La Virtus Entella avrà in porta Paroni fino a fine carriera

Virtus Entella Paroni

Il portiere Paroni difenderà la porta della Vitus Entella fino alla fine della sua carriera, e sicuramente ci sarà poi posto per lui con ruoli diversi dal giocatore. La Virtus si prepara dunque ad affrontare il campionato di Serie B da neopromossa con una serie di conferme in squadra, a partire dal suo veterano, che difende la porta dal 2008. Una vera bandiera della squadra, come ci tiene a precisare il presidente, e la società emette un lungo comunicato ufficiale per celebrare il prolungamento del contratto di Paroni:

Estate 2008, secondo anno dell’era Gozzi, l’Entella è appena salita in serie D e  Andrea Paroni firma il suo primo contratto per il club chiavarese. Oggi, estate 2019 il portiere rinnova per l’ennesima volta l’intesa in scadenza il prossimo 30 giugno. Nessun giocatore ha mai indossato così a lungo la maglia biancoceleste. Il portiere è l’unica figurina fissa nel racconto per immagini dell’ultimo decennio. Una mosca bianca anche per il calcio italiano. Per questo la sua firma sul nuovo contratto è stata accolta con soddisfazione ed orgoglio dal presidente Antonio Gozzi e da tutta la famiglia Entella.

Anche il presidente dei Biancocelesti, Antonio Gozzi, ha voluto comunicare la sua soddisfazione:

“Posso dire che Andrea abbia firmato a vita con l’Entella. E’ una bandiera in carne e ossa. Ha dimostrato di custodire quei valori che sono alla base del nostro modo di fare calcio. Ci siamo incontrati e in pochi minuti ci siamo dati la mano. E’ un onore averlo con noi, un privilegio di cui siamo orgogliosi. Una persona vera, un grande professionista. Questa sarà sempre casa sua”.

Arriva la prima vittoria di Brocchi e del Monza targato Berlusconi-Galliani

E’ arrivata a Fano la prima vittoria di Silvio Berlusconi da presidente del Monza. E’ il primo successo anche per Christian Brocchi, ufficializzato la scorsa settimana come nuovo allenatore al posto dell’esonerato Zaffaroni da Adriano Galliani.

brocchi monza

Insomma, quello che per molti è considerato il “cocco” dell’ex Cavaliere, riprende dalla Serie C dopo aver provato l’ebbrezza di allenare il Milan e lo fa seguendo i suoi principi di gioco. Il Monza di Brocchi è subito sceso in campo con un centrocampo “a rombo”, con un 4-3-1-2 che di certo avrà fatto piacere al presidente Berlusconi.

Brocchi ha proposto Jefferson e Ceccarelli in attacco, col primo che ha dovuto dare forfait dopo soli 18 minuti, sostituito da Reginaldo. Meglio il Fano nel primo tempo, ma nella ripresa sono i brianzoli a trovare il vantaggio al 64′ con una bella punizione proprio di Ceccarelli. Il Fano resta in dieci all’80’ per il rosso diretto a Filippini e il Monza raddoppia in contropiede, in pieno recupero, con Iocolano (schierato trequartista dal primo minuto).

Brocchi si gode quindi un ottimo esordio: il Monza interrompe il digiuno che durava ormai dalla vittoria casalinga col Renate del 26 settembre (da allora due pareggi e tre sconfitte) e sale al quinto posto in classifica con 14 punti e in compagnia di Imolese, Sudtirol e Feralpisalo.

Il Monza è di Berlusconi: Fininvest rileva il 100% del club, Galliani nuovo a.d.

La Fininvest ha rilevato il 100% delle quote societarie del Monza: la notizia non è ancora ufficiale, ma è praticamente certa. Si rumoreggiava ormai da diversi giorni sul ritorno di Silvio Berlusconi nel calcio, alla fine lo farà rilevando l’intero club brianzolo e non solo il 95% come le prime voci lasciavano presagire.

berlusconi galliani monza

Venerdì 28 settembre, alle 13, ci sarà una conferenza stampa nella sede di Assolombarda. Sarà probabilmente presente il nuovo numero 1 del Monza, accompagnato dal “fido” Adriano Galliani. I due parleranno ovviamente del nuovo progetto che cercherà di rilanciare la squadra nel calcio che conta.

Galliani, come era d’altronde facile prevedere, sarà il nuovo amministratore delegato del Monza. Il sodalizio con Berlusconi è ormai di vecchia data, considerato che ne è stato il braccio destro al Milan per oltre 20 anni. Galliani, tra l’altro, torna al Monza dove era stato tra il 1984 e il 1986 sia direttore sportivo che vice-presidente.

Nicola Colombo, che cederà il 100% del club, resterà presidente, mentre Galliani è già stato consultato su decisioni di natura tecnica. L’a.d. ha rilasciato alcune dichiarazioni all’Ansa: “C’è fiducia sia nell’attuale allenatore del Monza, Marco Zaffaroni, che nel d.s. Filippo Antonelli. Entrambi stanno facendo benissimo e la futura proprietà non ha intavolato alcuna trattativa per questi due ruoli”.

Como iscritto alla Serie C? Resta ancora una speranza

Il Como sta provando in tutti i modi ad iscriversi al prossimo campionato di Serie C. I dirigenti hanno completato il cambiamento della ragione sociale del club che, diventato una srl ha abbandonato lo status dilettantistico ed è quindi pronta a giocare nel calcio professionistico.

como

A questo punto resta da sciogliere il nodo più rilevante: devono arrivare le fideiussioni necessarie per avere le necessarie garanzie economiche e richiedere così il ripescaggio nella categoria. C’è davvero tanta ansia in tutto l’ambiente, considerato che il termine ultimo per la presentazione delle domande di ripescaggio scade venerdì 27 luglio, alle ore 13.

Il Como è quinto nella graduatoria per i ripescaggi ed è quindi praticamente certo di essere ripescato visti i problemi di altre società (anche il Prato, che precede i lariani nella lista, dovrebbe alla fine rinunciare). E’ utile sottolineare che per il ripescaggio sono necessari 300mila euro a fondo perduto, 300mila euro per la fideiussione come garanzia per i tesserati, altri 350mila per un’ulteriore fideiussione e 60mila euro per l’iscrizione vera e propria. Insomma, un milione di euro tondo che andrà ovviamente a sommarsi ai costi di gestione che una società di terza serie deve affrontare.

Il club è fiducioso ma c’è apprensione: il Como riuscirà ad iscriversi in Serie C?

Pisa, Pazienza vuole la prova di maturità: “A Pontedera per capire chi siamo”

L’1-0 ottenuto la scorsa settimana contro il Livorno capolista, nel sentitissimo derby, ha caricato a mille l’ambiente: il Pisa ha riaperto i giochi nel Gruppo A di Serie C, accorciando a cinque (sebbene con una partita in più) le lunghezze di distanza dagli amaranto. L’euforia si respira ma va gestita nel modo migliore.

pisa pazienza

Sì, perché domenica i nerazzurri saranno di scena a Pontedera: i granata sono sì impelagati nel fondo della classifica ma hanno già regalato un dispiacere al Pisa, eliminandolo dalla Coppa Italia di Serie C e provocando, di fatto, l’esonero di Gautieri. E’ per questo motivo che il secondo derby di un trittico terribile (ci sarà poi da affrontare l’Arezzo) mette in guardia l’allenatore, Michele Pazienza: “Questa è la settimana più difficile, va gestita nel modo giusto.

L’ex centrocampista del Napoli è conscio, come sottolinea anche il d.s. Ferrara, che “in Serie C non si vince di fioretto, lo dimostra l’Alessandria. Tutti ci danno per favoriti ma ogni partita è una battaglia”. Pazienza si gode comunque il momento e il sostegno della tifoseria, con 1.500 pisani attesi nel paesino della loro provincia: “A Pontedera sapremo se quella col Livorno è stata una vittoria effimera o se c’è davvero stato il salto di qualità”.

Risultati Ottava Giornata Lega Pro Prima Divisione 2013 – 2014

savona_calcio

Nulla di nuovo sotto l’orizzonte della Prima Divisione della Lega Pro, o quasi: il Virtus Entella conserva la testa del Girone A di Prima Divisione di Lega Pro in virtù della vittoria di oggi, ottava giornata stagionale, in casa contro il Pavia. Si chiude con il risultato di 2-1, con gol di Rosso e Bracchi, più lo sfortunato autogol di Tomi. La novità riguarda invece la Cremonese, fermata malamente in trasferta dal Sudtirol per 3-1 e superata in classifica dal Pro Vercelli che invece ha calato il poker contro il San Marino.

Scontri a Lecce dopo la partita col Carpi, 10 feriti

scontri lecce carpi feriti

Fino al 90′, o per meglio dire al 95′ comprendendo anche il recupero, Lecce – Carpi di ieri sembrava una partita come un’altra. Nulla faceva presagire quello che sarebbe accaduto di lì a poco. Appena il signor Ghersini ha fischiato per tre volte ed ha mandato tutti negli spogliatoi, è accaduto quello che non vorremmo mai vedere né su un campo di calcio né fuori: la furia dei tifosi delusi si è abbattuta sulla società salentina.

Lecce – Carpi, pronta l’iniziativa “porta un amico allo stadio”

lecce carpi porta un amico allo stadio

Le società di Lecce e Carpi si sono accordate per avviare l’iniziativa “porta un amico allo stadio”. Con lo scopo di aumentare il pubblico negli stadi di Lega Pro che spesso purtroppo sono troppo pochi, le società hanno deciso di incrementare almeno per la finale dei play-offs gli spettatori paganti con questa nuova iniziativa. In pratica una persona munita di tessera del tifoso, oppure di Supporter Card o che ne faccia richiesta portando con sé anche un documento di identità potrà acquistare i biglietti anche per un’altra persona.

Salernitana, Lotito organizza un’amichevole contro il Sydney di Del Piero

salernitana lotito amichevole sydney del piero

La Salernitana vuole iniziare in grande la prossima stagione, quella che secondo i piani del suo presidente dovrebbe portare il club in Serie B. Per farlo vuol dare una grande scossa all’ambiente organizzando un’amichevole di lusso. Solo che stavolta non servono club di Serie A: il sogno si chiama Alessandro Del Piero. Il tramite è il suo attuale club, l’FC Sydney.

Cambio di allenatori per Alessandria e Viareggio

allenatori alessandria viareggio

Due esoneri aprono questa giornata in Lega Pro. A lasciare la panchina sono il tecnico dell’Alessandria Giovanni Cusatis, insieme al suo vice Didone, e quello del Viareggio Cuoghi. Due stagioni così così per entrambe le squadre non hanno soddisfatto i rispettivi presidenti che hanno deciso un cambio al vertice per dare una scossa all’ambiente.

Lega Pro risultati 26 maggio 2013

palloni lega proGiornata di andata dei play off e dei play out di Lega Pro Prima Divisione e Seconda Divisione.

Unica partita anticipata al sabato, quella tra Tritium-Portogruaro, spareggio retrocessione del gruppo A di Prima Divisione, e conclusa sull’1-1 che rimanda di fatto il verdetto alla sfida di ritorno.

Tutte in scena nel corso del pomeriggio di domenica 26 maggio 2013 le altre sfide. Risultati e marcatori:

Lega Pro classifiche marcatori 2012-2013

Trentaquattro le giornate giocate in Lega Pro Prima Divisione A, trentaquattro anche in Seconda Divisione A e B; trenta quelle messe in archivio nella Prima Divisione B.

Al vertice della classifica marcatori del girone A della Prima Divisione sale Mancosu del Trapani, con 15 centri seguono Alfredo Donnarumma (Como) e Abate (Trapani) con 14 acuti; a 13 Della Rocca del Carpi.

Prima Divisione B: in testa Evacuo (Nocerina) a 16 marcature con due reti di vantaggio su Castaldo (Avellino). Seguono a 12 Ciofani (Perugia), Fioretti (Catanzaro) e Galabinov (Gubbio).