Barletta, Schetter si presenta

di Redazione 0

E’ il primo acquisto del nuovo Barletta di Marco Cari. E non poteva esserci inizio migliore per una stagione che, si spera, possa vedere la squadra biancorossa tra le protagoniste del prossimo campionato. Antonio Schetter, mancino centrocampista napoletano, ha apppena firmato un contratto biennale con la società del presidente Tatò. Si sta godendo gli ultimi giorni di vacanza in Sardegna per poi buttarsi a capofitto nella sua nuova avventura biancorossa.

  • Allora, Antonio, quali sono le tue prime impressioni da calciatore del Barletta?

“Sicuramente positive. Appena ho incontrato i dirigenti del Barletta non ho avuto nessuna esitazione a sposare il progetto perché ho capito subito che le intenzioni della società sono davvero importanti”.

  • Qual è l’aspetto che ti ha maggiormente convinto a trasferirti in Puglia?

Senza dubbio l’entusiasmo dei dirigenti e, presumo, di tutta la tifoseria. C’è volontà di far bene, grande entusiasmo ed io sono pronto a dare il mio contributo”.

  • Il modulo di Marco Cari sembra essere disegnato per mettere in mostra le tue caratteristiche.

“E’ vero e penso che la scelta di prendermi sia dovuta proprio a questo. Ho visto il Barletta contro di noi della Cavese. In quelle due occasioni non ha giocato molto bene ma poi ho visto quello che ha fatto nella seconda parte del campionato ed è stata una delle squadre che ha giocato il miglior calcio della stagione”.

  • In un momento di svolta della tua carriera non puoi non pensare alla “tua” Cavese.

“Sette anni non si dimenticano e mi dispiace per la retrocessione che senza la penalizzazione avremmo potuto conquistare attraverso i play-out. Spero che almeno riescano a trovare il modo di ripartire dalla Seconda Divisione”.

  • A livello di calore e passione dei i tifosi Cava e Barletta hanno molto in comune.

“E’ vero ma credo che sia così un pò in tutto il Sud. Conosco l’entusiasmo dei tifosi del Barletta e posso dire che, anche se a volte questo calore può tramutarsi in contestazioni, preferisco giocare in piazze di questo genere invece di posti freddi e poco passionali”.

  • Per concludere cosa ti senti di promettere ai tuoi nuovi tifosi?

“Sono stato il primo acquisto e questo mi riempie anche di responsabilità. Sono pronto a mettere a disposizione del tecnico e della squadra le mie giocate e dare il mio contributo a far si che la prossima stagione sia importante per il Barletta. I programmi della società e della squadra sono anche i miei”.

  • Fonte: Ufficio Stampa SS Barletta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>