Siracusa show, il Piacenza crolla al “De Simone”

di Samuel 0

 SIRACUSA – PIACENZA 3-0

  • SIRACUSA: P. Baiocco, Lucenti, Capocchiano, D. Baiocco (k), Fernandez, Moi, Longoni (36’st Bongiovanni), Spinelli, Fofana (15’st Zizzari), Mancosu (25’st L. Calabrese), Pepe; A disposizione: Fornoni, Ignoffo, Strigari, Pippa; Allenatore: Andrea Sottil
  • PIACENZA: Cassano, Avogadri, Visconti, Parola, Bertoncini, Melucci, Foglia (23’st Dragoni), Pani (33’pt Palermo), Guerra, Guzman (k), Lisi (5’st Volpe); A disposizione: Stocchi, De Matteo, Esposito, Ferrante; Allenatore: Francesco Monaco
  • Arbitro: Sig. Vincenzo Ripa (Nocera Inferiore); Assistente1: Francesco Meschi (Lecco); Assistente2:Giuseppe Borzomì (Torino).
  • Marcatori: 33’pt Fofana (S); 13’st – 18’st Longoni (S)
  • Note: giornata soleggiata. Prima del fischio d’inizio un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’alluvione che ha colpito la Liguria il Piemonte e la Campania.
  • Spettatori: 2.200 per un incasso di 14.900 (compresa quota abbonati). Ammoniti: Moi (S); Guerra (P); Avogadri (P); Fernandez (S); Lucenti (S). Espulso: 33’st Mister Sottil (S). Corner: 5-5.

Peccato per quei tre punti di penalizzazione. Pur nella giornata di festa (il Siracusa gioca bene, diverte e vince), c’è un po’ di recriminazione in casa siciliana, perché senza il -3, la squadra di Sottil sarebbe in vetta al campionato da sola.

Facciamo però un piccolo passettino indietro e con l’ausilio del sito ufficilae www.ussiracusa.it, andiamo a rivivere le emozioni del match del “De Simone” tra Siracusa e Piacenza.

Cinquantacinque anni dopo la storia si ripete. Il Siracusa batte il Piacenza con un netto 3-0 e soprattutto con una bella prestazione. Prima di oggi, l’ultimo incontro tra Siracusa e Piacenza, risaliva al campionato 1955/56, quando al “Vittorio Emanuele” vinsero proprio gli azzurri. Da quella data nessun incontro prima di quello di oggi.

Apre il francese Fofana, raddoppia e mette in cassaforte Lucas Longoni protagonista della giornata. Bene, molto bene, tutta la squadra. Il Siracusa oggi non ha sbagliato nulla: dall’interpretazione, all’organizzazione tattica alla concretezza. Una gara in cui il risultato mette in evidenza la perfetta prestazione di Baiocco e compagni.

Il Siracusa di Sottil è arrivato all’incontro di questo pomeriggio carico e motivato dopo una settimana di intensi allenamenti. La vittoria di Bassano ha ridato consapevolezza nei propri mezzi. Giordano, Montalto, Verachi e Fabio Calabrese, tutti out per infortunio. Il 4-2-3-1 anti Piacenza di Sottil ha visto scendere in campo: Paolo Baiocco, quindi difesa a quattro con Lucenti e Capocchiano esterni e Moi e Fernandez centrali. Davanti la linea difensiva Spinelli e Baiocco, più avanzati Longoni, Mancosu e Pepe a sostegno di Fofana unica punta. Prima dell’avvio del match si è osservato un minuti di silenzio per le vittime delle regioni colpite, in questi giorni, dalle alluvioni.

Il primo tocco al pallone è del Siracusa, così come la prima azione offensiva di Mancosu per Fofana. Le due squadre si affrontano a viso aperto e senza paura. Meglio il Siracusa per possesso palla nei primissimi minuti. Al 7’ è Longoni, con un tiro dal limite dell’area a provare la conclusione. Il suo tiro finisce fuori.

Bellissima occasione del Siracusa al 10’ con Fofana che spizzica di testa un cross di Pepe. Molto abile l’attaccante francese a colpire di testa ma sfortunato. Ancora Longoni protagonista al 15’ su suggerimento di Pepe. Il calciatore argentino da buona posizione riesce a colpire la sfera ma la stessa termina all’esterno della rete.

Azzurri padroni del campo. Buoni movimenti e buona comunicazione. Al 19’ Pepe lascia partire dal un bel destro che termina però alto sulla traversa. Al 33’ il Piacenza è costretto alla prima sostituzione. Fuori Pani, che ha avuto la peggio in uno scontro con Longoni, per Palermo. Al 33’ sul primo corner il Siracusa si rende pericoloso con Fofana che di testa colpisce, palla alta. Il goal arriva un minuto più tardi proprio con l’attaccante francese che in profondità su cross di Mancosu insacca alle spalle di Cassano. Bella l’azione del goal iniziata con Longoni. Il Piacenza subisce il gioco in velocità del Siracusa. Al 36’ Mancosu delizia gli spettatori con una rovesciata che Cassano si vede sorvolare sopra la testa. Il primo tempo termina dopo due minuti di recupero col Siracusa sempre proiettato in avanti.

In campo per i secondi quarantacinque minuti in campo le stesse formazioni del primo tempo. Trascorrono appena 5’ ed il Piacenza effettua la seconda sostituzione: fuori Lisi per Volpe.

Gli uomini di Monaco giocano con ritmi più alti e con maggiore convinzione. All’ 8 è Guzman che crossa in area, trova Fernandez che allontana di testa. Spettacolare raddoppio del Siracusa con Lucas Longoni che realizza un goal da cineteca. Al 12’ l’attaccante, dopo aver saltato in netta velocità Avogadri e Bertoncini, lascia partire un destro preciso che s’insacca alle spalle dell’incolpevole Cassano. Al goal di Longoni esplode di gioia il “De Simone”. Al 15’ prima sostituzione per il Siracusa dentro Zizzari al posto di Fofana autore del primo goal azzurro. Il tris del Siracusa arriva a ritmo di valzer. Ancora Longoni in rete su suggerimento di Pepe. Cassano nulla può che guardare il tiro di Longoni entrare, ancora una volta in rete.

Il Piacenza prova a rispondere al pressing azzurro con Melucci che ci prova su punizione di Guzman. Paolo Baiocco però para d’istinto e manda in corner. Terza ed ultima sostituzione per il Piacenza, fuori Foglia per Dragoni al 24’. Sul quinto angolo per il Piacenza grande intervento di Paolo Baiocco su Guzman. Per il Siracusa la seconda sostituzione coincide con l’ingresso in campo di Gigi Calabrese al posto di Mancosu. Al 32’ il Siracusa reclama un calcio di rigore per atterramento in area di Zizzari. Al 33’ l’arbitro allontana dalla panchina mister Sottil per presunte proteste in occasione del fallo su Zizzari. Al 36’ mister Coppola, secondo di Sottil, richiama in panchina lo strepitoso Longoni per Bongiovanni. In piedi il pubblico del “De Simone” per applaudire Longoni che ricambia gli applausi. Al 41’ ancora un occasione per il Siracusa con Bongiovanni che crossa in area per Zizzari che non riesce a colpire di testa.

  • Fonte: Ufficio Stampa Us Siracusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>