Frosinone, Sabatini è il nuovo allenatore

di Redazione 0

Carlo Sabatini è ufficialmente il nuovo allenatore del Frosinone Calcio. Dopo aver militato nelle varie squadre del settore giovanile del Perugia da calciatore a meno di vent’anni smette con il calcio giocato.

Nel 1982 inizia l’attività di allenatore nel Pontevecchio. Qui segue tutta la trafila delle giovanili sin quando, nell’estate del 1990, la società Umbra si trova a dover scegliere per la guida della prima squadra tra lui, artefice di grandi risultati con tutte le squadre giovanili guidate, ed una bandiera del paese: Serse Cosmi. Dopo un lungo tentennamento la scelta cade su quest’ultimo e per Sabatini si schiudono le porte del settore giovanile del Padova. Nella città del Santo inizia una lunga militanza, col doppio ruolo di allenatore dei giovani e tutor dei ragazzi ospiti della foresteria, tra cui spiccano i nomi di Luigi Sartor e soprattutto Alessandro Del Piero. Nello Di Costanzo che, nonostante una discreta media punti, non convince appieno la dirigenza la quale dopo dieci gare affida di nuovo a Sabatini l’incarico di guidare la squadra ad una salvezza divenuta ormai quanto meno difficile. A fine campionato il Padova raggiunge la zona play-out affrontando la Triestina 0-0 all’andata 3-0 al ritorno salvando così la squadra.

Venezia e Udinese

Nel nuovo millennio, dopo una breve esperienza nel settore giovanile del Venezia, nel 2004 il percorso di Sabatini si rintreccia con quello di Serse Cosmi che lo vuole con sé nello staff della prima squadra dell’Udinese in Serie A, Champions e Europa League. Ad Udine rimane per un biennio ed ha modo di collaborare con allenatori del calibro di Nestor Sensini, Giovanni Galeone ed Alberto Malesani.

Ritorno a Padova

Nel 2007 viene richiamato a Padova, per guidare la formazione berretti. A marzo del 2008, in seguito all’esonero di Ezio Rossi, viene promosso a guidare la prima squadra in Prima divisione ed una serie di ottimi risultati, che portano la squadra a sfiorare i play-off (mancati per un solo punto), gli garantiscono la riconferma per l’anno successivo. La stagione 2008/09 vede il Padova partire bene, mentre, in campionato, un rendimento altalenante convince la società a sollevare il mister dall’incarico ed a sostituirlo con Attilio Tesser. Dopo sole 5 giornate però lo scarso rendimento del nuovo corso porta la società a richiamare Sabatini. Un striscia di risultati positivi portano il Padova ad ottenere un posto negli spareggi per la promozione, seppur da quarta classificata. Dopo la semifinale col Ravenna in finale affronta la Pro Patria riuscendo a conquistare la Serie B. Nella stagione successiva il Padova parte bene ma una serie di sconfitte costano la panchina a Sabatini. Al suo posto viene chiamato

Il 14 settembre 2010 consegue l’abilitazione a tecnico di prima categoria. Ora ricomincia da Frosinone.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>