Anche il Lecce festeggia la promozione in Serie B: decide l’1-0 alla Paganese

Sembrava dover essere l’ennesima annata stregata, l’ennesimo epilogo ai playoff che in questi anni hanno riservato soltanto amarezze. Il Lecce, invece, è riuscito a ripartire e a ricompattarsi proprio nel periodo più difficile e con tre vittorie di fila, complici anche i risultati negativi di Catania e Trapani, è riuscito finalmente a conquistare la promozione in Serie B.

lecce liverani

A una giornata dalla fine del campionato gli uomini di Liverani sono matematicamente promossi grazie al successo al Via del Mare, davanti a 20mila tifosi in festa, sulla Paganese. L’1-0 porta la firma di Armellino (il gol è arrivato al 17′) ma la vittoria non è mai stata in discussione. I giallorossi, peraltro, potevano accontentarsi anche di un pareggio per festeggiare il primo posto.

C’era grandissima attesa in città per il ritorno in Serie B. La categoria mancava da sei anni, troppi per una tifoserie abituata a calcare palcoscenici ancora più importanti della seconda divisione. In ogni caso è una grande notizia per il calcio italiano di alto livello, con una piazza storica che ritrova la Serie B. Ricordiamo anche che se il Bari non conquisterà la promozione in Serie A, saranno ben tre le squadre pugliesi in seconda divisione, dopo la promozione ottenuta dal Foggia lo scorso anno. Il Lecce si aggiunge a Padova e Livorno che avevano già conquistato la promozione matematica.

Lecce, Liverani manda tutti in ritiro: “Pronti a dare il massimo”

E’ una situazione davvero paradossale quella che si sta vivendo in questi giorni a Lecce. Dopo una cavalcata durata mesi, coi giallorossi protagonisti indiscussi del campionato, la squadra di Liverani resta prima a quattro giornate dalla fine ma sa bene che il primato è appeso a un filo. Sì, perché a -2 si ritrovano clamorosamente Catania e Trapani che, però, hanno una partita in meno.

liverani

Insomma, il Lecce non è più padrone del suo destino per la promozione diretta in Serie B: anche se dovesse vincere le ultime quattro partite, per avere la certezza del primo posto le due inseguitrici si dovranno annullare a vicenda, con un pareggio nello scontro diretto.

Il calo di marzo è stato pauroso, soprattutto al “Via del Mare“: 10 vittorie e due pareggi, poi tre punti in quattro partite. L’ultima delusione è arrivata domenica scorsa, col Siracusa: 1-1 nonostante il vantaggio nelle battute iniziali del match.

Liverani è ovviamente deluso ma punta sulla voglia di riscatto dei suoi: “Non siamo stati bravi a gestire la gara, abbiamo subito il pareggio per una nostra disattenzione e siamo andati in difficoltà. Nonostante ciò abbiamo colpito un palo e sprecato numerose occasioni, senza contare un paio di decisioni arbitrali dubbie sulle quali però non mi pronuncio”. La verità che il tecnico non vuole ammettere è che il nervosismo si taglia a fette e il secondo tempo scriteriato di sabato scorso ne è la dimostrazione. Ed è per questo che da oggi il Lecce è in ritiro a Roma, al Park Hotel Mancini: la squadra lascerà la struttura soltanto sabato, quando partirà alla volta di Reggio Calabria.

Serie C, Girone C: primo k.o. di Liverani col Lecce, il Catania può ancora sperare

Un raggio di sole nel complicatissimo momento del Catania (battuto dieci giorni fa a Monopoli con un clamoroso 5-0 che aveva fatto vacillare la panchina di Lucarelli) arriva dallo Stadio Via del Mare di Lecce. La capolista perde clamorosamente in casa contro la Juve Stabia (0-1, decide un gol di Mastalli a venti minuti dalla fine) e perde l’occasione di allungare a +10 sugli etnei. E’ la prima sconfitta di Liverani alla guida dei giallorossi. Il Catania è quindi a -7 ma con una partita in meno: la lotta per il primo posto nel Girone C di Serie C è ancora viva.

liverani

Spicca un’altra sconfitta che mette fine ad un’altra striscia lunghissima di risultati utili consecutivi. Il Cosenza di Braglia perde dopo 11 partite, battuto dalla Casertana (alla seconda vittoria di fila) per effetto di un gol di Alfageme, nel recupero del primo tempo. Cade anche la Reggina, in casa contro il Trapani: finisce 2-1 per i siciliani, capaci di ribaltare lo svantaggio nei primi minuti di gioco con Evacuo e Scarsella. Il Trapani sale così al terzo posto a quota 47 punti, a -2 dal Catania secondo.

Bella vittoria del Matera a Fondi (2-0) nonostante le vicissitudini societarie, cade la Paganese nel finale ad Andria (gol vittoria di Longo) e si fa quindi agganciare proprio dai pugliesi al penultimo posto in classifica.

classifica girone c serie c

Serie C, girone C: continua il duello in vetta tra Lecce e Catania

Sta diventando un duello sempre più appassionante quello che vede impegnate Lecce e Catania in vetta al Girone C di Serie C. A 14 giornate dalla fine a spuntarla per ora sono i salentini: i ragazzi di Liverani hanno colto un successo preziosissimo in casa del Rende: lo 0-1 finale è firmato a metà ripresa da Cosenza.

lecce rende

Con la pressione di ritrovarsi provvisoriamente a -7, il Catania è sceso in campo nel posticipo del lunedì contro la Virtus Francavilla: agli etnei è bastato un gol in apertura, dopo appena due minuti, di Tedeschi. Insomma, Lecce 49 Catania 45, la sfida va avanti.

Alle loro spalle tiene il passo il Trapani, a quota 40: i siciliani rimontano e battono 3-1 la Juve Stabia che interrompe così la striscia di sei risultati utili consecutivi. In piena zona playoff anche il Siracusa, salito al quarto posto in classifica grazie al netto 3-0 interno rifilato al Rende. Detto del Cosenza che resta settimo grazie all’1-1 ad Andria (calabresi imbattuti dallo scorso 19 novembre), da segnalare anche il prezioso 1-0 del Catanzaro sul Bisceglie: il gol di Infantino porta i suoi a -1 dal decimo posto, ultimo disponibile per la post-season, occupato dalla Juve Stabia.

Stabiesi che domenica prossima ospiteranno la Paganese in un sentitissimo derby campano. Paganese che con l’1-0 interno all’Akragas, nella sfida tra le ultime due della classe, è tornata a sperare nella salvezza.

girone c

Serie C, 1°giornata Girone C: Lecce e Catania non vanno oltre il pari, bene Trapani e Matera

E’ partita ufficialmente la nuova Serie C 2017-18. Ad inaugurare la stagione è stato il Gruppo C, che comprende le compagini del centro-sud, ed è stato subito spettacolo. Qualche favorita per la vittoria finale ha già steccato. E’ il caso, ad esempio, del Lecce: i salentini, dopo la lunga battaglia col Foggia lo scorso anno e la delusione finale nei playoff, hanno iniziato con un pareggio esterno contro la Virtus Francavilla. 1-1 il finale con Abruzzese che, al 94′, ha regalato ai padroni di casa l’insperato punto dopo il vantaggio a metà ripresa di Di Piazza.

lecce di piazza

Stesso risultato anche per il Catania di Lucarelli, in casa contro il Fondi allenato dal “principe” Giannini.Comincia invece col passo giusto il Trapani, retrocesso dalla Serie B: 1-0 nel derby col Siracusa, con gol di Murano poco prima dell’intervallo, per i ragazzi di Calori. Tra le favorite da segnalare anche un altro 1-0, quello del Matera di Auteri contro l’Akragas (gol vittoria di Mariano Stendardo). Anche le sorprese non sono mancate: la neopromossa Bisceglie ha espugnato con un secco 2-0 il campo della Paganese, mentre il derby calabrese tra Rende (che proprio in extremis è stato ripescato) e Reggina è stato vinto dai padroni di casa con gol nel finale di Ricciardo. Pareggio show tra Fidelis Andria e Juve Stabia: finisce 3-3, coi campani avanti 2-1 all’intervallo con la doppietta di Paponi ma ripresi poi, in inferiorità numerica, dal gol di Minicucci all’88’. Vittorie interne per Catanzaro (2-1 alla Casertana) e Monopoli (3-1 al Cosenza).

Lega Pro, 30esima giornata: al Foggia il big match col Lecce, nel Girone A perdono Alessandria e Cremonese

Domenica da urlo in Lega Pro: 25mila spettatori presenti allo Zaccheria hanno spinto il Foggia di Stroppa alla vittoria, netta, nel derby e big match del Girone C contro il Lecce. 3-0 il finale a favore dei “satanelli”, reti firmate da Mazzeo, Coletti e Deli: il Foggia infila il quinto successo di fila, il nono nelle ultime dieci giornate e stacca l’undici di Lepore, distante ora 4 punti quando mancano otto giornate alla fine del campionato.

foggia-lecce 3-0

Un distacco non decisivo ma che di certo fa sognare la città. Intanto alle spalle si registra il quinto k.o. nelle ultime sei partite del Matera (1-0 con l’Akragas), agguantato sul podio dalla Juve Stabia (4-2 a Cosenza).

Poteva essere completamente riaperta la corsa al primo posto nel Girone A, ma alla fine così non è stato: cadono le prime due della classe, entrambe in Toscana: l’Alessandria cede 2-0 a Siena (i grigi incassano la quinta sconfitta nelle ultime 10 partite, segnali di affaticamento palesi), ma la Cremonese non ne approfitta (3-1 incassato a Pistoia) e resta a -4. Poteva riavvicinarsi al duo di testa l’Arezzo, ma i toscani perdono 1-0 a Renate e restano a -10 dalla vetta.

Turno importante anche nel Girone B, dove il Parma perde l’imbattibilità che durava da fine novembre e dice addio ai sogni di promozione diretta: i ducali cedono 1-0 al Tardini col Fano, restano a -7 dal Venezia di Pippo Inzaghi (impegnato nel posticipo del lunedì contro il Bassano) e vengono addirittura scavalcati dal Padova (corsaro a Modena) al secondo posto.

Lega Pro, Girone C: Foggia inarrestabile ma il Lecce non molla. Juve Stabia caccia Fontana

Giornata importante la 29esima nel Girone C di Lega Pro, chiusa col posticipo che ha visto impegnata la capolista Foggia a Monopoli. I “satanelli” hanno passato a pieni voti l’esame, raccogliendo la quarta vittoria di fila grazie ad un secco 2-0 maturato già nel primo tempo.

monopoli-foggia

Gli uomini di Stroppa sono passati in vantaggio all’11’: spunto di Di Piazza, suggerimento per Chirico che dribbla un difensore e infila Furlan con un preciso diagonale. Al 41′ i rossoneri chiudono i giochi con Mazzeo, bravo a ribadire in rete, di testa, il rigore respinto dal portiere locale. E’ un successo fondamentale quello del Foggia considerato anche che domenica il Lecce si era preso la vetta provvisoria: 1-0 il finale a favore dei salentini contro il Catania (in panchina l’ex tecnico della Beretti, Giovanni Pulvirenti), decide un gol a inizio secondo tempo di Costa Ferreira.

Alle spalle del duo pugliese si rivede il Matera: dopo cinque k.o. di fila, gli uomini di Auteri sono tornati al successo col 2-0 casalingo ai danni della Reggina, sempre terzultima. Non esce dal momento no la Juve Stabia, alla seconda sconfitta consecutiva (un punto in tre partite). Lo 0-1 al Menti nel derby contro la Paganese costa carissimo a Fontana, esonerato nella giornata di ieri.

DI SEGUITO LA CLASSIFICA DEL GIRONE C DI LEGA PRO DOPO LA 29ESIMA GIORNATA

classifica girone c lega pro

Lega Pro, 27esima giornata: continuano le sfide Alessandria-Cremonese, Venezia-Parma e Lecce-Foggia

La 27esima giornata di Lega Pro scivola via senza scossoni in vetta ai tre gironi, ma le emozioni non sono mancate. Nel Gruppo A c’era grande attesa per l’Alessandria, reduce da tre k.o. nelle precedenti 4 partite, l’ultimo contro la seconda in classifica, la Cremonese. La capolista non ha tradito le attese e si è rilanciata alla grande con un secco 3-0 al Tuttocuoio (Fischnaller, Bocalon ed Evacuo).

lecce

A 11 giornate dal termine il distacco sui grigiorossi resta comunque di sei punti: la Cremonese vince infatti anche ad Arezzo (1-0, Stanco) nel big-match della giornata e resta in scia. Perde ancora più contatto il Livorno (una vittoria nelle ultime cinque), bloccato sullo 0-0 a Renate.

Vincono le prime due della classe anche nel Gruppo B. Il Venezia passeggia in casa della Sambenedettese (3-1, reti di Geijo, Marsura e Moreo) e infila il settimo risultato positivo di fila; l’undici di Pippo Inzaghi si mantiene a +3 sul Parma che vince sul campo del Feralpi Salo grazie al gol, il 12esimo in campionato, in apertura di Calaiò. La striscia di imbattibilità dei ducali si allunga invece a 12 match.

Nel Gruppo C è ormai corsa a due tra Lecce e Foggia. Le pugliesi allungano ulteriormente sul Matera, alla quarta sconfitta di fila e raggiunto dalla Juve Stabia al terzo posto. I salentini soffrono in casa con la Vibonese (2-1), vittoria all’ultimo respiro anche per i “satanelli” ad Agrigento, sul campo dell’Akragas: decide all’88’ Di Piazza ma in precedenza Mazzeo aveva fallito un calcio di rigore.

Calciomercato Lega Pro, tanti i nomi eccellenti coinvolti: da Munari a Ledesma, da Lodi a Tavano…

Sessanta squadre e una miriade di affari conclusi; la Lega Pro ha confermato la crescita generale dal punto di vista tecnico anche in questa prima parte di stagione e questa sessione di calciomercato ne è l’ulteriore dimostrazione.

ledesma calciomercato

Sono diversi i nomi “illustri” coinvolti in trattative di mercato con squadre di Lega Pro. Come era facile immaginare, la parte del leone la sta facendo il Parma: i ducali hanno chiuso per Munari (che scende di due categorie visto l’addio al Cagliari) e cercano di piazzare due ulteriori colpi provenienti dalla B: Frattali (Avellino) e Mammarella (Pro Vercelli). Trattativa complicata soprattutto nel caso del difensore classe ’82.

Mentre su Sansovini, una punta che in questa categoria può ancora fare la differenza nonostante i 36 anni, sono vigili Modena e Teramo, c’è da registrare anche un duello serrato tra Lecce e Sambenedettese per Christian Ledesma. Del ritorno in Salento del centrocampista argentino (naturalizzato italiano, 1 presenza in nazionale) si è parlato tanto, vedremo se l’ex Lazio accetterà la corte dei giallorossi. A proposito di clamorosi ritorni: da Catania è sempre più insistente la voce di un possibile ingaggio di Francesco Lodi da parte degli etnei. L’estroso regista è ai margini del progetto tecnico dell’Udinese, l’affare potrebbe realizzarsi a patto che il calciatore campano negozi una rescissione consensuale coi bianconeri. Chiusura su Tavano: l’ex Valencia sembra abbia rifiutato la proposta del Messina di Lucarelli. Vedremo se ci saranno novità a riguardo nelle prossime ore.

Il Lecce vince ma vuole ancora crescere

Il Lecce sta continuando la sua ascesa e ha deciso di crescere ancora. Salvatore Caturano ha fatto il punto della situazione sulla stagione leccese, il difensore Antonio Giosa, invece, parla delle prospettive future. 

Romeo “Papo” Papini e la situazione del Lecce

Il Lecce è sesto nel suo girone e la situazione sembra essere già migliorata ma la squadra, a detta del suo capitano, ha bisogno di ripartire e per farlo deve essere squadra, senza indulgere a polemiche legate anche a personaggi di spicco della rosa giallorossa. Il punto della situazione lo descrive in modo chiaro il capitano Papo, il centrocampista Romeo Papini

Particolari e curiosità della Lega Pro

Siamo già a buon punto con il campionato di Lega Pro e ci sono già degli episodi curiosi, delle informazioni non legate al calendario e delle curiosità rispetto ad alcune regole che riguardano questa serie e non le altre. Facciamo il punto della situazione.