Cessione Piacenza seconda asta deserta, c’è la terza?

di Samuel 0

 Cessione Piacenza, deserta anche la seconda asta: a fallimento in corso – dallo scorso marzo – è scaduto alle 12.30 di giovedì 7 giugno 2012 il termine per la presentazione delle offerte relative all’acquisto del club ma il bando è andato a vuoto.

Nonostante ciò, il curatore fallimentare Franco Spezia pare non volersi arrendere neppure di fronte all’evidenza e sarebbe deciso a chiedere al Tribunale la possibilità di proporre ad eventuali interessati una terza occasione, a condizioni ancor più favorevoli (tra base e debito sportivo, oggi sarebbero bastati circa 500mila euro).

La società emiliana ha potuto terminare il campionato, culminato con la retrocessione dalla prima divisione, grazie all’esercizio provvisorio.

Sul futuro del club pesa la richiesta di 19 punti di penalizzazione formulata dal procuratore federale Stefano Palazzi nell’ambito della vicenda scommesse. L’inizio della fine cominciò due stagioni fa in serie B con l’arrivo di Carlo Gervasoni.

Sono numerosi infatti i calciatori ex biancorossi coinvolti dalle indagini della procura di Cremona. Davanti alla commissione disciplinare, Spezia ha chiesto l’inammissibiltà della punizione a carico del Piacenza, visto che oggi la società non è più la stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>