Verona, sesta vittoria di fila al “Bentegodi”

di Samuel 0

 HELLAS VERONA-LUMEZZANE 1-0

  • Marcatori: 14′ aut. Checcucci
  • Hellas Verona: Rafael; Cangi, Ceccarelli, Maietta, Scaglia; Russo, Esposito, Martina Rini (88′ Anderson); Berrettoni (79′ Hallfredsson); Ferrari N., Pichlmann (61′ Mancini).
    A disposizione: Nicolas, Abbate, Le Noci, Selva.
    Allenatore: Andrea Mandorlini
  • Lumezzane: Trini; Zanardini, Pisacane (73′ Emerson), Checcucci, Pini; Lo Iacono, Calliari, Dadson, Bradaschia (65′ Bencivenga); Ferrari F., Volpato (71′ Inglese).
    A disposizione: Di Gennaro, Luciani, Finazzi, Alberti.
    Allenatore: Davide Nicola

    Arbitro: Massimiliano De Benedictis (Sez. arbitrale di Bari)
    Note. Ammoniti: Pini, Pisacane, Berrettoni, Martina Rini. Espulsi: -. Recupero: 0′-4′. Spettatori: 12.558

VERONA – La sesta vittoria interna consecutiva non basta all’Hellas Verona per aggiudicarsi matematicamente un posto ai play-off: in virtù del 2-1 dello Spezia al Sorrento, servirà almeno un punto a Ceccarelli e compagni in occasione dell’ultima gara di campionato.

Mandorlini rilancia Martina Rini a centrocampo dal 1′, con Berrettoni a supporto di Ferrari e Pichlmann. Nicola, costretto a rinunciare a Lauria, manda in panchina l’acciaccato Emerson. Davanti tandem Ferrari-Volpato.

Al 14′ gli ospiti si rendono pericolosi con Fausto Ferrari, che sguscia via e dal fondo prova ad imbeccare Volpato, la punta scuola Juve manca il tap-in. Su ribaltamento di fronte traversone dalla destra di Cangi mandato alle spalle di Trini da Checcucci per il vantaggio scaligero. Tentativo da posizione defilata ancora di Ferrari, il mancino finisce ampiamente sopra la traversa (18′). Al 24′ lancio dalle retrovie addomesticato da Pichlmann, l’austriaco si gira e scocca il tiro verso il palo lontano ma la mira è imprecisa. Berrettoni si libera sulla sinistra (28′) ed effettua un cross per Nicola Ferrari, Dadson va in anticipo.

Alla mezz’ora Fausto Ferrari elude la trappola del fuorigioco e mette al centro per Volpato, che arriva in ritardo senza impattare la sfera. Hellas ancora pericoloso grazie alle incursioni di Cangi al 35′: cross sfiorato da Pichlmann controllato da Berrettoni, il tiro di sinistro dell’ex Bassano finisce sull’esterno della rete. Punizione dalla trequarti di Scaglia (39′) verso il secondo palo, Pichlmann e Ceccarelli non trovano la deviazione decisiva. Lancio col contagiri di Esposito per Berrettoni (42′), il fantasista gialloblù converge e batte di destro dal limite, palla alta.

Cross dalla destra di Zanardini (49′), Volpato incorna, Rafael controlla. Calcio di punizione al 52′ dal lato destro dell’area di rigore di Esposito, Berrettoni colpisce di prima intenzione all’altezza del dischetto, palla deviata in angolo. Dalla bandierina ancora il regista napoletano serve Cangi, colpo di testa alto. Al 65′ prodezza di Trini, abile a mandare in angolo un tiro potente di Berrettoni da dentro i sedici metri. Intervento provvidenziale in sforbiciata di Ceccarelli (69′), bravo a chiudere un lancio di Lo Iacono per Volpato. Calliari approfitta di un passaggio sbagliato di Esposito all’82’ per cercare la conclusione dalla distanza, il pallone termina abbondantemente alto. Traversone di Mancini dal lato sinistro dell’area all’83’, l’accorrente Russo impatta di testa, palla di poco alta.

Fonte: Ufficio Stampa Hellas Verona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>