Seconda Divisione B 5a giornata: Lamezia capolista, terzetto a seguire

di Samuel 0

 Una sola squadra al comando nel girone B della Seconda Divisione: si tratta della Vigor Lamezia che, in virtù del successo conseguito di misura ai danni dell’Isola Liri, si porta a quota 13 punti in classifica. Decisiva, nella circostanza, la rete messa a segno dopo 5’ da Mancosu a corollario di una pregevole manovra corale.

Per i calabresi si è trattato della quarta vittoria su cinque incontri (anche un pareggio all’attivo) che consnte di conservare l’imbattibilità stagionale. Perugia, Paganese e Gavorrano – in ogni caso – non mollano la presa: gli umbri vincono in rimonta a Campobasso con le marcature di Clemente e Gucci; con un bel secondo tempo il Gavorrano piega il Fondi per 2-0 grazie alla doppietta di Fioretti, il primo gol su calcio di rigore.

Fava e Orlando lanciano invece la Paganese, che batte di misura ( 2-1) la Vibonese dopo una gara avvincente fino al triplice fischio.  Il derby abruzzese tra L’Aquila e Chieti si conclude con un pareggio: nell’1-1 finale, sono gli ospiti a passare in vantaggio con La Carra; in apertura di ripresa la replica locale con Agnello abile a ristabilire la parità. Seconda vittoria consecutiva per il Giulianova che supera di misura il Celano con il gol di Morga in un incontro caratterizzato da tre espulsioni.

Pareggio pronosticato tra Aprilia e Fano, con i laziali ancora a caccia della prima vittoria e gli ospiti che interrompono così il trend di tre sconfitte consecutive: finisce a reti inviolate (0-0 da poche emozioni e tanta noia). Fallisce l’appuntamento con la vittoria anche il Catanzaro che non va oltre l’1-1 contro il Milazzo: calabresi in vantaggio con Masini, il pari porta la firma di Malafronte.

Un altro pareggio, stesso risultato, tra Neapolis e Arzanese: apre Incoronato all’8’, nella ripresa è Barone – per i locali – a riequilibrare la gara. Prima vittoria stagionale per il Melfi che si impone di misura sull’Ebolitana: gol fulmineo – il più veloce della giornata – che porta la firma di Tirelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>