FerlapiSalò-Spezia, per sfatare un tabù

Domani, in occasione della sfida del “Lino Turina”, si affrontano due squadre che hanno da sfatare due record negativi. La FeralpiSalò, infatti, non ha mai vinto in casa, avendo conquistato in trasferta due vittorie e in casa solo due pareggi. Lo Spezia, dal canto suo, non ha mai vinto in trasferta in queste prime dieci giornate di campionato.

I numeri dei lombardi (che hanno ripreso a correre dopo l’esonero di mister Rastelli e l’arrivo del navigato tecnico Remondina), parlano di un reparto arretrato molto solido, con sole 9 reti subite (terza miglior difesa alle spalle di Cremonese e Sudtirol), imbattuta da ben 3 gare (l’ultima rete subita dal Piacenza alla 7° giornata). Di contro l’attacco bresciano è il più sterile della Prima Divisione con solo 3 gol (prima di loro Bassano e Viareggio con 5 marcature) a firma Tarana (2 contro Siracusa e Latina) e Drascek (nell’ultima giornata a Barletta). Gli 8 punti in classifica degli azzurroverdi sono frutto di due pareggi, entrambi casalinghi per 0-0, e due vittorie esterne a Latina e Barletta; ben 7 sono arrivati negli ultimi 3. Lo Spezia, invece, partito con ben altre aspettative, si trova a 11 punti in classifica, in piena zona playout.

Pagliari: «Pisa, a Foligno per il riscatto»

Seconda trasferta consecutiva per il Pisa. La prima non è andata bene, visto che sette giorni fa è arrivata la sconfitta di Reggio Emilia. Per mettere un altro po’ di fieno in cascina, il Pisa vuole fare punti domani contro il Foligno.

Partendo, soprattutto, da un presupposto, che fa dormire comunque sonni tranquilli a mister Dino Pagliari:

«Nessuna squadra fino a questo momento è riuscita a metterci sotto. Abbiamo perduto a Terni subendo un solo tiro in porta contro la formazione al momento più temibile del girone. A Reggio Emilia abbiamo pagato a carissimo prezzo l’unica distrazione della gara e lascio stare episodi più lontani del tempo. Questo da una parte ci conferma quanto di buono stiamo facendo, ma dall’altro ci fa arrabbiare tantissimo perché percepiamo di aver lasciato per strada qualche punto. Con questo spirito ci presenteremo a Foligno: con lo spirito di una squadra che cerca sempre di giocarsela, a viso aperto».

Obodo: «Pisa, a Benevento proviamoci»

Tornato carico e felice per aver riabbracciato la figlia nata da poco, Kenneth Obodo, leader e mastino della mediana del Pisa, è pronto a rituffarsi subito nel clima del campionato, in vista del difficile impegno interno di domenica contro il Benevento:

“Sono contento che la società mi abbia concesso questi due giorni per andare a casa a trovare mia figlia e li ringrazio molto. Adesso ci stiamo preparando per la gara contro il Benevento che speriamo di far bene e vincere. Non è una paritita facile, ma dovremo essere bravi e fare il meglio per vincere”.

Tornando alla gara di Terni, se quel tiro fosse entrato invece di centrare la traversa…

“In parità numerica abbiamo fatto bene, ma abbiamo preso un gol in maniera veramente ingenua. Peccato per quell’occasione, ma adesso dobbiamo guardare avanti e pensare alla prossima sfida”.

Ternana-Carpi, sfida d’alta quota

Sfida d’alta quota tra Ternana e Carpi. Da una parte le Fere di mister Toscano, che mirano ad agganciare la vetta a quota 10 punti, dall’altra la squadra rivelazione del campionato, il Carpi di Maddaloni. Una sfida molto interessante, anche perché la Ternana sul proprio campo ha raccolto sei dei sette punti fin qui racimolati e ha al “Liberati” il proprio punto di forza. Il Carpi tentenna un po’ in trasferta e quindi vedremo chi riuscirà ad avere la meglio.

  • QUI TERNANA. Mister Toscano dovrà ancora fare a meno di Stendardo, fermo ai box. Conferme invece arrivano per la linea di difesa e per quelle di centrocampo, mentre i punti interrogativi permangono per l’attacco. Ballottaggio tra Docente e Litteri, ma anche tra Sinigaglia e Lacheheb.

Sottil, Siracusa: «Stimolante giocare a Trieste»

Per la trasferta del “Nereo Rocco” contro la Triestina, dell’ex Lucas Longoni, l’allenatore del Siracusa Sottil tornerà a sedere in panchina. È stato, infatti, accolto, dalla Corte di Giustizia Federale, il ricorso effettuato dall’U.S. Siracusa relativo alla riduzione della squalifica dell’allenatore.

Torna in panchina e così come contro il Latina, l’allenatore è determinato a far bene. Sulla  riduzione della squalifica e suoi punti di penalizzazione Sottil ha detto:

“Mi fa piacere tornare in panchina ma avrei sicuramente preferito rimanere ancora in tribuna ed avere i due punti in classifica. C’è dispiacere e rammarico per la penalizzazione perché i punti sono stati conquistati con dedizione e lavoro. Eravamo a conoscenza di tutto, abbiamo assorbito la botta e andiamo avanti. Il nostro dovere è quello di lavorare e lottare su ogni campo”.

Sulla gara contro la Triestina, mister Sottil ha detto:

“Sarà certamente una gara stimolante da ogni punto di vista. Ho ancora qualche dubbio sulla formazione ma fortunatamente ho  qualche ora per poter decidere. Ho l’imbarazzo della scelta, i ragazzi stanno tutti bene e questo mi permette di poter scegliere con tranquillità. Il nostro obiettivo è di andar a Trieste per vincere”.

Qui Triestina. La squalifica di Princivalli dovrebbe facilitare l’esordio dell’ultimo arrivo Mattielig a centrocampo. In difesa, come cursore di destra, probabile l’avvicendamento tra Gissi e D’Ambrosio.

Foggia, a Pisa una difficile trasferta

Un festival del gol a metà settimana  dei satanelli nell’amichevole di Ordona contro la locale squadra (militante nel campionato di Prima Categoria e battuta per 16-0), ha sicuramente ringalluzzito l’ambiente in casa Foggia, che ancora aveva in mente i due punti persi sul campo della Pro Vercelli. Nell’amichevole, primo tempo chiuso sul 6-0 per i rossoneri grazie alle marcature di Lanteri, Giovio (una doppietta a testa), Lanzoni e Wagner; in gran spolvero Christian Tiboni, schierato nella ripresa ed autore di quattro reti; gloria personale anche per Cruz (tripletta), Cortesi e Agodirin (doppietta).

Questa la formazione con la quale è sceso in campo il Foggia nei primi 45´: Ginestra, Traore, Tomi; Meduri, Lanzoni, D´Orsi; Lanteri, Wagner, Giovio, Venitucci, Defrel.

Oggi, dopo l’allenamento di rifinitura, è prevista la partenza per Pisa, dove il Foggia giocherà la seconda trasferta consecutiva. In casa nerazzurra, tornano titolari Perna in attacco e Ton in difesa. A centrocampo, visto l’infortunio di Obodo, saranno in due a contendersi una maglia da titolare: Tremolada e Scampini.

Pisa, Pagliari: «Attenti al Foggia»

Settimana difficile in casa nerazzurra visti i molti infortunati seguiti al 3-0 di domenica contro l’Avellino. Il mister Dino Pagliari però non si scompone troppo, dimostrando grande fiducia nel gruppo:

”Mi spiace molto per quelli che non potranno essere con noi e spero tornino presto perché abbiamo bisogno di tutti, ma sono sicuro che quelli che prenderanno il loro posto faranno bene dal momento che siamo un gruppo forte che si sta allenando al massimo”.

Qualche preoccupazione hanno destato le condizioni di Marco Esposito.

“Per fortuna il ragazzo non ha niente e direi che questa è la cosa più importante. Per quanto riguarda la sua vita professionale vedremo in seguito, ma ripeto l’importante è che lui stia bene”.

Avversario di domenica sarà il Foggia senza più Zeman, ma comunque una buona squadra.

“Magari non saranno spettacolari e divertenti come lo scorso anno, ma sono una squadra molto attenta e quadrata con giocatori validi. Noi però non dobbiamo preoccuparci troppo delle loro potenzialità, pur rispettandoli, perché abbiamo tutte le armi per fare bene”.

Sudtirol, a Salò per vincere

“Pur avendo perso, contro il Piacenza abbiamo dimostrato di aver già raggiunto una buona identità di squadra. La prestazione è stata positiva, e obiettivamente avremmo meritato il pareggio. Vorrà dire che i punti li andremo a prendere a Salò”. Suona la carica il direttore sportivo dell’Fc Suditirol, Luca Piazzi.
Seconda giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro: questa domenica, 11 settembre, un FC Suedtirol desideroso di muovere la classifica per riscattare il passo falso al debutto contro il Piacenza, e per lasciarsi alle spalle le recriminazioni per un risultato bugiardo, rende visita a Salò al neopromosso Feralpi, anch’esso uscito sconfitto dalla prima giornata di campionato. La formazione bresciana, però, si è arresa solo di misura (1-0, gol di Godeas) alla Triestina, che nello stadio di casa, il “Nereo Rocco”, ha dovuto faticare non poco per condurre in porto una vittoria più volte messa in discussione dalle palle-gol costruite dalla squadra di mister Claudio Rastelli, ex allenatore del Mezzocorona. Insomma, un avversario difficile per l’FC Suedtirol, specie perché il Feralpisalò – salito di categoria vincendo lo scorso giugno i playoff di Seconda Divisione a spese della Pro Patria – è formazione che si è rinforzata tanto e bene nel corso dell’estate, ingaggiando giocatori di qualità come i giovani difensori Vincenzo Camilleri (cresciuto nelle giovanili del Chelsea, quindi in serie B e A con  Reggina e Juventus), Nicholas Allievi (arriva dall’Albinoleffe, serie B) e Leonardo Blanchard (prelevato dal Pavia), come il 32enne centrocampista offensivo Emiliano Tarana (3 presenze in serie A col Perugia e 324 presenze in serie B con 26 gol in forza a Ternana, Modena, Ancona, Piacenza, Mantova e Portogruaro) e come gli attaccanti Michele Tarallo (13 reti nel Savona nello scorso campionato di Seconda Divisione) e Simone Dell’Acqua (ex Pro Patria e Legnano). Nuovo acquisto del Feralpisalò è anche il 33enne portiere di Rovereto, Davide Zomer, il quale ha lasciato quest’estate l’FC Suedtirol dopo due buone stagioni che lui stesso ha però rovinato nella sua ultima partita con la maglia biancorossa, ovvero quella purtroppo indimenticabile dello scorso 5 giugno a Ravenna.

Il Lumezzane a Benevento per fare punti

La seconda giornata di campionato coincide con la prima di una lunga serie di trasferte al sud per il Lumezzane. Domani, infatti, i rossoblu di mister Nicola saranno di scena al “Vigorito” di Benevento contro i giallorossi dell’ex Pintori. Il Benevento guidato da Simonelli, per lui un ritorno sulla panchina del “Vigorito” dopo la parentesi lo scorso anno sulla panchina del Sorrento, ha iniziato il campionato con una penalizzazione di 6 punti, già dimezzata grazie alla vittoria per 1-2 in casa del Foggia. Dopo una campagna acquisti importante, Simonelli potrà contare su giocatori importanti come Cipriani, Sy e Altinier. Contro il Benevento i Rossoblu giocheranno la prima di tre gare che caratterizzeranno una settimana molto intensa, nella quale è previsto anche il recupero di campionato contro il Taranto da non sbagliare.

Mister Gustinetti carica lo Spezia in vista del Frosinone

Lo Spezia, già a Roma per affrontare il secondo big match consecutivo contro il Frosinone, si è allenato questa mattina sul terreno de “La Borghesiana” di Roma. Elio Gustinetti è carico al punto giusto in vista della sfida al Frosinone:
“E’ stata un settimana  di lavoro intenso dove si è cercato di esaltare tutte le qualità dei giocatori a disposizione, oltre a concentrarci molto sulla fase tattica. E’ chiaro che adesso è fondamentale riproporre sul campo quello che si è provato, contro gli avversari. Fondamentale è che si migliori in fretta la reciproca conoscenza all’interno del gruppo”

Rientrano Evacuo e Marchini, out Papini e, all’ultimo momento, anche Murolo.

“Papini e Murolo è un peccato non siano con noi, dato che stavano dimostrando un ottimo stato di forma, però abbiamo altre soluzioni interessante nell’organico a nostra disposizione. Chi è stato chiamato in causa fino ad ora, ha sempre risposto dando il massimo. Evacuo e Marchini sono importanti rientri che possono tornare utilissimi. Vediamo gli ultimi dettagli per fare una  formazione il più equilibrata possibile, che abbia un buon impatto con il gioco che vogliamo proporre. Poi buona prestazione, cattiveria ed un pizzico di fortuna sono componenti fondamentali per fare risultato e portare a casa la gara”.

Al ‘Matusa’, in casa di una squadra ambiziosa: sarà una gara diversa rispetto all’esordio con l’Andria.

Jaconi predica pazienza: “Miglioreremo col tempo”

Nonostante la sconfitta al debutto contro la Virtus Lanciano, mister Jaconi è carico e fiducioso. La trasferta di domenica in casa del Pergocrema rappresenta una buona opportunità per migliorare l’affiatamento del suo Bassano: “Certamente sì – attacca il coach virtussino – l’affiatamento si migliora giocando, raffinando gli automatismi ed i movimenti e cercando di fare il massimo in ogni occasione. Impresa non facile, soprattutto quando alcuni giocatori cardine con capitan Basso, Porchia e Mateos a causa degli infortuni hanno avuto poche possibilità di scendere in campo con i compagni”.

 

La gara contro il Lanciano è stata decisa da un episodio sfortunato, ma il risultato non deve cambiare il giudizio su una prestazione comunque positiva del Bassano:

“Gli abruzzesi hanno ottenuto i 3 punti con il minimo sforzo, con grande opportunismo hanno sfruttato una nostra incertezza. Dovendo fare un paragone, domenica scorsa il Pergocrema a Portogruaro ha fatto una partita simile a quella del Lanciano, dovremo stare molto attenti. Noi andremo in campo per fare punti, come abbiamo sempre fatto. Certo che, se creiamo tante palle gol, dovremo migliorare nella fase realizzativa”.

Girone A: risultati della 1a giornata

Comincia a scartamento ridotto la prima giornata di Prima Divisione, girone A. Due partite sospesa a causa del maltempo (Como-Pro Vercelli e Lumezzane-Taranto), mentre Avellino-Foligno è il posticipo di domani sera. Il campionato comincia alla grande per il Benevento, che passa sul campo del Foggia per 2-1 nel finale. Ottima prova per i sanniti, che però hanno 6 punti di penalizzazione. Giganteggia, nella prima giornata, anche il neopromosso Carpi, che rifila 4 reti alla Tritium. Bene anche la Ternana, che si conferma squadra quadrata e batte 1-0 il Viareggio. Pareggio per 1-1 tra Pavia e Reggiana, stesso risultato anche tra Spal e Pisa.

  • Girone A – Prima Giornata
  • Carpi   –            Tritium                         4 – 0
  • Como   –            Pro Vercelli                        sospesa
  • Foggia              –            Benevento       1 – 2
  • Lumezzane              –            Taranto              sospesa
  • Pavia                –            Reggiana        1 – 1
  • Spal                 –            Pisa                 1 – 1
  • Ternana              –            Viareggio       1 – 0
  • Avellino – Foligno                                    lunedì ore 20.45