Cessione Piacenza asta deserta, verso la fine della storia

di Samuel 0

 Ancora un’asta deserta: nessuna offerta nemmeno nel corso della terza chiamata e a questo punto il Piacenza F.C. 1919 è in procinto di salutare il calcio professionistico. Sul tavolo – nel corso dell’appuntamento di venerdì 15 giugno 2012 – c’è solo un’offerta per la salvaguardia del nome e del marchio del club presentata dal comitato “Salvapiace”.

Il procuratore fallimentare, Franco Spezia, non si dà tuttavia per vinto e pare volersi aggrappare all’ultimo barlume di speranza:

“Visto che l’esercizio provvisorio scadrà lunedì prossimo qualcuno potrebbe ancora farsi avanti. È evidente, però, che le condizioni non cambiano: è poco probabile che chi ha rinunciato finora decida di esporsi in extremis”.

Per rilevare il Piacenza, fra base d’asta e debito sportivo, servono circa 500mila euro: il club giocherebbe il prossimo campionato di Lega pro Seconda Divisione ma rischia 19 punti di penalizzazione dopo la richiesta formulata dal procuratore federale Stefano Palazzi per il calcioscommesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>