Playoff al via con tante sorprese: out Padova e Arezzo!

di Enrico Cantone Commenta

E’ terminata la prima fase dei playoff di Lega Pro: in campo c’erano le squadre posizionatesi dal terzo al decimo posto nei tre gironi, le partite si sono disputate in gara unica in casa dell’undici meglio classificato in regular season. Negli ottavi di finale saranno impegnate le 12 squadre uscite vincitrici dagli scontri dell’ultimo fine settimana, le tre seconde classificate e il Matera, finalista della Coppa Italia Lega Pro.

padova playoff

Nel primo turno non sono mancate le sorprese: la più clamorosa è quella che ha portato all’eliminazione del Padova, a lungo in corsa per il primato nel Girone B, battuto a domicilio dall’Albinoleffe 3-1. Fuori, nonostante il fattore campo, anche l’Arezzo (1-2 con la Lucchese, non è bastato il gol del provvisorio vantaggio di Moscardelli), il Gubbio (2-3 contro la Sambenedettese) e il Siracusa, affondato da un gol per tempo della Casertana. Proprio i campani sfideranno l’Alessandria, reduce dal drammatico finale di stagione con la promozione diretta svanita proprio negli ultimi minuti, in uno dei match più interessanti del proprio turno.

Avanzano anche la Juve Stabia, anche se col brivido (0-0 col Catania al Menti), Livorno (2-1 al Renate), Reggiana (2-2 col Feralpi Salò) e Piacenza (2-1 al Como). Proprio gli emiliani daranno vita a un affascinante derby contro il Parma che entrerà in gioco negli ottavi come il Lecce, impegnato a sua volta con la Sambenedettese.

Il 21 e il 24 maggio si disputeranno le gare di andata e ritorno del secondo turno (in caso di parità, supplementari e rigori). Ecco il quadro completo:

Alessandria – Casertana
Parma – Piacenza
Lecce – Sambenedettese
Matera – Cosenza
Livorno – Virtus Francavilla
Pordenone – Giana Erminio
Juve Stabia – Reggiana
Lucchese – Albinoleffe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>