Orgoglio Siracusa, 2-2 a Taranto

di Samuel 0

TARANTO – SIRACUSA 2-2

  • MARCATORI: 13’st Mancino (S); 19’st Sy (T); 30’st Girardi (T); 45′ Giordano (S);
  • TARANTO: Bremec, Cutrupi, Colombini (k), Branzani, Coly, Garufo, Antonazzo, Pensalfini (24’st Giorgino), Girardi (33’st Di Deo), Rantier (18’st Russo), Sy; A disposizione: Barasso, Panarelli, Sabatino, Guazzo; Allenatore: Davide Dionigi
  • SIRACUSA: Fornoni, Strigari, Capocchiano, Spinelli, Pepe, Ignoffo (k), Desideri (27’st Corapi), Mancosu (11’st Bongiovanni), Abate (5’st Cosa), Mancino, Giordano; A disposizione: Baiocco, Pasqualini, Di Silvestro, Koffi; Allenatore: Guido Ugolotti
  • Arbitro: Sig. Francesco Borriello (Mantova). Assistente1: Luigi Surano (Nocera Inferiore); Assistente2: Alfonso Della Rocca (Salerno).
  • Note: cielo coperto a tratti piovoso; spettatori: circa 7.000 ( 30 circa i tifosi siracusani); Ammoniti: Pensalfini (T); Spinelli (S); Cutrupi (T); Fornoni (S); Sy (T); Girardi (T); Corner: 10-4; Recupero: pt 2’ – st 4’

Il colpo d’occhio  dello stadio “Iacovone” è quello di un grande stadio e di un buon pubblico che non è tantissimo, per via della pioggia, ma che è comunque importante.  Mister Ugolotti, anche per il match di questo pomeriggio rimane fedele al 4-2-3-1 con Fornoni tra i pali; Strigari e Capocchiano sugli esterni e quindi Pepe e Ingoffo centrali di difesa; Giordano e Spinelli davanti alla linea difensiva; centrocampo a tre con Desideri, Mancosu e Mancino a supporto dell’unica punta Abate.

Taranto in campo col classico completo a bande verticali rosse e blu e Siracusa invece in maglia azzurra. Il primo pallone del match è per il Taranto, poi il controllo del Siracusa con Ignoffo.

Al 3’ bellissima azione per il Siracusa con una perfetta combinazione tra Abate e Mancino con quest’ultimo che prova la conclusione al volo: la palla però termina di poco sopra la traversa.

All’11’ direttamente dalla bandierina Mancino prova a colpire il secondo palo, ma la traversa salva Rantier. Un minuto più tardi è Rantier a rendersi pericoloso ma Ignoffo allontana. Le due squadre si fronteggiano senza risparmiarsi. Ed ancora dunque il Siracusa a proiettarsi in avanti ancora con Mancino, bene Bremec. Tra il 13’ ed il 14’ il Siracusa piomba in area di rigore del Taranto con una serie di calci d’angolo che mettono tensione nella retroguardia tarantina. La ripartenza del Taranto al 15’ viene  fermata da Pepe. Al 23’ ci prova Girardi ma il tiro è debole e termina a lato della porta difesa da Fornoni.

Al 27’ prodigioso intervento difensivo di Capocchiano su Rantier. L’attaccante del Taranto era stato perfettamente servito da Girardi, ma il difensore azzurro è stato bravo a mettere in corner. Intorno al 30’ “scende in campo” anche l’acqua. Inizia infatti a piovere sullo “Iacovone”. Il Siracusa insiste con Abate che al 34’ cerca il gran goal dalla distanza; un minuto più tardi è l’attivissimo Mancino che, dopo aver saltato un avversario col tacco, sbaglia il passaggio filtrante per Abate. Entusiasmante Fornoni al 36’ che para miracolosamente su colpo di testa di Girardi.

Al 38’ Spinelli non riesce a dar potenza ad un pallone di Mancino, tanto che la palla termina a lato della porta di Bremec.

Il Siracusa regala bel gioco e grandi azioni offensive per i primi 40’ mostrandosi all’altezza di un buon Taranto che ha più di qualche certezza per accedere ai playoff. Il primo tempo termina al 47’ con due minuti di recupero.

Per i secondi quarantacinque minuti i due allenatori mandano in campo le stesse formazioni del primo tempo. Nella ripresa il Taranto entra in campo in maniera più propositiva. Al 1’ ci prova subito Rantier, seppur in un’azione un po’ fortunata.  Un minuto più tardi è Strigari che mette in angolo un avvio d’azione di Girardi. La prima sostituzione della gara arriva al 5’ ed è per il Siracusa. Mister Ugolotti richiama dalla panchina il tarantino Vincenzo Cosa per Giovanni Abate.

Tiro dalla distanza e poco efficace di Mancino all’8. Al 10’ ripartenza del Taranto e parata di Fornoni su Rantier. Nell’azione successiva è il Siracusa a rendersi pericoloso con Vincenzo Cosa che viene però anticipato.

All’11’ seconda sostituzione tra le file del Siracusa. Fuori il cagliaritano Marco Mancosu per Liborio Bongiovanni. al 13’ passa il Siracusa passa con Nicola Mancino che di piatto e con  Bremec a terra, realizza su passaggio filtrante di Bongiovanni frutto di una bella azione con Desideri. Il “Mancio” va in doppia cifra realizzando così il decimo goal con la maglia del Siracusa. Al 18’ Dionigi richiama dalla panchina Russo per Rantier. Un minuto dopo il Taranto pareggia i conti proprio grazie al suggerimento del neo entrato Russo per Sy che supera Fornoni.

I capovolgimenti di fronte del match sono continui e lo si vede anche nel risultato che nell’arco di 5’ è cambiato per ben due volte. Al 24’ seconda sostituzione per i padroni di casa: fuori Pensalfini per Giorgino. Ciccio Corapi al 27’ sostituisce l’infortunato Desideri (per lui uno scontro di gioco con Girardi).Ancora una parata di Fornoni su Girardi che riesce a bloccare una sfera insidiosissima del giocatore tarantino. Un minuto più  tardi però Fornoni, su conclusione di testa di Girardi nulla può. Questa volta Girardi supera Fornoni per il goal del 2-1.

Galvanizzato dal goal del vantaggio prova con maggior insistenza la via del goal. Al 33’ Dionigi regala la standing ovation a Girardi richiamandolo in panchina, al suo posto Di Deo. Per il Siracusa ci prova Capocchiano dalla distanza al 39’, palla che termina però abbondantemente fuori. Il Siracusa non si arrende e nonostante gli alti ritmi del Taranto prova con la velocità di Corapi a proiettarsi in avanti.

Al 42’ parata in due tempi di Fornoni su Sy. Ancora una parata, la terza decisiva, di Fornoni su Sy che non concede al Taranto il terzo goal.  Al termine del tempo regolamentare, al 45’, il pareggio del Siracusa con Carmine Giordano, che in mischia è abile e svelto a mettere la palla in rete.  Per il Siracusa un pareggio meritato per aver dimostrato nell’arco di tutta la gara di credere ad un risultato positivo e soprattutto di non aver nulla in meno rispetto ad un Taranto in lotta per i playoff.

Fonte: Ufficio stampa Us Siracusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>