Piacenza, sciopero ultras: nessuno a Lanciano

di Samuel 0

Torneremo a parlare di Piacenza solo ed esclusivamente per l’exploit di una squadra alla quale siamo legati da rispetto conquistato sul campo.

Non è tuttavia questo il momento di farlo, visto che a tenere banco sono le dinamiche di una situazione societaria complessa: club in vendita, nessun passo avanti.

Lì lì per concludere la cessione – Stefano Massacci ha tenuto le antenne rizze per qualche settimana -, resta solo l’amarezza di una presa d’atto irreversibile: c’è ancora Fabrizio Garilli.

La difficoltà a reggere la situazoione si evince ora anche dalla decisione estrema del tifo biancorosso: ultras sicuri, nessuno al seguito dell club  in occasione della sfida contro il Lanciano. Protesta sentita e – dicevamo – sofferta: a illustrarne i motivi è stato il referente dei sostenitori biancorossi:

“E’ una forma civile di contestazione verso tutto ciò che sta succedendo in questo ultimo infelice periodo della storia della nostra storia”.

E per quanto sia spiacevole la presa visione di uno stadio in cui si fa il tifo a senso unico, stavolta sottoscriviamo la scelta. Obbligata, dignitosa, coerente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>