Gubbio-Nocerina, pari nella finale di andata

di Samuel 0

GUBBIO – NOCERINA 1-1

  • MARCATORI: Daud (G) al 26’, Marsili (N) 48’ s.t.
  • GUBBIO (4-3-3): Lamanna; Bartolucci, Briganti, Borghese, Alcibiade; Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi (dal 10′ s.t. Montefusco); Galano (dal 40′ s.t. Gaggiotti), Bazzoffia (dal 18′ s.t. Suciu), Daud. (Farabbi, Urbani, Nazzani, Perelli). All. Torrente.
  • NOCERINA (3-4-3): Gori; Pomante, De Franco, Di Maio; Scalise (dal 30′ s.t. Nigro), Bruno (dal 18′ s.t. Marsili), De Liguori, Bolzan; Catania, Castaldo (dal 24′ s.t. Petrilli), Negro. (Amabile, De Martino, Carrieri, Galizia). All. Auteri .
    ARBITRO Bindoni di Venezia.
    NOTE. Paganti 1705, incasso di 19.446 euro. Ammoniti Sandreani, Pomante, Daud,
    Nigro, Marsili, Di Maio, Alcibiade. Angoli 3-3.

GUBBIO – “Lamanna… dal cielo”. La battuta è di Auteri che loda il portiere umbro, autore di una prestazione straordinaria, e al contempo elogia la sua Nocerina che sul campo di un Gubbio incerottato, orfano all’ultimo momento anche all’attaccante Gomez e al difensore Caracciolo, pareggiando per 1-1 il match di andata ha messo una seria ipoteca sulla conquista della Supercoppa di Lega Pro.

Sono stati però gli umbri, meno leziosi dei campani e molto più concreti, ad andare in vantaggio al 26’ s.t. con Daud. Una rasoiata a pelo d’erba per l’attaccante di colore scuola Juve, dopo un rimpallo vinto da Montefusco su imbucata di Boisfer, che ha buggerato nell’angolino Gori partito in ritardo. Una doccia gelata per i campani che fino a quel momento avevano creato diverse occasioni non concretizzate grazie alle efficaci parate di Lamanna, tra cui quella al 42’ p.t. davvero straordinaria su Castaldo lanciato
a rete da Negro. Il pareggio della Nocerina in pieno recupero con una botta di Marsili su punizione, concessa in maniera forse un po’ troppo generosa, che si è infilata sotto la traversa con Lamanna che stavolta riesce solo a toccare. A quel punto una decina di sostenitori della Nocerina hanno saltato le reti del “Pietro Barbetti” e hanno costretto l’arbitro a sospendere la partita per alcuni minuti. Poi, alla ripresa, non è successo più nulla se non la conta dei danni procurati dai tifosi rossoneri che hanno spaccato vetri e divelto cartelloni pubblicitari. “Una bella partita – ha detto alla fine il direttore generale della Lega Pro, l’eugubino Francesco Ghirelli – e risultato giusto con il Gubbio più giovane e grintoso, e la Nocerina più matura e quadrata”.

Fonte: ufficio stampa As Gubbio 1910

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>