Bassano, che vittoria a Sorrento. Cetera al settimo cielo

di Redazione 0

Sorrento-Bassano Virtus            0-1

Quella di ieri è stata senza dubbio una domenica da incorniciare per il Bassano, capace di sbancare Sorrento, campo temibilissimo sul quale nessuno era riuscito ad uscire con i 3 punti in tasca. Decisiva la rete di Longobardi al 41′ pt, ma altrettanto fondamentali le prestazioni di Grillo e Pellizzer in difesa, che assieme ai compagni hanno reso la vita impossibile agli attaccanti rossoneri.

Un Bassano da favola supera la vicecapolista Sorrento a domicilio grazie ad una prestazione attenta su un campo dove i padroni di casa avevano ottenuto 8 vittorie e 2 pareggi, con una media gol di 2,5 reti a partite.

Grande merito va alla difesa che ancora una volta si è dimostrata insuperabile, con Pellizzer e Grillo sugli scudi, ma di grande importanza anche la prestazione di un centrocampo che ancora una volta ha dimostrato la sua duttilità,passando dal 4-3-1-2 del primo tempo al 4-4-1-1 del secondo e all’attecco col solito inesauribile Guariniello e la rete di Longobardi.

Angelo Cetera, allenatore in seconda estremamente competente, ha quindi conquistato 6 punti in 2 gare dimostrando la grande qualità dello staff giallorosso ed è al settimo cielo:

“Oggi abbiamo giocato una partita gagliarda e di grande coraggio. Il meglio di noi l’abbiamo dato dopo il vantaggio, mentre nella prima frazione abbiamo sofferto di più. Nel secondo tempo siamo stati compatti ed uniti chiudendo tutti i varchi. Sono stati tutti molto bravi ma oltre al bomber di giornata Longobardi, autore di un gran gol in semigirata di sinistro, meritano una citazione Grillo e Pellizzer, assolutamente strepitosi”.

Longobardi, dopo l’esordio di domenica scorsa, oggi è partito titolare:

“Si, La Grotteria non stava benissimo e non aveva i 90′ nelle gambe. E’ stato lui, dimostrando grande maturità e attaccamento alla maglia, a dire che per il bene della squadra sarebbe stato meglio far partire chi stava meglio. Longobardi poi ha fatto il suo con un gran gol ed un’ottima prestazione. Oggi poi nel corso della partita ho tolto Lorenzini per Beccia perchè loro spingevano molto sulle fasce e mi serviva un esterno in difesa abile nelle ripartenze. Anche Niada quando è entrato ha fatto una grande gara, nel 4-4-1-1 disegnato nel secondo tempo.”

Il pubblico di Sorrento ha riservato ai giallorossi un lungo applauso a fine partita:

“E’ vero si sono dimostrati un pubblico sportivo. Il merito va alla squadra che ha saputo sopperire con la voglia di vincere alla superiorità tecnica degli avversari. Noi non guardiamo la classifica, ora aspettiamo solo che ritorni il mister. A fine gara l’abbiamo chiamato dagli spogliatoi perchè ci tenevamo tantissimo. Ora io torno tra le fila e riconsegno la squadra al suo condottiero.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>