Como – Benevento diretta web 2-1

Como – Benevento 2-1
Rete: 40′ Ciotola (C), 11′ st Ripa, 23′ st rig. Pintori (B)

Ottava giornata di Prima Divisione A messa lì per capire. Freschezza mentale e resistenza fisica: fuse tra loro danno luogo a una lega. Si chiama esistenza. E tra le riughe di quel che suggerisce l’azione agita dagli uni e dagli altri, Como e Benevento si accingono a porre risposte doversoe alla serie di interrogativi. Quale campionato? Che obiettivi? Fino a dove val la pena osare?

In linea con ambizioni importanti, lariani e campani non possono che affrontarsi dando seguito a un principio basilare: chi ambisce alla promozione in cadetteria non può – non deve – giocare per un pareggio.

Como, Lewandowski in lutto; Benevento, Altinier per Cipriani

Lariani a lutto, è morto in settimana il papà di Lewandowski che, a causa della perdita, con ogni probabilità non sarà dell’incontro. Como-Benevento è una sfida tra squadre di alta classifica ma non ancora gara tra formazioni di vertice per via di quella penalità che ha dimezzato i dodici punti accumulati su campo dai campani.

La nota positiva in casa comasca è rappresentata dal rientro di Toledo, pessimo nella sfida casalinga di una settimana fa contro la Spal e fermo per squalifica nel corso del turno infrasettimanale.

Cipriani regala al Benevento il derby col Sorrento

BENEVENTO – SORRENTO 1-0
Marcatore: Cipriani (B) al 15′ pt

  • BENEVENTO (4-4-2): Baican; Pedrelli, Rinaldi, Signorini, Anaclerio (10′ pt Candrina); Cia, La Camera, Rajcic, Pintori; Cipriani (21′ st Sy), Altiner (9′ st Vacca).  A disp: Mancinelli, Fogolari, De Risio, D’Anna. All. Simonelli.

SORRENTO (4-2-3-1): Rossi; Romeo, Terra, Di Nunzio, Bonomi; Camillucci, Tognozzi (29′ st Niang); Bondi (20′ st Basso), Carlini (7′ st Ginestra), Croce; Scappini. A disp: Chiodini, Vanin, Sabato, Galabinov. All. Sarri.

  • ARBITRO: Abbattista di Molfetta. Guardalinee: Servilio e Atta Alla.
  • NOTE: Ammoniti: Tognozzi (S), Rinaldi (B), Cipriani (B), Terra (S), Sy (B), La Camera (B). Spettatori: 3558 (paganti 2.873, abbonati 685). Recupero: 3′ pt, 3′ st.

Il super derby del “Ciro Vigorito” tra due delle migliori formazioni del girone A di Prima Divisione (anche se la classifica non è proprio quella sperata) se lo aggiudica il Benevento dell’ex Simonelli.

Benevento, La Camera per Grauso; Sorrento, incombe la penalizzazione

Ferve l’attesa a Benevento per il derby serale tra padroni di casa e Sorrento valevole per la settima giornata della Prima Divisione B. Pronostico incerto, anche se la squadra allenata da Maurizio Sarri è reduce da un buon periodo di forma: tuttavia, nel corso delle stracittadine la situazione verte a cambiare e nomn mancano sorprese. Il Benevento ha azzerato tempestivamente la penalizzazione di sei punti e ne ha 3 all’attivo anche se la sconfitta di Terni ha lasciato l’amaro in bocca per la maniera in cui è maturata.

Di certo si affrontano due squadre che pensano in grande e, altra verità incontrovertibile, sarà incontro speciale per l’ex tecnico sorrentino Gianni Simonelli, ora a Benevento dopo aver ha trascorso gli ultimi tre anni sulla panchina ora occupata da Sarri. Nei giallorossi di casa non ci sarà l’ex mantovano Grauso per fastidio al bicipite femorale sinistro: al suo posto giocherà La Camera, elemento di affidabilità estrema. Assente anche Frascatore che ha risposto alla convocazione della nazionale Under 20 di Gigi Di Biagio. Potrebbero farcela sia Altinier che Pedrelli.

VIDEO Ternana – Benevento 2-0

Lo stadio Liberati di Terni è stato proscenio di una gara che i padroni di casa hannno voluto vincere: lo si è capito dalle prime battute di gioco, quando a fronte di un Benevento guardingo, la Ternana ha iniziato ad affacciarsi con frequenza costante nella metà campo avversaria e, spinta dal traino che le diverse migliaia di spettatori hanno saputo garantire, concludere a rete in più di una circostanza.

Di contro, i giallorossi – con al seguito una trentina di sostenitori provenienti dalla campania e capaci di farsi sentire per tutti e 90 i minuti – sono stati attenti a non subire in maniera eccessiva le ripartenze locali solo nella prima parte di gara.

Nella ripresa il dettaglio che era mancato nel primo tempo lo si vede fin da subito: se i primi 45′ avevano messo in mostra una serie incredibile di errori in zona tre quarti (grossolani e commessi da entrambe le squadre), i restanti secondi si sono contraddistinti per l’abnegazione con cui i locali hanno saputo sfruttare le palle gol più nitide.

Ternana, Nolè non al meglio; Benevento, Altinier risponde presente

Ternana-Benevento è partita d’alta classifica, checchè ne dica la graduatoria la quale tiene conto della penalizzazione dei campani i quali, senzail -6 sul groppone sarebbero esattamente lì dove si trovano gli umbri: a 9 punti, 3 in meno del Taranto capolista.

Il Tenni potrebbe regalare ai locali l’ennesima soddisafzione dopo la vittoriosa prova interna contro il Carpi di settimana scorsa anche se i rossoverdi devono far fronte alla probabile assenza di Nolè, in dubbio per un fastidio muscolare.

Iemmello gol, al Benevento non basta Vacca

BENEVENTO – PRO VERCELLI 1-1

  • MARCATORI: 4’ pt Iemmello (PV); 17′ st Vacca su rigore (B)
  • BENEVENTO (4-4-2): Baican; Pedrelli, Siniscalchi, Signorini, Anaclerio; D’Anna (38’pt Pintori), Grauso (12′ st De Risio), Rajcic, Cia; Cipriani, Sy (7’st Vacca). A disp.: Mancinelli, Candrina, Rinaldi, La Camera. All.: Simonelli.
  • PRO VERCELLI(4-3-1-2): Valentini; Cancellotti, Ranellucci, Masi, Armenise; Rosso, Murante, Marconi; Disabato (19′ st Germano); Iemmello (35’st Malatesta), Di Piazza (Santoni 19 ‘st). A disp.: Dan, Nocciola, Tonasni, Tripoli. All.: Braghin.
  • ARBITRO: Aloisi di Avezzano (assistenti: Pignone di Empoli – Genovese di Rossano Calabro).
  • NOTE: Ammoniti: Signorini, Siniscalchi, Cancellotti, Rosso; Cipriani; Valentini. Espulsi: 17′ st Tripoli dalla panchina (PV). Angoli: 8-3. Recupero: 5′ pt; 5′ st.

 

La Pro Vercelli ferma il Benevento al “Vigorito” e mette insieme un altro mattoncino per la salvezza. Al 3′ Di Piazza riceve palla dalle retrovie, si libera di Siniscalchi e tira, Bican para ma non blocca, riprende Iemmello che segna per lo 0-1. La reazione del Benevento al 10′: Cia dal limite impegna il portiere Valentini che blocca; al 12′ punizione di Murante ma il violento tiro viene respinto da Baican; dopo due minuti Signorini ferma al limite dell’area Di Piazza.

Pro Vercelli, esame di maturità a Benevento

Per la neopromossa Pro Vercelli, squadra capace di un buon inizio di campionato, che ha portato già 5 punti importanti per la lotta alla salvezza, domani ci sarà la prova del nove su uno dei campi più difficili di tutta la Prima Divisione, parliamo del “Vigorito” di Benevento. La squadra sannita, senza i 6 punti di penalizzazione, sarebbe terza in classifica a due punti dalla coppia di testa Carpi-Como. La squadra vercellese, però, non parte battuta, e andrà sicuramente a Benevento per giocarsi le proprie carte.

  • QUI BENEVENTO. Mister Simonelli dovrà attendere ancora per schierare dal primo minuto bomber Altinier, visto che il giocatore è influenzato e difficilmente potrà essere abile e arruolabile per domani pomeriggio. Sulla strada del recupero Wagner, ma anche per lui si profila un turno di riposo. Hanno invece recuperato sia La Camera che Grauso e sono tutti a disposizione. ci sarà solo l’imbarazzo della scelta per Simonelli.

Simonelli, Benevento: “Siamo sulla buona strada”

Dopo due vittorie consecutive, i complimenti di stampa, tifosi e addetti ai lavori, è arrivato il primo pareggio in campionato per il Benevento. Un 2-2 strappato per i capelli, grazie alla rete di Cia al 90’ che ha permesso ai sanniti di acciuffare il pari contro la Reggiana. Mister Gianni Simonelli, con lucidità e pazienza, analizza con tranquillità la partita de giallorossi:

 

“E’ stata una prestazione fatta di luci e ombre. Luci perché abbiamo disputato una buona gara, tirando spesso in porta e costruendo azioni importanti; le ombre arrivano dal fatto che, nella parte centrale del secondo tempo, ci siamo innervositi, agevolando di fatto la Reggiana, perché in quel momento abbiamo perso equilibrio, le distanze tra i reparti non erano giuste, ci siamo disuniti. Poi, però, i ragazzi hanno saputo ricompattarsi nel finale e di questo sono molto contento perché, partita dopo partita, questa squadra mostra sempre di avere un grande carattere. Sono amareggiato per il risultato, questo è scontato, ma resto fiducioso perché vedo i miei ragazzi vivi”.

Cia salva il Benevento al 90′

BENEVENTO – REGGIANA 2–2

La Reggiana sfiora il colpaccio al “Vigorito” di Benevento, ma alla fine la squadra emiliana si deve accontentare del 2-2 visto che al 90’ arriva il pareggio dei sanniti ancora grazie a Cia, davvero uomo in più della squadra di Simonelli.

Al “Vigorito”, davanti ad un pubblico davvero numeroso, il Benevento ha dimostrato di avere i numeri per puntare in alto, anche se oggi è stato raccolto il primo punto della stagione, visto che i sei conquistati in precedenza sono serviti per togliere la penalizzazione.

Adesso bisognerà guardare avanti e pensare solo a vincere.

 

Simonelli e quel Benevento già da primato

Che si chiami Sorrento o Benevento, il giocattolo di mister Simonelli non perde il vizio di vincere. L’anno scorso, sulla panchina dei rossoneri, arrivò a dicembre in testa alla classifica, per poi chiudere il campionato ai playoff contro l’Hellas Verona (oggi in serie B). Mister Simonelli è ripartito da un suo vecchio amore – il Benevento – e se il buongiorno si vede dal mattino (6 punti in 2 gare e penalizzazione già alle spalle), allora gli Stregoni sono in buone mani: “Mi auguro che la squadra regga questo ritmo e questa mentalità fino alla fine – spiega il Professore -, perché è sicuramente l’atteggiamento giusto. La vittoria può dipendere da tante variabili, ma questa è la base ottimale per poter lavorare bene. Sono ancora più soddisfatto perché questa squadra ha mostrato di avere l’umiltà che ci porta a non sottovalutare qualsiasi avversario ci si presenti di fronte“. Dopo la vittoria al debutto, un po’ contratta, contro il Foggia, è arrivata anche un’ottima prestazione contro il Lumezzane:

Doppio Cia e Anaclerio, Benevento già super

BENEVENTO – LUMEZZANE    3-0

  • MARCATORI: Cia (B) al 25′ pt e 18′ st; Anaclerio (B) al 28′ st

 

  • BENEVENTO (4-4-2): Baican; Pedrelli, Rinaldi, Signorini, Anaclerio; Cia, La Camera, Rajcic, Pintori (40′ st Carretta); Cipriani, Vacca (25′ st Sy). A disp: Mancinelli, Candrina, Siniscalchi, De Risio, Carretta, Falzarano. All.: Simonelli.

 

  • LUMEZZANE (4-4-2):Rossi; Luciani, Malagò, Giosa (40′ pt  Sabatucci), Pini; Antonelli, Finazzi, Baraye, Faroni (25′ st Sevieri); Ferrari, Inglese ( 14′ st Gasparetto). A disp:Brignoli, Mollestan, Dadson, Fondi. All.: Nicola.

 

  • ARBITRO: Giallanza di Catania (Di Salvo di Barletta – Orsini di Casarano).

 

  • NOTE: Spettatori: 4099 compreso abbonati. Incasso non comunicato. Espulso: Pini al 37′ st per doppia ammonizione. Ammoniti: Anaclerio (B), Malagò (L), Pini (L), Sabatucci (L), Luciani (L). Angoli: 4-0 per il Benevento. Recupero: 3′ pt; 4′ st.

All’esordio casalingo e dopo la bella vittoria allo “Zaccheria” di Foggia, il Benevento fa il bis contro il Lumezzane. Non c’è proprio storia perché gli stregoni hanno davvero una marcia in più. Ottima la prova del centrocampista Cia, autore di una doppietta che, di fatto, apre e chiude il match. Spazio anche per Anaclerio, difensore con il vizio del gol. Il Benevento ha già ridotto tutti i sei punti di penalizzazione. E, considerando che lì davanti nessuno sta facendo la lepre, la vetta è solo a meno quattro punti.