Tritium Pavia con debutto di Sangiorgio

Tritium-Pavia

La Tritium ha rallentato il passo: non vince da un mese e cerca di tornare al successo contro il Pavia che, invece, fuori casa non ha  mai brindato alla vittoria.

Tra i padroni di casa, Possenti e Malgrati rientrano dalla squalifica, Suaegher e Teso difficilmente ce la faranno dopo l’impegno di Coppa, mentre Boldini deve attestare l’indisponibilità di Dionisi.

Nelle file del Pavia, prende il via l’esperienza di mister Claudio Sangiorgio cui va un caloroso in bocca al lupo. Vero è che la sua avventura inizia in salita per via di un avversario che pare essere di altra caratura. Tra i lombardi, Bufanlino stringe i denti e sarà in campo, Caidi partirà dalla panchina.

Formazioni Pisa Monza tra speranze ed emergenza

Pisa-Monza

Il Pisa è in ripresa e sulla carta dovrebbe aver ragione di un Monza in caduta libera, a causa della sola vittoria nelle ultime dieci partite.

I nerazzurri, tuttavia, devono far fronte ai soliti problemi di formazione determinati dalle tante assenze: Raimondi, Carparelli, Scampini e Ilari non ci saranno mentre recuperano in tempi record Obodo, Bizzotto, Perez e Berardocco. Con ogni probabilità, Perez e Perna saranno i terminali offensivi.

Nel Monza, Motta prosegue con il modulo difensivo 5-3-2: Iacopino potrebbe partire dal primo minuto, mentre il tecnico ha diversi dubbi da sciogliere in extremis. Ballottaggi Campinoti-Bugno e Nappello-Ferraris, con i primi due che partono leggermente in vantaggio.

Avellino Spal occhi su Lasagna e Pambianchi

Avellino-Spal

L’Avellino riceve la Spal con la speranza di continuare la serie positiva che si è allungata con la trasferta vittroriosa di Pavia.

Nelle file biancoverdi, Arcuri è infortunato e verrà sostituito da Citro, da mettere in conto la squalifica di Labriola mentre il bomber di Pavia, Fabrizio Lasagna, non è al meglio della condizione per un fastidio muscolare e potrebbe partire dalla panchina.

La notizia positiva per Bucaro è il rientro al centro della difesa di Cardinale.

Spal in emergenza evidente: sono tanti i problemi di formazione dei biancocelesti che approdano in Irpinia senza gli indispensabili Laurenti (squalificato) e Bedin (infortunato). Torna a disposizione  Pambianchi e, con lui, si rivedono anche  Meloni e Castiglia.

Reggiana Taranto ko Alessi Coly e Chiaretti

Reggiana-Taranto

La Reggiana vuole ripartire dopo l’inatteso ko di Viareggio, il Taranto intende restare in scia della Ternana sperando di approfittare di un passo falso umbro.

Gli emiliani però hanno qualche defezione importante: la squalifica impedisce ad Alessi di essere della gara mentre vanno segnalati anche gli infortuni di Mei e Bovi.

Mangone recupera Sperotto, tra i pali finisce il giovanissimo Silvestri, rientrano alla base anche Ardizzone e Carlini.

Nel Taranto l’assenza importante di Coly al centro della difesa – verrà rimpiazzato da Di Bari – e anche Chiaretti si è fatto male: dovrà star fermo per un mese, al suo posto Degasperi, Guazzo e Girardi si giocano una maglia in attacco.

Foligno Carpi giocano Tuia e Perini

Foligno-Carpi

Dopo aver conquistato la prima vittoria interna contro il Monza, il Foligno spera di concedere il bis contro il quotato Carpi.

In casa locale, Brunori Sandri prende il posto del febbricitante Tattini, l’unica novità riguarda per gli umbri l’assenza in difesa di Petti che è squalificato, al suo posto ci sarà  Tuia.

Carpi quasi al completo: unico assente il degente Cenetti, rientrato l’allarme per Cioffi dopo il fastidio alla caviglia.

Laurini è recuperato mentre Perini rientra dalla squalifica.

Como Lumezzane senza Lewandowski ma con Diana

Como-Lumezzane

Derby lombardo tra Como e Lumezzane che può valere un posto nei play off.

Lariani in formazione rimaneggiata, con gli squalificati Lewandowski, Zullo e Som. Tavares prende il posto di Ripa, mentre anche il tecnico Ramella, al suo posto il vice Manari. Nicola deve rinunciare a Fondi squalificato, ma rientra la garanzia Aimo Diana.

Tra i disponibili, anche Inglese e Sabatucci, Antonelli dovrebbe avere in extremis la meglio su Ferrari.

Ricordiamo che il Lumezzane non ha mai pareggiato in trasferta.

Scommesse Prima Divisione A sedicesima giornata

Ternana all’esame Zaccheria di Foggia per continuare la lunghissima serie positiva che dura da 13 turni. Satanelli discontinui e reduci dal ko di Lumezzane (con parentesi vittoriosa contro il Benevento in Coppa Italia) e che in casa non vincono dal 25 settembre. Per i dati statistici enunciati, le quote restano molto equilibrate: l’1 è pagato 2,70; il pari si gioca a 2,90 mentre il 2 vale quanto l’1, 2.70. Comunque vada per la Ternana resterebbe ugualmente la vetta della classifica.

In trasferta anche l’impegno del Taranto che è ospite al Giglio di Reggio Emilia: la squadra di Dionigi è reduce dal sofferto successo sul Foligno e nelle ultime sette partite ha perso solo una volta, restando in scia dalla Ternana distante di 4 lunghezze. Dalla parte opposta, una Reggiana caduta malamente a Viareggio dopo essere passata per prima in vantaggio. Pronostico aperto ad ogni soluzione: segno 1 a 2.70 pareggio a 2.90 vittoria dei pugliesi a 2.80.

Prima divisione A 16a giornata: risultati e classifica

Sorrento – Spezia 2-0: 10′ pt Togni (So), 23′ st’ Manco (So)

Salernitana – Reggiana 1-1: 40′ st Montalto (S), 41′ st Maschio (R)

Pergocrema – Ravenna 1-2: 30′ pt Mammetti (P), 9′ st Chianese (R), 12′ st Rosso (R)

Pavia – Sudtirol 2-1: 9′ pt e 44′ st Ferrini (P), 23′ pt Marchi (S)

Paganese – Gubbio 0-2: 20′ pt e 26′ pt Gomez (G)

Monza – Como 0-1: 42′ st rig. Franco (C)

Lumezzane – Hellas Verona 1-1: 18′ pt Lauria (L), 15′ st Pichlmann (V)

Bassano Virtus – Cremonese 0-0

Spal – Alessandria 1-1: 49′ pt Negrini (A), 35′ st Smit (S)

Benevento – Foligno 2-0

Benevento (4-4-2): Aldegani; Formiconi, Palermo (39′st Cedrola), Siniscalchi, Landaida; D’Anna, Bianco (43′st Pacciardi), Vacca, Zito (23′ st Pintori); Clemente, Evacuo. A disposizione: Baican, La Camera, Bueno, Germinale. All: Agatino Cuttone

Foligno (4-3-1-2): Rossini; Iacoponi, Bassoli, Papa, Merli Sala; Giovannini, Castellazzi, Fondi; Giacomelli, Falcinelli (35′st Civilleri), La Mantia.A disposizione: Zandrini, Fiorucci, Severini, Della Penna, Menchinella, Fedeli.

Arbitro: Sig. Eugenio Abbattista di Molfetta
Marcatori: 5’ pt D’Anna, 43’ st Evacuo
Ammoniti: 38’pt D’Anna (B); 8’st Bianco (B); 39’st Merli Sala (F); 49’st Pacciardi (B)

Pergocrema-Ravenna 1-2

PERGOCREMA (3-4-3): Russo ; Ricci , Romeo , Daleno; Ghidotti, Basile (dal 23’ st Profeta), Galli, Rizza; Lolaico, Scotto (dal 15’ st Rodriguez), Mammetti 6 (dall’8’ st Maccan). A disp.: Ingrassia, Panariello, Tobanelli, Simeoni. All.: Maurizi.

RAVENNA (4-4-2): G. Rossi; Rosini (dal 1’ st Cazzola), Ciuffetelli, Fasano, Sabato; Rossetti, Sciaccaluga, Fonjock, Maggiolini; Caturano (dal 1’ st Rosso), Chianese (dal 38’ st Visone). A disp.: Pellegrino, Gardella, Grea, Gerbino Polo. All.: L. Rossi.

ARBITRO: Aversano di Treviso
RETI: 31’ pt Mammetti, 9’ st Chianese, 12’ st Rosso.
NOTE: Espulso al 42’ st Fasano per proteste. Al 44’ pt allontanato dalla panchina Catalfamo, il preparatore atletico del Ravenna. Ammoniti: Basile, Ghidotti, Romeo, Fonjock, Scotto e Cazzola per gioco scorretto. Spettatori (428 paganti, 280 abbonati), incasso non comunicato. Calci d’angolo: 7-0 per il Ravenna. Recupero: 2’ e 5’.