Salernitana-Ravenna 1-1, Breda: “Non si può prendere gol così”

di Samuel 1

 La Salernitana delude e non va oltre il pareggio: 1-1 contro il Ravenna che non consente ai campani di risalire la china della classifica di Prima Divisione girone A. Gara condizionata dal terreno pesante e da alcune decisioni arbitrali (Sonicaro di Barletta) che alla fine hanno scontentato tutti. I campani possono recriminare per il fatto di aver visto la vittoria sfuggire di un nulla dopo aver condotto la gara anche in inferiorità numerica per quasi mezzora della ripresa.

Si comincia su ritmi alti: al 9’ la Salernitana crea una doppia occasione con Carrus e Ragusa le cui conclusioni esaltano i riflessi di Rossi. Al 20’ primo episodio dubbio in area campana: è il Ravenna a chiedere il rigore per una vistosa cintura ai danni di Caturano, l’arbitro ammonisce per proteste l’attaccante ospite. Al 25’ è ancora il portiere ravennate a superarsi sul tiro di Ragusa che nella circostanza avrebbe potuto far meglio. Ultimo episodio degno di nota, la prima frazione va in archivio sullo 0-0.

Nella ripresa accade di tutto: al 18’ fallaccio di Murolo a centrocampo e rosso diretto. In dieci uomini, la Salernitana non demorde e passa in vantaggio: l’arbitro questa volta vede la trattenuta di Ciuffetelli ai danni di Ragusa e assegna il calcio di rigore. Montervino non ha dubbi e spiazza il portiere con un tiro a mezza altezza. Sembra davvero fatta per la compagine di Breda che, invece, nell’ultimo secondo di recupero si fa beffare nella maniera più assurda.

Gritto avanza ai venti metri e, lasciato libero di calciare dagli avversari, prova la conclusione dalla distanza: la palla sbatte contro la traversa per poi finire sulla testa di Rosso che insacca facendo esplodere di gioia la sua panchina.  Finisce 1-1 tra i fischi, la Salernitana ci ha messo del suo sbagliando molto e facendosi trovare impreparata all’ultimo minuto. Il tecnico Roberto Breda è la maschera della delusione:

Era una gara che dovevamo vincere, purtroppo siamo qui a raccontare un pareggio amaro, maturato nel quinto minuto di recupero, la fortuna non ci ha aiutato ma ci abbiamo messo molto del nostro. Non si può prendere un gol così quando ormai il match è finito”.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>