Lanciano super al “Biondi”: Latina ko

di Samuel 0

 VIRTUS LANCIANO – LATINA 2-1

  • VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità; Aquilanti (45’st Piccioni), Massoni, Amenta, Mammarella; Capece (34’st Marfisi), Volpe, D’Aversa; Titone (25’st Turchi), Chiricò (45′ st Improta), Pavoletti. A disp.: Amabile, Di Filippo, Vastola. All.: Gautieri
  • LATINA (4-3-2-1): Costantino; Gasperini, Cafiero, Farina, Maggiolini; Tortolano (35’st Carta), Fossati (39′ st Tortori), Matute; Giannusa, Ancora (18’st Merito); Jefferson Andrade Siqueira. A disp.: Martinuzzi, Toscano, Pagliaroli, Bernardo. All.: Ghirotto.
  • Arbitro: Sacchi di Macerata (Miceli di Prato – Camillucci di Macerata)
  • Marcatori: 12′ Pavoletti (VL), 28′ Jefferson (LA) 37′ Volpe (VL).
  • Ammoniti: Maggiolini (LA) Tortolano (LA) Gasperini (LA), Massoni (VL), Pavoletti (VL), Chiricò(VL), Aquilanti (VL).

Vittoria per la Virtus Lanciano, che si tiene così saldamente legata al lungo treno playoff nel girone B di Prima Divisione, e torna a -2 dalla vetta in mano al Sudtirol. Contro il Latina non è stato facile, ma la squadra di Gautieri ha messo in campo una grinta e una voglia di vincere davvero importanti.

Brutto tempo al “Biondi”, con un terreno di gioco che sembra una piscina: campo ai limiti della praticabilità, eppur si gioca. Il terreno condiziona anche la partita, caratterizzata non da fasi brillantissime.

E così proprio il campo inzuppato dà una mano a Pavoletti in occasione del gol del vantaggio al 12′: spiovente da destra, palla sui piedi dell’attaccante e gol dello “Sparviero”. Dopo pochi minuti la palla del raddoppio capita sui piedi di Titone, che però sciupa malamente. La Virtus sembra (e lo è) padrona del campo, però il Latina al primo tiro in porta trova anche il gol: incursione di Jefferson che, di forza, penetra nella difesa rossonera e calcia in porta trafiggendo Aridità che, in quest’occasione, è stato tutt’altro che impeccabile.

La seconda frazione di gioco si apre con qualche timido raggio di sole che migliora le condizioni del terreno di gioco. Al 15′ gol del Lanciano: Massoni segna di testa ma l’arbitro Sacchi non convalida la rete per un quanto meno dubbio fuorigioco segnalatogli dall’assistente di linea. La Virtus, però, pare accusare il colpo del gol annullato e non riesce a creare altre palle-gol degne di nota. Nel quarto d’ora finale i frentani ci provano con maggiore intensità e vengono premiati al trentasettesimo con una perla dalla distanza di Volpe che fa lettaralmente impazzire di gioia il “Biondi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>