Pisa, un derby da cineteca

di Samuel Commenta

PISA – LUCCHESE               2-0

  • Pisa (4-4-2): Pugliesi; Calori, Raimondi, Anselmi, Gimmelli; Ilari(18 2 Fanucchi), Passiglia (45 2st. Sereni), Reccolani, Favasuli, Guidone, Carparelli (30 2st. Mosciaro).  A disp.: Lanni, Stendardo, Amoroso, Ferreira de Oliveira, Mosciaro. All.: Pagliari
  • Lucchese(4-3-1-2): Pennesi; Baldanzeddu, Bova, Bertoli, Pezzi;  Pani, Carloto, Piccinni (24 2st. Hemmy); Grassi (30 2st. Galli); Taddeucci, Crocetti. A disp.: Pardini,Bartoccini, Del Nero, Ettorre, Marchetti. All.: Indiani
  • Arbitro: sig. Coccia di San Benedetto del Tronto
  • Marcatori: 35′ Ilari, 27′ st Fanucchi
  • Ammoniti: Crocetti (L), Reccolani e Mosciaro (P)

Il derby perfetto. Con un gol per tempo il Pisa si aggiudica l’edizione 2011 del derby del Foro e, grazie al secondo successo consecutivo, inizia a ritrovare posizioni confortanti nell’ottica di una corsa verso la salvezza ancora tutta da vivere.

I nerazzurri di mister Dino Pagliari hanno saputo capitalizzare al meglio la sosta di campionato: perfetta infatti la preparazione della gara e ottimale la gestione dei novanta minuti durante i quali il Pisa ha sempre tenuto il mano il pallino del gioco meritandosi il successo finale.

Onore delle armi alla Lucchese che priva di Marotta, Lollini e Cardona ha cercato fino alla fine di riequilibrare le sorti di una gara indirizzatasi verso i colori nerazzurri già nel primo tempo quando Carparelli si è lanciato in bello stile in area lucchese trovando però il palo sulla traiettoria del suo velenoso diagonale. Sulla respinta Marco Ilari è stato il più lesto e per l’Arena è stata l’apoteosi. Una gioia doppia, in tutti i sensi, è arrivata nella ripresa quando, dopo le occasioni mancate da Guidone e Gimmelli, il neo entrato Fanucchi ha gonfiato la rete della porta posizionata sotto la curva Nord.

Partita in ghiaccio e attesa spasmodica del fischio finale per il tuffo della squadra sotto la curva.

Da sottolineare il grande sostegno dell’Arena (5.400 spettatori, con la pioggia che forse ha influito negativamente sull’affluenza) in una giornata contraddistinta da musica, incitamenti e passione sportiva. Prima del fischio d’inizio anche l’esecuzione dell’inno nazionale per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia.

Adesso i nerazzurri avranno a disposizione un giorno di riposo. La ripresa è fissata per martedì mattina all’Arena Garibaldi con all’orizzonte la sfida di ritorno della semifinale di Coppa Italia. Mercoledì (ore 14.30) all’Arena arriverà la Juve Stabia impostasi nella sfida d’andata per 2-0. Servirà dunque un’impresa ma sicuramente i nerazzurri ce la metteranno tutta per rimettersi in gioco in questa competizione.

Fonte: Ufficio Stampa Ac Pisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>