Pisa, Battini: “Cuoghi a rischio esonero? No”

di Samuel 0

E’ scattato l’allarme in casa Pisa ma la panchina del tecnico Stefano Cuoghi non è ancora messa in discussione. La società ha infatti comunicato che, nonostante il terz’ultimo posto in graduatoria e la zona retrocessione che incombe con sempre maggiore veemenza (15 punti in 14 partite, la media di poco più di un punto a gara), non sono previste decisioni eclatanti.

E’ soprattutto in casa che il Pisa non brilla e ha ottenuto la miseria di 2 vittorie: più comprensibile – seppure i numeri siano ugualmente disastrosi – la situazione esterna con 5 pareggi e una sola sconfitta a fare pandan con lo zero alla voce vittorie. Ieri sera la squadra ha fatto il massimo contro un avversario come il Lanciano difficile da affrontare e in corsa per ben altri obiettivi.

Nerazzurri belli per 45’: la rete di Carparelli dopo appena 16’ minuti ha illuso che potesse essere una sfida agevole, nella ripresa è giunto come una doccia fredda il pareggio di Mammarella. La società è vicina al tecnico Stefano Cuoghi che gode, al momento, di fiducia totale. Conferma Carlo Battini, presidente del Pisa:

“Non si può prendere in esame l’esonero del tecnico in questo momento, anche perché la squadra ha comunque espresso il suo calcio per un po’, il problema è che dovrebbe farlo per tutta la gara”.

Situazione critica anche per quanto riguarda gli infortuni, lo stesso Battini ammette:

Parlerò con lo staff medico per vedere la situazione, di certo in questo momento la squadra regge solo un tempo e di ciò dovrò parlare con lo staff”.

I tifosi sono in preallarme: aspettano una scossa che non arriva ma, nonostante ciò, Battini si affianca, al momento del bisogno, al suo tecnico:

“In questo momento non ha senso parlare di un eventuale esonero di Cuoghi, la situazione è davvero particolare ma si va avanti con il nostro allenatore verso il quale nutro stima e affetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>