Gubbio, ci pensa Galano a stendere la Cremonese

di Redazione 0

GUBBIO – CREMONESE          1-0

Gubbio (4-3-3): Lamanna, Bartolucci, Farina, Boisfer, Borghese, Briganti, Galano (72′ Capogrosso), Sandreani, Gomez (49′ Caracciolo), Raggio Garibaldi, Donnarumma (79′ Bazzoffia). A disp: Farabbi, Gaggiotti, Nazzani, Testardi. All. Mengoni.

Cremonese (4-2-3-1): Bianchi G., Bianchi A., Sales, Stefani, Tacchinardi (57′ Bacher), Cremonesi, Miramontes, Sambugaro, Colacone (64′ Coda), Nizzetto (26′ Vitofrancesco), Musetti. A disp: Galli, Pradolin, Zerouri, Favalli. All. Acori.

Rete: 58′ Galano (G).

Arbitro: Barbiero di Vicenza. Note: espulso Briganti (G) al 93′. Ammoniti: Briganti (G); Sales, Stefani, Miramontes e Bacher (C). Spettatori: 2000 circa.

Chapeau al Gubbio. La squadra di Torrente (squalificato oggi, è andato in panchina il vice Mengoni) chiude un anno fantastico, condito dalla promozione in I Divisione dopo la vittoria dei play-off a San Marino e adesso è arrivato anche il primato nella vecchia C1, con vista diretta sulla serie B. Per la Cremonese 18 giornate non proprio esaltanti. La formazione di Acori chiude il 2010 con una temperatura siberiale: -16 dalla vetta.

La cronaca – Parte bene il Gubbio: al 4′ Donnarumma chiama al primo intervento Bianchi. Replica affidata al 15′ a Miramontes che pennella per Musetti il cui diagonale sfiora il palo. Al 18′ primo legno per il Gubbio: bel triangolo tra Donnarumma e Gomez, l’argentino batte forte di sinistro ma trova la traversa.

Nella ripresa Gubbio in attacco, la Cremonese agisce di rimessa. Dopo 6′ ancora lavoro per Bianchi che blocca in due tempi la punizione velenosa di Sandreani. Al 55′ Galano serve in area Donnarumma, rasoterra insidioso che sfiora il palo. Il gol è nell’aria e arriva dopo due minuti: capitan Sandreani dialoga con Raggio Garibaldi e poi lancia nel corridoio un pallone invitante per Galano, che scatta evitando l’off side e di sinistro fulmina Bianchi. La Cremonese prova a reagire, ha due ottime occasioni con Miramontes prima (tiro di poco fuori) e Musetti poi, ma Lamanna non si fa sorprendere.

Il Gubbio vince con merito, pur contro una Cremonese che ha fatto il suo. La squadra di Torrente conferma che la difesa è il miglior attacco: un solo gol subito nelle ultime sette gare. E i punti di vantaggio sul Sorrento continuano ad essere 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>