Carrarase, la squadra dei vip che sogna in grande

di Samuel 0

 La chiamano la “squadra dei Vip”. E però, come dargli torto. La verità è che però se non ci fossero stati Cristiano Lucarelli e Gianluigi Buffon, forse, a quest’ora, il calcio a Massa Carrare avrebbe già chiuso bottega. Intanto, ripercorriamo un po’ le gesta della squadra. Unione Sportiva Carrarese Calcio 1908 ha i natali nel 1908, ma solo nel 1919 invece vi fu la prima esperienza ufficiale. La Carrarese giocava nel campo “Augusto Mungai” in seguito chiamato “Campo Fossa dei Leoni”.

Nel 1946 venne ammessa provvisoriamente alla Serie B Nord per aver sfiorato la promozione nel 1943, anno dell’interruzione dei tornei per la guerra. Nel 1955 la Carrarese si trasferì all’attuale stadio comunale “dei Marmi”, impianto che venne inaugurato con la partita Carrarese-Piombino. Nel suo palmares la Carrarese vanta una Coppa Italia Serie C, vinta nel 1983.

Nella stagione 2005/2006 la Carrarese si è salvata dalla retrocessione in Serie D ai play-out pareggiando nella finale di ritorno contro il Castel San Pietro per 1-1 in casa, dopo che l’andata in trasferta si era conclusa con il medesimo punteggio.

All’inizio della stagione 2006/07 la squadra è affidata a Corrado Orrico, l’allenatore che fece vincere alla Carrarese la Coppa Italia Serie C e che la guidò nella stagione più bella degli ultimi trent’anni, la stagione 1982/83, in cui la Carrarese fu una delle protagoniste del campionato di Serie C1 arrivando a sfiorare la Serie B. Dopo un girone d’andata sotto le attese, però, Orrico decide di rassegnare le dimissioni.

Al suo posto viene chiamato Ferruccio Mariani (ex-giocatore). La Carrarese ottiene la salvezza ai play-out. Nella Stagione 2007-08 è guidata da Lorentino Beoni. Dopo la gara di ritorno contro il Poggibonsi la società ha sollevato dall’incarico Beoni chiamando al suo posto Luciano Zecchini che ha condotto la squadra alla salvezza, giunta all’ultima giornata della stagione regolare con un 2-0 sul campo del Rovigo.

Nell’estate del 2008 inizia una nuova era societaria: dopo cinque anni Maurizio Fontanili lascia la presidenza, al suo posto una cordata composta da Fabio Oppicelli (presidente), Giuseppe Giarnera e Luigi Morra (vice-presidenti), Andrea Borghini (amministratore delegato). A Rino Lavezzini è affidato il ruolo di direttore sportivo, l’ex difensore di Fiorentina e Cagliari Aldo Firicano è il nuovo allenatore. L’aspetto societario più innovativo è l’istituzione di un direttore della comunicazione, ruolo inedito nel calcio, affidato all’ex arbitro internazionale e volto noto di numerose trasmissioni sportive Graziano Cesari.

Dopo una salvezza conquistata con due giornate di anticipo, nonostante diverse difficoltà incontrate dalla squadra durante la stagione (nove partite consecutive senza vittorie tra ottobre e dicembre, e l’esonero di Aldo Firicano, sostituito in panchina a fine gennaio da colui che era il Responsabile dell’Area Tecnica, Rino Lavezzini), la Carrarese il 23 maggio del 2009 presenta il nuovo allenatore per la stagione 2009/10, Salvatore Mango, reduce dalla vittoria del girone B di Serie D alla guida della Pro Belvedere Vercelli. Salvatore Mango è costretto a dimettersi il 2 novembre del 2009 per motivi familiari e viene sostuito il giorno successivo nuovamente da Rino Lavezzini che torna così per la terza volta sulla panchina della Carrarese. Lavezzini viene esonerato e la dirigenza affida l’8 marzo la panchina a Fabrizio Tazzioli, che torna dopo l’esperienza del 1998/1999. La sua è però solo una breve apparizione, infatti per la terza volta Opicelli e soci cacciano l’allenatore per affidarsi al tecnico delle giovanili Ferruccio Bonvini nel disperato tentativo di salvarsi dalla retrocessione nei dilettanti. Nonostante la vittoria sul Bassano all’ultima giornata la Carrarese retrocede nei dilettanti dopo 32 anni consecutivi di professionismo.

A ridare speranza ai tifosi azzurri ci pensa però l’ingresso in società della “cordata VIP”, costituita dall’ex proprietario del Pisa Maurizio Mian, il calciatore livornese Cristiano Lucarelli ed il portiere carrarino e grande tifoso Gianluigi Buffon, che, il 16 luglio 2010, acquisiscono il 50% delle quote societarie. Grazie alla non ammissione di molte società in Lega Pro, la nuova società avvia le pratiche per il ripescaggio nelle categorie professionistiche. Il 4 agosto 2010 è data la conferma ufficiale che la Carrarese è “ripescata” in Lega Pro Seconda Divisione, da allora i nuovi proprietari iniziano una campagna acquisti ambiziosa con gli arrivi di Riccardo Zampagna, Nicola Corrent e Luca Vigiani. Pur battuta dal Carpi per la promozione diretta, la Carrarese batte ai play-off il San Marino e il Prato, conquistando così la promozione in Lega Pro Prima Divisione appena un anno dopo avere sfiorato l’incubo serie D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>