Nocerina, zero sconti al Pisa e +7 in classifica

di Samuel 0

NOCERINA – PISA 3-2

NOCERINA (3-4-3): Gori; Di Maio, De Franco, Nigro; Bolzan (1‘s.t. Cavallaro), Bruno, De Liguori, Scalise (1.s.t. Sardo); Catania, Castaldo, Negro (27‘s.t. Pomante). A disp.: Amabile, Galizia, Pepe, Servi. All. Cassia

PISA (4-3-1-2): Lanni; Ton, Audel, Gimmeli, Favasulli; Tabbiani (36’ s.t. Ilari), Passiglia, Obodo; Cerone (12‘s.t. Bizzotto); Miani, Mosciaro (15‘s.t. Perez). A disp.: Pugliesi, Cossu, Reccolani, Scampini. All. Semplici

Arbitro: sig. Albertini di Ascoli (Volpe-Orsini)

Ammoniti: Favasulli (P), Nigro (N)

Espulsi:

Marcatori: 6‘p.t. Negro (N), 25‘p.t. Passiglia (P), 37’p.t. Miani (P). 2‘s.t. Catania (N), 21’ Castaldo (N)

Note: giornata fredda con cielo coperto. Giornata rossonera. Spettatori 6000 (150 cc ospiti). Calci d’angolo 3-2. Recuperi 1‘p.t. e 4‘s.t.

Che 2010 con la Nocerina. I molossi battono il Pisa con una grandissima prestazione in rimonta e conservano il +7 su Atletico Roma e Benevento. Spettacolo, gol, emozioni e tifosi di casa in festa fino a tarda serata. E’ questo il riassunto di Nocerina Pisa, gara che ha visto i campani inseguire i toscani, recuperarli e al 26’ del secondo tempo piazzare la zampata decisiva che vale i tre punti.

La cronaca – Passano in vantaggio i campani con Negro (nella foto) poi break del Pisa che pareggia con Passiglia e passa in vantaggio con Miani. Sembra una domenica storta per i molossi, che a fine primo tempo si ritrovano con il Benevento a meno quattro. Negli spogliatoi scossone di Auteri, e nella ripresa i rossoneri sono indiavolati. Bastano centoventi secondi a Catania per pareggiare, a bomber Castaldo altri diciannove per ribaltare la partita. La capolista se ne va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>