Diretta live Roma-Lazio semifinale Primavera 5 giugno 2012

di Samuel 1

 Semifinale campionato Primavera “Trofeo Giacinto Facchetti”
Stadio Barbetti, Gubbio
Roma-Lazio 1-3: 27′ pt Zampa (L), 45′ pt Viviani (R), 22′ st Emmanuel (L), 39′ st Rozzi (L)

I giallorossi di Alberto De Rossi sono chiamati a difendere il titolo di campioni d’Italia conquistato lo scorso anno dopo aver sconfitto in finale – erano serviti i tempi supplementari – il Varese per 3-2 e tra la Roma Primavera e la seconda finale consecutiva si frappone l’ostacolo forse più complicato, ovvero la Lazio Primavera di Alberto Bollini che ha staccato il tagliando delle final four dopo aver battuto il Torino per 2-1.

Gra complessa e avvincente allo stesso tempo perchè – a conti fatti – quello tra i giallorossi e i biancocelesti si tramuta di fatto nel derby capitolino più importante della stagione. Da segnalare che anche l’altra delle due semifinali è una stracittadina, quella tra Milan-Inter.

I dati oggettivi dicono che sia la Roma la squadra da battere: non solo perché Pigliacelli e compagni hanno da difendere lo scudetto cucito sul petto nella passata edizione ma anche per il fatto che proprio i giallorossi hanno mostrato – nell’arco della stagione – una continuità di rendimento che ha permesso loro di aggiudicarsi la Coppa Italia di categoria e di cedere le armi solo nella finale dell’ultimo Torneo di Viareggio (vinto dalla Juventus). Fosse giunta anche la vittoria del Viareggio, ci sarebbe stata l’occasione di concorrere per uno storico triplete.

I quarti di finale: la Roma è reduce dalla netta vittoria contro il Varese (4-0), sfida remake della finale 2010-2011, grazie alle reti di Matteo Ricci, Ciciretti, Nico Lopez e Frediani; Lazio coriacea contro il Toro anche grazie a uno straripante Emmanuel, autore della doppietta decisiva.

Si gioca allo stadio Pietro Barbetti di Gubbio, che è stata valida e degna cornice della fase conclusiva del campionato: fischio di inizio alle 21. La Roma recupera capitan Viviani, assente contro il Varese per rispondere alla chiamata della Nazionale Under 21 italiana (che ha pareggiato 2-2 contro l’Irlanda).

 Occhi puntati sui numerosi gioiellini di proprietà di entrambi i club: dagli estremi Pigliacelli e Berardi fino agli attaccanti Emmanuel e Tallio senza disdegnare uomini di fatica e sacrificio quali Orchi e Crescenzi, Viviani e Zampa. Le parole della vigilia dei due allenatori sono di reciproco rispetto.

Alberto De Rossi, che ha colto l’occasione per dare il benvenuto a mister Zdenek Zeman sulla panchina della prima squadra, tiene i suoi concentrati:

“I miei giocatori sanno che contro la Lazio giochiamo da sempre pensando che sia una partita secca per la delicatezza della partita, loro ci hanno dato sempre filo da torcere. Il 4-3-3 di Bollini tiene gli attaccanti molto alti. Loro corrono tanto verticalizzano subito il gioco ma la nostra è una grandissima squadra e abbiamo tutto per vincere”.

 Le dichiarazioni di Alberto Bollini:

“Ci godiamo l’approdo in semifinale visto che non era affatto un risultato scontato. Ci aspetta un derby ma, ancor di più, ci attende una Roma forte, tant’è che ha già raggiunto le due finali più importanti in questa stagione: non è un caso”.

Le due sfide in campionato sono finite con due pareggi. Arbitro dell’incontro Vincenzo Ripa, assistito da Fabrizio Tozzi e Fabrizio Ernetti.

Aggiornamenti live dal pomeriggio, diretta della partita dalle 20.30.

Le probabili formazioni di Roma-Lazio:

  • Roma (4-2-3-1): Pigliacelli; Sabelli, Orchi, Barba, Nego; Viviani, Verre; Politano, Ciciretti, Piscitella; Tallo. All. De Rossi.
  • Lazio (4-3-3): Berardi; Ilari, Crescenzi, Sbraga, Marin; Onazi, Zampa, Cataldi; Rozzi, Barreto, Emmanuel. All. Bollini.

Si diceva dei due pareggi messi in statistica nel corso del campionato: nel dettaglio le due gare sono terminate 3-3 a Formello e 1-1 a Trigoria.

Nel novero delle vittorie finali, il club più titolato è il Torino con otto scudetti, segue la Roma con sette: i giallorossi hanno di fatto l’opportunità di agganciare i piemontesi in vetta.

L’Inter è terza con sei tricolori, al quarto posto – con quattro scudetti ciascuno – Juventus e Lazio.

Ore 19.20. Si annuncia un Barbetti pieno, molti i sostenitori delle due squadre provenienti dalla Capitale. La nota che merita di essere riportata è che per Alberto De Rossi, in caso di vittoria, si tratterebbe della terza finale scudetto con la Roma.

Ore 19.26. La panchina della Roma dovrebbe essere la seguente: Proietti Gaffi, Romagnoli, Carboni, Ricci, Frediani, Nico Lopez, Leonardi. Nelle file della Lazio gli uomini a disposizione di Bollini dovrebbero essere Scarfagna, Vilkaitis, Marin, Serpieri, Cilfone, Vivacqua, Tira Catalin.

Ore 19.57. Poco più di un’ora al fischio di inizio della prima semifinale della Primavera Tim: si va verso la conferma delle indiscrezioni della vigilia rispetto alle formazioni. Ci si avvia alla gara con un atemperatura di 16 gradi centigradi, cielo sereno con poche nuvole.

Ore 20.09. Qualche elemento della rosa della Roma è già in mezzo al campo a fare riscaldamento.

Ore 20.12. In tribuna a Gubbio si vede il neo tecnico della prima squadra della Lazio, Vladimir Petkovic, che ha firmato con i biancocelesti un contratto biennale.

Ore 20.18. Di fronte, dicono le statistiche, la prima (Roma) e la seconda squadra (Lazio) del girone C del campionato:  in 26 gare giocate i giallorossi non hanno mai perso (22 vittorie e 4 pareggi) mentre la Lazio ha subito 2 sconfitte (19 vinte e 5 pareggi).

Ore 20.20. Il miglior marcatore dei biancocelesti è stato Barreto, cannoniere del girone con 19 reti. Nelle file della Roma il bomber di stagione è stato Tallo con 17 marcature all’attivo.

Ore 20.25. In campo proseguono le fasi di riscaldamento. Intanto va detto che due delle chiavi della sfida sono quelle legate alla manovra offensiva giallorossa e alla fase difensiva della Lazio: evidente la capacità della Roma di costruire palle gol – quello di De Rossi è il miglior attacco del girone con 95 reti fatte – e altrettanto significativa la qualità difensiva dei biancocelesti che vantano la miglior retroguardia del torneo con sole 20 reti incassate.

Ore 20.37. Le formazioni ufficiali di Roma-Lazio:

  • Roma (4-2-3-1): Pigliacelli; Sabelli, Orchi, Barba, Nego; Viviani, Verre; Politano, Ciciretti, Piscitella; Tallo. A disposizione: Proietti Gaffi, Romagnoli, Carboni, Ricci M., Cittadino, Nico Lopez, Leonardi. All. De Rossi.
  • Lazio (4-3-3): Berardi; Ilari, Crescenzi, Sbraga, Marin; Onazi, Zampa, Cataldi; Rozzi, Barreto, Emmanuel. A disposizione: Scarfagna, Salustri, Crecco, Serpieri, Cilfone, Vivacqua, Tira. All. Bollini.

Ore 20.50. Dieci minuti all’ingresso in campo delle due formazioni: confermati i moduli che caratterizzano da inizio stagione il gioco delle due squadre. Roma con i tre a fare da filtro tra mediana e l’unica punta Tallo, Lazio in tridente offensivo.

Ore 20.52. Al Barbetti sono attesi cinque mila spettatori, ovvero sold out. Lo stadio sta cominciando a riempirsi con il grosso del flusso in entrata proprio in questi minuti.

Ore 20.56. Si confermano condizioni meteo gradevoli, temperatura sui 16 gradi. Nelle fasi di riscaldamento le due squadre sono parse concentrate nell’eseguire gli esercizi del pre partita. Iniziano a sentirsi anche i primi cori. A colpo d’occhio tifoseria pendente verso i giallorossi.

Ore 20.58. In tribuna, di fianco a Petkovic, anche Igli Tare.

Ore 20.59. Le squadre stanno facendo il loro ingresso in campo. I due capitani: Viviani per la Roma, Berardi per la Lazio.

Ore 21.00. Saluti di rito, bei gesti tra i calciatori. Altrettanto emblematico il saluto e lo scambio di complimenti reciperoci tra De Rosssi e Bollini.

Ore 21.02. Abbraccio dei giallorossi in mezzo al campo, i calciatori della Lazio si lanciano in bocca al lupo a distanza.

  • 1′. Partiti. Calcio di inizio della Lazio che attacca da sinistra a destra.
  • 2′. Immediata accelerazione giallorossa, Tallo guadagna un angolo. Palla in area, spazza Onazi, Ciciretti prova a sfondare di nuovo ma incappa contro il muro difensivo biancoceleste.
  • 3′. Fraseggio della Roma in mediana, fallo di Marin su Sabelli a centrocampo. Il gialorosso accusa il colpo, poi si rialza.
  • 4′. Sugli sviluppi, nulla di fatto. Ripartenza laziale interrotta a centrocampo, scatta la Roma con Nego che costringe Berardi all’intervento in presa.
  • 5′. Le prime battute sono impostate dalla Roma che gestisce palla e prova a guadagnare metri di campo con fraseggi costanti, bene il centrocampo laziale in fase di contenimento.
  • 6′. La Lazio sta provando a far salire il baricentro, squadra per ora corta. La Roma pressa con incisività. Secondo corner per la Roma. Da Sabelli a Politano, aggancio sbagliato, riparte la Lazio.
  • 7′. Ottimo recupero di Viviani, riparte la Roma da sinistra a destra, Tello commette fallo.
  • 8′. Fraseggio articolato dei biancocelesti che stanno cercando di attivare i tre d’attacco: palla a Emmanuel, Barba spazza prima che Barreto possa intervenire.
  • 9′. Il faro del gioco laziale è Zampa che in mediana smista palloni: sfera a Barreto su cui viene commesso fallo. Corner corto per la Lazio dalla destra.
  • 10′. Marin mette in area giallorossa, la palla resta lì senza che nessun compagno riesca a intervenire, spazza la difesa giallorossa. Qualche protesta laziale per un presunto tocco di mano, l’arbitro lascia correre.
  • 11′. Punizione Lazio dai 30 metri, tira Zampa, la barriera allontana.
  • 12′. Contropiede Roma, da Ciciretti a Sabelli sulla destra, rimedia Zampa.
  • 13′. Fallo su Tallo all’altezza della tre quarti laziale, il calciatore è soccorso dai sanitari. La Lazio sta crescendo e inizia a prendere possesso della mediana, Roma vivace solo a sprazzi. Gara non decollata ma i ritmi sono alti.
  • 14′. Lazio in manovra, Cataldi ci prova ma non aggancia. Intanto, primo giallo della gara per Marin.
  • 15′. Occasione Lazio: gran palla verticale di Barreto per Cataldi che, da dentro l’area, si fa murare il tiro per due volte.
  • 17′. Immediata la replica giallorossa: azione di Tallo che sfonda sulla sinistra e serve Piscitella, da questi a Ciciretti che a due passi da Berardi si fa respingere il tiro.
  • 18′. Erroraccio di Piscitella: rigore in movimento, palla debole e centrale, Berardi c’è.
  • 19′. Ancora Roma: Tallo di potenza, Berardio alla terza parata decisiva a fila.
  • 20′. Ciciretti dal limite, ancora Berardi in presa sicura. Ora la Lazio sta soffrendo in maniera notevole, Roma padrona della metà campo avversaria. La mediana laziale pare in fase di black out. Tocca a Emmanuel far salire i compagni, conclusione dal limite, sfera out.
  • 22′. Errore di Orchi in disimpegno, Pigliacelli costretto a calciare in fallo laterale. Sugli sviluppi, tiro di Cataldi, palla out.
  • 23′. Botta al naso per Pigliacelli, gioco temporaneamente fermo.
  • 24′. Si riparte con la Roma in manovra sulla destra: Sabelli per Orchi, da questi a Barba che è costretto a indietreggiare per l’ottimo raddoppio di marcatura laziale.
  • 25′. Angolo Lazio: gran lavoro di Barreto sulla destra, Nego costretto al corner. Sugli sviluppi, nulla di fatto ma viene contestato dai laziali un tocco di mano di Tallo (sembrava rigore).
  • 26′. Occasionissima Lazio: Cataldi si invola sulla destra e serve al centro dell’area della Roma Barreto che viene anticipato al momento del tiro.
  • 27′. Problemi per Sabelli che prova a proseguire ma non sembra al meglio delle condizioni. Lazio in manovra sulla sinistra con Emmanuel che fa tutto bene tranne il passaggio, spazza la difesa giallorossa, palla a Zampa che si coordina e calcia dai 30 metri. Grande tiro, Lazio in vantaggio, nulla da fare per Pigliacelli.
  • 29′. E’ stato un gol da applausi, davvero bello per esecuzione e impreziosito dal coraggio del centrocampista di calciare da così lontano.
  • 30′. Reazione Roma: cross da destra per Ciciretti, palla sull’esterno della rete. Ancora occasionissima Lazio: azione manovrata, palla a Sbraga che dal limite dell’area e da posizione centrale non inquadra l’angolo alla sinistra di Pigliacelli per questione di centimetri.
  • 31′. La Roma ora fraseggia in mediana, Lazio abile in pressing. Adesso è partita davvero piacevole. Più manovriera la Roma, implacabile la Lazio che ha avuto a disposizione tre nitide palle gol.
  • 32′. Politano se ne va sull destra, palla in mezzo all’area laziale per Piscitella che perde l’attimo per il tiro.
  • 33′. Lazio in costruzione sulla destra con Emmanuel, sfera in mezzo,incomprensione tra due uomini di retroguardia giallorossa, palla angolo. Sugli sviluppi palla tra le braccia di Pigliacelli.
  • 34′. La Lazio è cresciuta in personalità, i biancocelesti stanno gestendo bene il vantaggio puntando decisi su azioni di contropiede. Roma in fraseggi costanti ma inefficaci.
  • 35′. Otttima iniziativa di Piscitelli che mette Nego nelle condizioni di calciare dal limite, palla alta di un paio di metri.
  • 36′. Pragmatismo Lazio: gli uomini di Bollini, quando c’è da spazzare, lo fanno senza troppi complimenti.
  • 37′. Tallo sfonda centralmente e serve Piscitella a sinistra, bravo Ilari a rifugiarsi in corner. Sugli sviluppi, palla a Berardi.
  • 38′. Difesa biancoceleste schierata ottimamente a quattro: Tallo fatica a trovare spazi, gli tocca spesso osare con iniziative personali che non portano alcun frutto.
  • 39′. Rozzi ci prova dai 35 metri, palla a lato.
  • 40′. Taglio in verticale di Barreto per Cataldi, si alza la bandierina del fuorigioco.
  • 41′. Roma sul pallone in mediana, controllo imperfetto di Piscitella che favorisce il recupero palla della Lazio.
  • 42′. Lungo fraseggio della Roma costretta a indietreggiare dal pressing della Lazio: in questi minuti la Roma è meno costante, buona parte del merito al lavoro di sacrificio della Lazio che si difende in dieci e riparte immediatamente.
  • 43′. Ammonito Rozzi. Punizione Roma da posizione defilata (da sinistra a destra): Viviani calcia in area ma la palla è lunga. Si riparte da Berardi.
  • 44′. Altra occasione per la Lazio: bruttissimo errore in are agiallorossa da parte della difesa della Roma, Emmanuel si fionda sul pallone e dai 15 metri spara altissimo.
  • 45′. Te minuti di recupero. Intanto crescenzi stende Verre ai 18 metri dalla porta di Berardi. Punizione Roma.
  • 45′. Gol Viviani: che dire, calcio di punizione magistrale a scavalcare la barriera. Pareggio Roma.
  • 46′. Lazio in avanti ma si attende di fatto la fine della prima frazione.
  • 47′. Palla ora in possesso della Roma che fraseggia in mediana per l’improvvisa verticalizzazione con Tello che serve Viviani, tiro dal limite, Berardi salva il pareggio con una deviazione determinante.
  • Fine primo tempo.
  • Risultato giusto perché va a premiare due modi differenti di intendere la gara che fin qui hanno mostrato efficacia. La Roma gestisce possesso e verticalizza sfondando per vie centrali e lasciando libero Piscitella di incidere con l’inventiva di cui è capace dai 20 metri in su; la Lazio ha grande reattività in fase di contropiede e riesce  a fare male – alternativamente -sfruttando le fasce. Non impeccabili, fin qui, le due difese, autrici di qualche svarione. Bene i due portieri, di Berardi le parate decisive.
  • Secondo tempo.
  • 1′. Palla ai giallorossi, nessun cambio. Prima azione della Roma sviluppata sulla sinistra (la Roma attacca ora da sinistra a destra) ma Piscitelli si allunga il pallone.
  • 2′. Onazi zoppica, infortunio casuale. Pare riuscire a proseguire.
  • 3′. Come accaduto nella prima frazione, migliore avvio della Roma, palla spesso sui piedi di Viviani che lancia Ciciretti, da questi a Politano: cross immediato, Berardi interviene in presa.
  • 4′. Botta di Viviani dai 30 metri, palla alta sopra la traversa.
  • 5′. Baricentro alto della Roma che continua a tenere la Lazio chiusa nella sua metà campo, altro tiro da fuori area di Viviani che non inquadra lo specchio della porta.
  • 6′. Primo affondo laziale: palla a Onazi dal limite destro, conclusione di potenza, il pallone si impenna ed esce di poco.
  • 7′. La Roma cerca Tallo che gioca al centro spalle alla porta, la Lazio recupera palla e riparte in velocità. Da Rozzi a Onazi, da questi a Cataldi che serve Zampa, conclusione imprecisa.
  • 8′. Roma in fraseggio lungo tutto l’arco del centrocampo, palla a Piscitella che trova un varco e prova dal limite, sfera out.
  • 9′. Ottima chiave di lettura del match, in queste prime battute, di Onazi: le azioni dei biancocelesti passano per i suoi piedi. Roma incapace di trovare spazi dai 20 metri in su. I giallorossi ci stanno provando con tiri dal limite.
  • 10′. Gioco fermo, Barba a terra in mediana.
  • 11′. Si riprende, Roma in possesso palla, sfondamento sulla sinistra di Piscitella che subisce il recupero di Ilari. Ancora Roma, punizione per fallo su Sabelli. Siamo in posizione centrale a circa 35 metri dalla porta di Berardi. Ciciretti prova il tiro, esito da dimenticare.
  • 12′. Ancora Ciciretti in manovra, tenta la conclusione dal limite, facile per Berardi.
  • 13′. Erroraccio di Nego nella sua metà campo, Pigliacelli costretto a uscire dalla porta per anticipare Barreto.
  • 14′. Rovesciata di Tallo dagli undici metri, il pallone si impenna.
  • 15′. Rispetto al primo tempo, c’è più accortezza in fase difensiva e le due sqaudre non sembrano intenzionate ad affrontarsi a viso aperto. Si cerca di non subire prima ancora che di impostare. E’ in ogni caso la Roma a fare la partita.
  • 16′. Buono il pressing laziale sui portatori palla della Roma che è costretta ad arretrare con frequenza.
  • 17′. Ammonito Sabelli per fallo tattico in mediana.
  • 18′. Tallo impeccabile in fase di copertura, va a prendersi un fallo nella propria metà campo. Sugli sviluppi, sfera a Piscitella sulla sinistra ma Ilari è ancora una volta puntuale in recupero. Fin qui, il difensore è uno di quelli che è piaciuto di più perché sta frenando e limitando le iniziative di Piscitelli.
  • 20′. Fraseggi in mediana, Roma sul pallone: Sabelli e Nego dialogano nel tentativo di smarcare Tallo ma la difesa della Lazio spazza.
  • 21′. Gioco fermo, Sbraga a terra.
  • 22′. Previsti i primi cambi: nelle file della Roma sembra giunto il turno di Nico Lopez.
  • 23′. Erroraccio della retroguardia della Roma, Emmanuel ne appprofitta e si invola verso Pigliacelli: ci prova una volta, murato, e una seconda, palla in gol.
  • 24′. E’ il momento di Nico Lopez, fuori Ciciretti.
  • 25′. Terza rete per Emmanuel nella fase finale, la Roma si trova ancora a inseguire. la Lazio si conferma squadra ostica per la Roma: in campionato due dei 4 pareggi dei giallorossi sono arrivati proprio contro i biancocelesti.
  • 26′. Ammonito Viviani, fallo tattico.
  • 27′. Gran palla di Viviani per Piscitella che costringe Berardi alla parata in tuffo ma era fuorigioco.
  • 28′. Contropiede Lazio, Barreto perde l’opprtunità per calciare, si decentra e poi si allunga il pallone.
  • 29′. Da Viviani a Verre che è in centro area ma liscia la sfera, palla in corner. Crossa Viviani, colpisce Orchi, palla alta sopra la traversa.
  • 30′. Confusa azione della Roma che perde palla al limite dell’area avversaria, ripartenza della Lazio con Rozzi che non riesce a servire Barreto che stava volando verso Pigliacelli. Intanto cambio Lazio: fuori Cataldi dentro Salustri.
  • 31′. Angolo Roma: da Politano a Orchi, palla messa ancora in corner. Piscitella mette in mezzo, la Roma lamenta veementemente per un tocco di mano di Barreto, l’arbitro sorvola (calciatore girato, palla sul braccio, poteva starci il rigore).
  • 32′. La Roma attacca in dieci, la Lazio si difende in dieci. Fin qui l’impostazione tattica dei biancocelesti è impeccabile.
  • 33′. Palo Roma: Lopez prova la conclusione a giro da destra a sinistra, montante pieno.
  • 34′. Ripartenza Lazio, palla a Emmanuel che conclude a lato. Gara ora nuovamente spettacolare. Capovolgimenti di fronte costanti, il contropiede della Lazio è da manuale.
  • 35′. Roma in manovra ma tuttti gli spazi si chiudono. Il fraseggio di Viviani e compagni è articolato ma inefficace.
  • 36′. A terra Emmanuel, si tocca la gamba destra. Intanto De Rossi sembra intenzionato a schierare Ricci.
  • 37′. Si riprende, palla ai laziali, Marin al tiro dal limite, Pigliacelli c’è.
  • 38′. Azione personale di Verre, conclusione dal limite, palla rasoterra e centrale, Berardi para. Cambio annunciato: entra Ricci per gli ultimi dieci minuti, fuori Politano.
  • 39′. Azione Roma: fraseggio atttraverso la mediana, palla verticale per Negò, tiro alto in diagonale. Ripartenza fulminesa della Lazio: contropiede impeccabile con Marin che serve Rozzi in area di rigore, palla sul palo e poi in rete. Gara virtualmente chiusa, Lazio sul 3-1.
  • 40′. Cambio Roma: entra Leonardi esce Sabelli.
  • 41′. La Roma si riversa in avanti, giallorossi imprecisi nell’ultimo tocco. Gara particolare per gli uomini di De Rossi che nonostante la mole di palloni fatti filtrare si trovano sotto di due reti.
  • 42′. Giallo a Berardi. Cambio Lazio: fuori Emmanuel dentro Crecco.
  • 43′. Errore della Roma in mediana, ripartenza Lazio, fuorigioco fischiato al neo entrato. Ammonito Barba in ritardo su Barreto.
  • 44′. Ancora Rozzi: approfitta di un buco della difesa della Roma e ci prova dai 15 metri, palla fuori di poco. Lezione di ripartenza degli uomini di Bollini.
  • 45′. Sei minuti di recupero.
  • 46′. Calcio piazzato Roma dai 20 metri, ci prova Viviani, palla sull’esterno della rete.
  • 47′. Il pressing alto della Lazio costringe la Roma a non sbilanciarsi ma i giallorossi stanno attaccando con nove uomini in area avversaria.
  • 48′. Scatenato Rozzi, recupera palla sulla tre quarti giallorossa e se ne va, Pigliacelli gli sradica palla dai piedi. Intervento pulito.
  • 49′. Cross di Piscitella da sinistra a destra, Berardi toglie il pallone dalla testa di Lopez. Corner: magistrale Berardi ancora su Lopez, intyervento da applausi dell’estremo biancoceleste.
  • 50′. La Roma chiude in attacco: Lopez si mangia un gol a due passi da Berardi, diagonale troppo angolato. Ancora duello Lopez-Berardi: che bravo il portiere della Lazio, sta prendendo tutto quel che c’è da prendere.
  • 51′. Crecco a tu per tu con Pigliacelli che para il tiro. Appena dopo, il triplice fischio. Lazio in finale di Primavera Tim 2011-2012. Affronterà la vincente del match tra Milan-Inter in programma mercoledì 6 giugno 2012 alle ore 21.
  • Viene da confermare quanto detto alla fine della prima frazione: due modi diversi di intendere calcio. Il possesso della Roma contro il contropiede della Lazio: ne è uscita una gara piacevolissima e intensa con occasioni da rete da una parte e dall’altra. Ha vinto chi le ha sfruttate e lo ha fatto con merito nonostante la qualità della manovra della Roma sia sembrata superiore.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>