Gubbio inarrestabile: Spezia battuto

di Redazione 0

GUBBIO-SPEZIA 2-1

Marcatori: 7°pt Borghese (G), 2°st Bianchi; 22°st rig. Gomez

GUBBIO (4-3-3): Lamanna; Bartolucci, Borghese, Briganti, Farina (45°st Capogrosso); Sandreani, Boisfer, Raggio Garibaldi; Donnarumma (13°st Suciu), Gomez, Galano (27°st Caracciolo). A disp. Farabbi, Gaggiotti, Caracciolo, Montefusco, De Rosa. All. Mengoni

SPEZIA (4-3-1-2): Fiorillo; Bianchi, Comazzi, Buscaroli, Pedrelli; Buzzegoli, Casoli, Herzan, Vannucchi (30°st Musto); Cesarini (18°st Lazzaro), Colombo. A disp. Conti, Ciaramitaro, Enow, Lollo, Boldrini. All. Pane.

Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi
Ammoniti: Buscaroli, Colombo, Bianchi, Comazzi (S), Bartolucci, Caracciolo (G)
Spettatori: 1763 spettatori
Espulso: 22°st Buscaroli

GUBBIO – Per lo Spezia ultima chiamata per risalire la classifica, per il Gubbio una vittoria da conquistare dopo il kappaò di sette giorni fa e il punto di penalizzazione.

La partenza dei padroni di casa è però arrembante: al 4′ Fiorillo deve alzare sulla traversa un colpo di testa in mischia di Borghese.
La diga verticale composta da Raggio Garibaldi e Gomez fa subito la differenza e dopo appena 7′ sono i padroni di casa a passare: punizione di Sandreani dalla sinistra, colpo di testa autoritario di Borghese, Fiorillo si allunga ma può solo sfiorare. E’ l’1-0.
La reazione spezzina è in una conclusione dal limite di Cesarini su assist di Colombo. Al 20° Vannucchi prova ad inventare: punizione dalla destra, tutti, compreso il portiere, si aspettano il cross al centro e invece lui disegna una parabola diretta all’angolino costringendo proprio Lamanna ad un notevole colpo di reni che toglie la palla dal sacco.
Nella ripresa occorre un altro Spezia per raddrizzare la partita. Detto, fatto: al 2′ Buzzegoli mette al centro una punizione, palla respinta, Casoli rigira verso la porta, palla che rimbalza e girata di Bianchi che in qualche modo va ad insaccarsi. E’ l’1-1, che raggela il “Pietro Barbetti”. Al 18′ però Gomez approffita di una mancata punizione a favore dello Spezia e si invola sull’out, alza la testa e serve Raggio Garibaldi: tiro a colpo sicuro, palo. E’ il preludio al gol: al 22′ l’arbitro fischia un rigore per un fallo di Buscaroli su Borghese, ancora una volta salito nell’area spezzina. Penalty e seconda ammonizione (discutibilissima), e Gomez che dagli undici metri non sbaglia. Ultimo quarto d’ora per uno Spezia in dieci uomini che perde anche Vannucchi azzoppato senza nemmeno che l’arbitro fischi fallo. La capolista Gubbio approfitta dello scivolone del Sorrento e vola a più cinque sui campani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>