VIDEO Frosinone – Triestina 2-1: chi non salta è di Latina

di Samuel 0

Assolutmente meritato: il tripudio finale – in casa Frosinone – si è trasformato in un accorato appello della curva ciociara affinchè i calciatori si recasssero sotto la curva per raccogliere iun applauso in grado di fare pan dan: tra le prestazione messa in mostra contro una Triestina ostica e pericolosa come sempre e la marcia che ha permesso ai canarini di insediarsi stabilmente al secondo posto in classifica, quella corsa verso il tifo caldo è parso un riconoscimento inevitabile.

Il campo ha raccontato un match piacevole e intenso: capovolgimenti di fronte e manovre corali, iniziative personali e spunti tattici interessanti.

La prestazione degli alabardati non è stata negativa ma la Triestina ha pagato in maniera eccessiva gli svarioni in retroguardia che hanno consentito ai padroni di casa di trovare la via del gol in due occasioni.

Frara e Aurelio hanno saputo leggere al meglio le incertezze ospiti per approfittarne con prontezza. Nella ripresa sono Curiale e compagni a impostare con manggiore determinazione la manovra ma tanto forcing frutta solo la marcatura della bandiera. Poi. Triplice fischio e bagno di folla ciociaro.

La corsa dei canarini verso i sostenitori è ritmata: l’ooohhhhh diventa sempre più intenso man mano che i calciatori si avvicinano. L’olè finale sembra la scritta fine alla fine di un libro. Invece no. C’è anche il post scritto: manco a dirlo.

“Chi non salta è di Latina”.

Con coro che si espande alla enne potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>