furlan, Odibe, Fink (30’st Albanese); El Kaddouri (16’st Mariano Romano), Marchi, Fischnaller. A disposizione: Mair, Mirri, Anastasi, Baccolo.

Allenatore: Maurizio Pellegrino

  • Arbitro: Monaco di Tivoli
  • Rete: 71’ Loiacono (1-0)
  • Note: pomeriggio soleggiato e temperatura mite. Spettatori 300 circa. Ammoniti Calliari (L), Emerson (L), Ferrari (L), El Kaddouri (FCS)

Non riesce a trovare il “Lume” per uscire dal tunnel, l’FC Suedtirol. La trasferta bresciana è un duro colpo per le speranze di salvezza dei biancorossi, sconfitti per 1-0, col vantaggio sull’ultimo posto che si riduce ad un solo punto per effetto della sorprendente vittoria del Monza sull’Alessandria.

Ma andiamo per ordine, riassumendo la cronaca del match sin dal suo principio. Trentaduesima giornata, terzultima della regular season, del campionato di Prima Divisione Lega Pro: un FC Suedtirol – in tenuta bianca – reduce da tre sconfitte consecutive contro Monza, Pergocrema e Sorrento e bisognoso di tornare a muovere la classifica per garantirsi l’accesso ai playout, possibilmente scalando qualche posizione dall’attuale penultimo posto in coabitazione con la Paganese, è ospite in terra bresciana del Lumezzane, che è invece attestato a metà classifica, dopo essersi allontanato dalla zona playoff a fronte del solo punto conquistato nelle ultime 4 gare.

Nell’FC Suedtirol mister Pellegrino deve rinunciare agli infortunati Campo, Franchini, Alfredo Romano, Sorrentino e Burato. Le novità sono il rientro di Odibe come scudo protettivo in mediana, il ritorno da titolare di Kiem al centro della difesa in coppia con Cascone e l’impiego di Fink come interno di centrocampo.

A Lumezzane pomeriggio parzialmente soleggiato e temperatura mite.

Si parte, col Suedtirol subito propositivo: i biancorossi guadagnano al 1’ un calcio d’angolo che Martin scodella per Fink, la cui incornata si perde di poco alta.

Poi il match – coi biancorossi a presidiare comunque bene il campo – attraversa una lunga fase di stallo, ravvivandosi al 17’ allorquando l’ex biancorosso Trini sbaglia il rinvio, con El Kaddouri che – di prima intenzione – non riesce ad inquadrare lo specchio della porta rimasta sguarnita.

Il Lumezzane esce dal guscio al 20’ con Loiacono, al quale si apre un varco sul centro-destra, ma la sua conclusione – deviata – si perde sul fondo.

Ancora FC Suedtirol al 29’, con El Kaddouri che se ne va centralmente palla al piede, quindi il suo tocco in profondità viene “sporcato” da Calliari, ma Marchi cattura il pallone, cercando e trovando il pertugio per il tiro, che Trini respinge distendendosi in tuffo.

Al 32’ deve dare forfait capitan Brugger, per un risentimento muscolare, con Traorè che ne rileva il posto sulla fascia destra di difesa.

Il Lumezzane si rivede – timidamente – al 35’, con cross di Loiacono dalla destra e colpo di testa di Bradaschia, disinnescato con una mano da Zomer.

Il primo tempo, nel quale l’FC Suedtirol ha costruito poco in fase offensiva ma subito ancora meno in difesa, si conclude sullo 0-0.

Si riparte con gli stessi effettivi che hanno concluso la prima frazione, e al 5’ per ostruzione di El Kaddouri su Loiacono, l’arbitro comanda un calcio di punizione che Emerson calcia debolmente, non creando apprensioni a Zomer.

Al 12’ si ripropone in avanti l’FC Suedtirol: lancio lungo di Cascone respinto di testa da Checcucchi su Fischnaller, Marchi arpiona palla ma il suo sinistro viene abbrancato da Trini.

Ancora biancorossi insidiosi un minuto più tardi, con Martin che innesca il sinistro di Marchi, alto di un soffio.

Poi la formazione di Pellegrino ci prova su calcio piazzato, al 24’, con Mariano Romano che arma il sinistro di Martin, ampiamente fuori misura.

Ma un minuto più tardi, per l’FC Suedtirol, arriva – sotto la pioggia – una doccia gelata: cross lungo dalla destra di Zanardini, il piccolo Loiacono si eleva indisturbato più in alto di tutti e incorna alle spalle di Zomer l’inaspettato gol del Lumezzane, a segno nella sua prima, vera occasione di tutto il match. Il colpo è durissimo per i biancorossi, incapaci di reagire e di costruire una palla-gol sino al triplice fischio di chiusura che sancisce la quarta sconfitta di fila per i biancorossi, col margine di vantaggio sull’ultimo posto che si riduce ad un solo punto. E adesso il match di domenica prossima, al Druso contro il Pavia, vale una intera stagione.

Fonte: Ufficio Stampa Fc Sudtirol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>