Incredibile Barletta, 2-1 a Benevento

di Samuel 0

 BENEVENTO-BARLETTA 1-2

  • MARCATORI 16′ pt Innocenti (BA), 19′ pt Clemente (BE), 47′ pt Innocenti (BA)
  • BENEVENTO Paoloni, Formiconi (dal 20′ s.t. Pintori), Palermo, Grauso, Siniscalchi, Signorini, La Camera (dal 35′ s.t. Zito), Vacca, Bueno (dal 6′ p.t. Evacuo), Clemente, Mounard. (Corradino, Landaida, Pacciardi, D’Anna). All. Galderisi
  • BARLETTA Gabrieli, Galeoto, Frezza, Guerri, Ischia, Lucioni, Simoncelli, Rajcic, Innocenti, Cerone (dal 27′ s.t. Agnelli), Bellomo (dal 36′ s.t. Masiero). (Tesoniero, D’Allocco, Lorusso, Maino, Margiotta). All.Cari
  • ARBITRO Aureliano di Bologna

Nel calcio, forse, la partita perfetta non esiste. Quella disputata dal Barletta al “Ciro Vigorito” di Benevento ha davvero rasentato, specie nel primo tempo, la perfezione. Bellissima e soprattutto importantissima la vittoria in Campania che pone la squadra di Cari in una più comoda posizione di classifica e che riallontana i fantasmi che si erano fatti nuovamente vedere sul cielo biancorosso.

Splendida la prima parte della gara dei biancorossi con un unico difetto: non aver concretizzato le numerose palle-gol capitate sui piedi degli avanti dei ragazzi di Cari.

Superba in difesa con un Gabrieli attento e un Lucioni da categoria superiore. Qualità a centrocampo con Guerri mastino indomabile e un sontuoso Rajcic, il migliore in campo tra i giocatori in campo delle due squadre. In attacco, poi la freschezza e la dinamicità di Cerone, Simoncelli e Bellomo hanno disorientato la difesa sannita e poi la classe del “cecchino” Innocenti ha fatto la differenza nel risultato.

Sin dall’avvio si capisce subito che la gara non finirà 0 a 0. Il Benevento spinge ma il Barletta ribatte e mette paura ai campani con le sue ripartenze.

Al 16′ Innocenti raccoglie di testa uno spiovente da destra e insacca. Due minuti dopo, però, il Benevento pareggia. Palla che sembra innocua in area. Lucioni calcola male la traiettoria che mette in difficoltà Frezza, Clemente ne approfitta e batte Gabrieli.

Tutti ora aspettano il Benevento che sulla scia della rete del pareggio potrebbe chiudere il Barletta nella propria area ed invece la squadra di Cari assorbe in fretta il colpo dell’1 a 1 e riparte.

Al 31′ e al 34′ Innocenti ha due occasioni per riportare i suoi in vantaggio. Nel primo tentativo è bravo Paoloni, nel secondo è sfortunato perchè la palla esce di poco a lato. Ma il “bomber” di Alfonsine si rifà in zona recupero chiudendo con successo un’azione stile Barcellona. Sull’asse Cerone-Bellomo la palla d’oro è per Innocenti che da due passi non può sbagliare.

La ripresa si riapre così come si era chiuso il primo tempo, cioè con un Barletta in attacco e un Benevento frastornato. Al 1′ incredibile l’occasione sciupata da Cerone mentre 2′ più tardi lo stesso centrocampista di Guidonia si esibisce in un’acrobatica rovesciata che se avesse trafitto Paoloni i tifosi biancorossi, splendidi e numerosi sugli spalti, avrebbero potuto lasciare lo stadio per “manifesta inferiorità” dell’avversario.

A questo punto, però, i locali ci mettono almeno il cuore e cominciano a pressare un Barletta che con il passare dei minuti diventa sempre più stanco. Gabrieli deve compiere solo un’uscita importante poi tanti cross pieni di veleno ma che risultano innocui.

Poi il fischio finale dell’ottimo Aureliano e la squadra che giustamente va a raccogliere gli applausi della folla biancorossa.

Qualcuno la potrebbe definire la vittoria della svolta, per noi sono tre punti importanti che non devono avere un effetto troppo rilassante per squadra e ambiente. Domenica, in casa contro il Foligno, il Barletta avrà a sua disposizione una specie di match-point che non bisogna assolutamente fallire.

Fonte: Ufficio Stampa Barletta Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>