Sorrento-Sud Tirol 3-2, Paulinho all’undicesima rete stagionale

di Samuel Commenta

La Prima Divisione girone A non cambia leadership: in testa c’è sempre il Sorrento. Ma quanta fatica. Già dalle dichiarazioni della vigilia si presagiva che Sorrento-Sud Tirol fosse una gara all’insegna dei gol e dello spettacolo. Così è stato: cinque marcature e tante emozioni tra due compagini che hanno offerto un bel calcio.

I campani di Simonelli si sono imposti per 3-2 consolidando il primato solitario contro un avversario che ha saputo vendere cara la pelle. I tifosi del Sorrento hanno vissuto un inizio da incubo con la rete messa segno dopo soli 5’ minuti da Camp che pesca il jolly e batte il portiere. Una grande occasione di testa di Manco, cambiando versante del campo, ha preceduto il pareggio su calcio di rigore trasformato da Paulinho.

Lo stesso brasiliano ci prova con furbizia (troppa, non regolare) al 36′: si inserisce sulla traiettoria della punizione calciata da Erpen, tocca con la mano e l’arbitro se ne accorge annullando la rete. Per Paulinho – tuttavia – in diffida è un giallo pesante perché sarà costretto a saltare la prossima trasferta di Gubbio. Al 42′ l’episodio che segna il resto della partita: il difensore centrale Mirri viene espulso per doppia ammonizione. Nella ripresa lo scenario si ribalta: i rossoneri rientrano in campo con un altro spirito e al 1’ vanno in vantaggio.

Palla crossata al centro, Carlini trova un varco e salta Kiem per andare a realizzare il 2-1. Il Sud Tirol non demorde e nonostante l’inferiorità numerica acciuffa il pareggio con un bel diagonale di Marchi. Sono in ogni caso i locali ad avere fame maggiore e, approfittando del vantaggio numerico, si riversano nella metà campo avversaria: è il 17′ quando Paulinho concede il bis e sale a quota undici in classifica marcatori.

L’azione è da manuale: cross perfetto di Manco, colpo di testa del brasiliano che non dà scampo a Zomer per il 3-2 finale. Domenica prossima esame importante contro il Gubbio ma il morale dei campani è alto in seguito a una partita giocata con grande cuore e recuperata nel momento in cui pochi altri ci avrebbero creduto. Il 2-2 subito in 10 contro 11 avrebbe ammazzato a livello psicologico chiunque ma non questo Sorrento che mantiene imbattibilità e primato centrando la sesta vittoria casalinga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>