Juve Stabia campione d’Italia: riviviamo il match

di Samuel 0

 Castellammare di Stabia. Festa doveva essere e festa è stata. In un Menti gremito come non mai nel corso degli ultimi anni, le vespe di mister Braglia battono il Carpi e alzano al cielo il trofeo tricolore. Con la conquista della Coppa Italia di Lega Pro ( 39^ edizione ), la compagine stabiese, dei Presidenti Manniello e Giglio, scrive un’importante pagina nella centenaria storia dei colori gialloblù. La Juve Stabia, pur potendo contare sulla netta vittoria conquistata all’andata quando s’impose con un perentorio 3 a 1, parte subito determinata ed al 6’ con Tarantino, su punizione dal limite, sfiora il palo alla destra di Mandrelli. Un minuto dopo ci prova Mezavilla ad impensierire l’estremo difensore ospite, con una conclusione dal limite con la sfera che termina di poco sul fondo. Al 12’ le vespe passano in vantaggio: Tarantino dalla destra mette al centro per Mezavilla che, sfruttando anche un’indecisione del difensore Dascoli, deposita la sfera alle spalle di Mandrilli. E’ l’inizio della festa che durerà fino a tarda nottata. Al 22’ Corona serve Albadoro che, dal limite, scaglia un fendente con la palla che viene miracolosamente deviata in corner dal portiere del Carpi. Al 30’ le vespe vanno vicino al raddoppio con Albadoro che, servito da Dicuonzo, in sforbiciata manda la palla di un soffio sopra la traversa, tra gli applausi del pubblico. Al 40’ il Carpi abbozza la prima azione degna di cronaca con De Souza che, dalla distanza, tenta il tiro ma la palla termina alta sopra l’incrocio dei pali. Nella ripresa al 5’ Pezzella va via sulla sinistra e mette al centro per l’accorrente Mezavilla la cui conclusione finisce fuori. Al ’10 Raimondi ci prova con un destro dal limite senza esito. Al 39’ il neo entrato Mbakogu di testa, servito da Dianda, colpisce il palo. Dopo 2’ minuti di recupero, il signor Irrati decreta la fine dell’incontro. Al triplice fischio inizia la cerimonia di premiazione che si conclude con il giro di campo con la Coppa alzata dai calciatori stabiesi. Domenica prossima le vespe saranno chiamate ad un altro difficile impegno di campionato, nel derby contro la Cavese che si disputerà al Simonetta Lamberti di Cava dei Tirreni.

  • JUVE STABIA – CARPI 1-0 (andata 3-1)
  • Juve Stabia (3-4-3): Fumagalli; Dicuonzo, Molinari, Scognamiglio; Dianda, Danucci, Mezavilla, Pezzella (11’ st Rizza ); Tarantino, Corona, (18’ st Mbakogu), Albadoro (1’ st Raimondi ) A disp. Vono, Pitarresi, Davì, Valtulina. All. P. Braglia
  • Carpi (4-4-2): Mandrelli; Vinci (33’ st Rosa Santos), Poli, Dascoli, Caselli; Ferrarini (16’ st Formato), Guilouzi, Bigoni , De Souza; Cicino, Martinelli (28’ st Gabrielli). A disp. Bastianoni, Marchetti, Costa, Pisano. All. S. Sottil
  • Arbitro: signor Massimiliano Irrati di Pistoia coadiuvato dai signori Carlo Ridolfi di Ancona e dal signor Vincenzo Ostuni di Potenza
  • Marcatore: 12’ Mezavilla (JS)
  • Note: Ammoniti: 20’st Dicuonzo (JS); 36’pt Caselli, 20’st Cicino ( C ) Terreno in erba artificiale, temperatura mite. Spettatori paganti nr.3.374 per un incasso complessivo di euro 42.842,00. Presenti in Tribuna l’intero Organo direttivo della Lega Pro col Presidente Macalli ed i vice Lombardo e Pitrolo. Angoli : 9 -4 , recupero 1’1t 2’st

Fonto: Ufficio stampa Ss Juve Stabia (La foto è l’home page realizzata dal sito ufficiale della squadra stabiese)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>