Portogruaro show nel derby con la Triestina

di Samuel 0

 PORTOGRUARO – TRIESTINA 3-1

  • Portogruaro: Bavena, Fedi, Pondaco, Coppola, Cristante, Radi, Lunati, Salzano, De Sena (dal 29′ st. Della Rocca), Cunico (dal 38′ st. Giacobbe), Corazza (dal 45′ st. Luppi). All. Rastelli. A disp.: Mion, Adamo, Bognanni, D’Amico.
  • Triestina: Viotti, D’Ambrosio, Pezzi (dal 1′ st. Mannini), Rossetti, Thomassen (C), Izzo (dal 45′ st. Evola), Mattielig, Princivalli (dal 33′ st. Gadignani), Godeas, Motta, Curiale. All. Discepoli. A disp.: Gissi, D’Agostino, De Vena, Pinares
  • Arbitro: Aureliano di Bologna
  • Assistenti: Pennacchio di Faenza e Valeriani di Ravenna
  • Reti: 5′ st. Izzo, 13′ st. Fedi, 20′ st. Pondaco, 42′ st. Corazza

Ennesima grande prova del Porto che vince e convince nel derby contro l’altra neo-retrocessa Triestina, tra le quali spicca l’ex Mattielig. Partono bene i granata che tengono bene il campo e non si fanno sovrastare dagli avversari. Alabardati che comunque si avvicinano in un paio di occasioni verso la porta difesa da Bavena ma che nei primi 45 minuti non lo impensieriscono particolarmente.

La mole di gioco granata si concretizza con una bellissima azione sulla sinistra di De Sena che a 2 minuti dalla fine del primo tempo, dal lato corto dell’area di rigore, mette la palla in mezzo ma Corazza da ottima posizione spara alto.

Inizia la ripresa e gli ospiti passano: palla dalla destra e colpo di testa di Izzo che batte Bavena.

Il Porto però dimostra di essere una squadra che reagisce benissimo alle difficoltà e dopo 6 minuti pareggia, anche in questa occasione da un crosso stavolta dalla sinistra, si inserisce Fedi che insacca il pari ed il suo primo centro stagionale.

Da qui solo Portogruaro; passano 7 minuti e Cunico inventa un assist al bacio per l’inserimento perfetto dalla sinistra di Pondaco, che buca la difesa e rimane freddissimo davanti al portiere, battendolo inesorabilmente.

Continua a macinare gioco la squadra di Rastelli che trova una Triestina sbilanciata in cerca del pari. Su un lancio lungo, Corazza va via al proprio marcatore, solo contro il portiere prova il pallonetto sull’uscita del portiere, che però frana sull’attaccante granata. Per l’arbitro è rigore. Sul dischetto va Cunico che però si fa ipnotizzare dal neo entrato Gadignani.

E’ comunque il preludio al gol: altro lancio lungo che diventa preda di Della Rocca; l’ex alabardato è bravissimo a proteggere palla ed a scaricare per l’accorrente Corazza che calcia di prima intenzione nell’angolo più lontano chiudendo la gara.

Corazza che nel recupero rischia anche il quarto gol con un destro al volo che però finisce alto.

Un’altra grande prestazione del Porto che entusiasma anche i tifosi presenti allo stadio.

  • fonte: ufficio stampa Portogruaro Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>