Cosenza, out Biancolino e Fiore

In casa Cosenza tra crisi societaria, cambi di allenatori, e l’ultima pesante sconfitta in casa del Benevento, non è che le cose vadano per il meglio. Il sogno playoff, che ad inizio stagione era l’obiettivo minimo da dover centrare, è diventata l’unica scialuppa di salvataggio di una stagione ormai compromessa. Molti sostengono che bisognerà guardarsi soprattutto alle spalle, per evitare almeno i playout o, anche solo lontanamente, correre il rischio di perdere la categoria.

Intanto la squadra lavora duro anche se domani c’è il turno di riposo in campionato. Ieri richiamo di preparazione peri ragazzi allenati da Gigi De Rosa, che ha svolto una doppia seduta d’allenamento al Sanvitino. Ancora fermi ai box Stefano Fiore a causa di una botta ad un piede ricevuta nel posticipo di Benevento, e Biancolino per delle noie muscolari. Lavoro in palestra per Cotroneo, mentre una ricaduta potrebbe compromettere la presenza di Scarlato contro la Nocerina. Tenuto a riposo anche Aquilanti per un affaticamento muscolare, mentre è tornato a correre col gruppo Musca.

Il Benevento batte il Cosenza e consolida il secondo posto

BENEVENTO – COSENZA            3-1

  • Reti: 12′ Fiore, 18′ Clemente, 22′ La Camera, 75′ Bueno (R)
  • Benevento (4-2-3-1): Paoloni; Pedrelli (45′ D’Anna), Siniscalchi, Signorini, Zito; Bianco, Grauso; La Camera (47′ Formiconi), Clemente (66′ Mounard), Pintori; Bueno.

A disp.: Corradino, Palermo, Pacciardi, Evacuo.

All.: Galderisi

  • Cosenza (4-4-1-1): De Luca; Ungaro (23′ Essabr), Cotroneo, Thacray, Fernandez; A. Fiore, Aquilanti, Roselli, Matteini (66′ Giacomini); S. Fiore (75′ Evola); Biancolino.

A disp.: Marino, Scarnato, Martucci, Degano.

All.: De Rosa

  • Arbitro : Gavilucci di Latina

Assistenti : Bergamo di Venosa e Secco di bassano del Grappa

  • Ammoniti : Signorini, Fernandez, Roselli, A. Fiore. Esplusi: Roselli

Recupero : pt 1′, st 3′

Note: spettatori paganti: 2906

  • Il Benevento ha battuto il Cosenza 3-1 (2-1) nel posticipo della 25/a giornata, 8/a di ritorno, del girone B di 1/a Divisione di Lega Pro.

Gli ospiti erano passati in vantaggio con Fiore ma il Benevento ha avuto la forza di reagire subito: prima con il pareggio di Clemente e poi con la rete di La Camera. Nella ripresa è arrivato il 3-1 grazie a Bueno su rigore con conseguente espulsione per fallo di mano di Roselli.

Barletta, due punti persi a Cosenza

Cosenza-Barletta 1-1

  • MARCATORI: Innocenti (B) al 13′ s.t., Essabr (C) al 36′ s.t.
  • COSENZA (3-5-2) De Luca; Thackray, Cotroneo, Fernandez; A. Fiore, Aquilanti (dal 27′ s.t. Evola), S. Fiore (dal 43′ s.t. Giacomini), Roselli, Matteini; Degano (dal 16′ s.t. Ungaro), Essabr. (Marino, Scarnato, Martucci, Viscardi). All. De Rosa
  • BARLETTA (4-2-3-1) Gabrieli; Galeoto, Ischia, Lucioni, Bruno; Rajcic, Zappacosta (dal 36′ s.t. Frezza); Simoncelli (dal 27′ s.t. Agnelli), Rana, Bellomo; Innocenti (dal 41′ s.t. Infantino). (Tesoniero, Cerone, Lorusso, Maino). All. Cari
  • ARBITRO Zivelli di Torre Annunziata

Ancora un’occasione sprecata per la squadra di Cari che al “S.Vito” di Cosenza racimola un punto, ma che avrebbe potuto portare in Puglia il risultato pieno, in virtu’ di una gara attenta, giocata sempre con l’intento di offendere.

Cosenza, De Rosa sostituisce Toscano in panchina

Il Cosenza sta provando a riprendersi, questa volta con il nuovo allenatore Luigi De Rosa. Intanto, è stato definito l’organigramma della restante parte tecnica della società rossoblù a sostegno dell’allenatore. Michele Napoli coadiuverà le attività del tecnico con il ruolo di allenatore in seconda; Nicola Di Leo viene confermato nel ruolo di preparatore dei portieri; Pino Pincente proseguirà la sua attività di preparatore atletico; Luca Altomare ricoprirà il ruolo di collaboratore tecnico; Pino Suriano si occuperà del recupero infortunati. Da sottolineare, nel nuovo quadro tecnico della società, la nomina del giovane e qualificato Andrea Gervasi nel ruolo di team manager della squadra, e di Luca Bruni nelle funzioni di coordinatore dell’area tecnica.

  • Cambi societari – Sono state cedute, si legge in un comunicato, al commercialista cosentino Eugenio Funari le quote societarie di proprietà del socio Luca Pagliuso. Come più volte evidenziato e prospettato dal cedente, il passaggio di proprietà è avvenuto al prezzo simbolico di 1 euro. Ancora una dimostrazione tangibile di attaccamento verso gli interessi societari del Cosenza Calcio 1914 da parte del signor Luca Pagliuso.

Poker Lucchese, Cosenza al tappeto

COSENZA – LUCCHESE 2-4

Marcatori: 9′ Grassi, 34′ Aquilanti, 40′ Degano, 48′ e 55′ Crocetti, 60′ Marotta.

  • Cosenza: (3-5-2): De Luca; Thackray, Cotroneo, Fernandez, Matteini, Aquilanti, Evola (65′ Essabr), Fiore S., Fiore A., Degano, Biancolino (Marino, Ungaro, Scarnato,Martucci, Sommario, Viscardi) Allen Toscano

Lucchese (4-3-1-2): Pennesi; Marchetti, Bertoli, Lollini, Pezzi; Piccinni, Carloto, Cardona(90′ Pani); Grassi (80′ Hemmy), Crocetti (66′ Bova), Marotta (Pardini, Baldanzeddu, Galli, Taddeucci) Allen Indiani

Arbitro: sig. Gaetano Intagliata di Siracusa

Note: Ammoniti: De Luca, Fernandenz, Matteini. Corner: 8 a 4. Recupero: 1′ e 4′

Doppietta all’esordio. Crocetti si presenta così ai tifosi della Lucchese, che sbanca Cosenza con un netto 4-2. E’ la prima vittoria nella storia rossonera al San Vito di Cosenza, conquistata grazie ad una grande prova della truppa agli ordini di mister Indiani.

Cosenza, quante partenze

Nella prosecuzione del mercato calcistico di gennaio, il Cosenza Calcio 1914 comunica che si è definita ufficialmente, secondo le disposizioni regolamentari, la cessione definitiva alla società A.C. PISA 1909 del calciatore Gabriel Raimondi.

Non è l’unica cessione prevista nella squadra calabra. Infatti la società cosentina ha comunicato che è stato risolto consensualmente il rapporto professionale con il calciatore Stefano Fanucci che, allo stesso tempo, passerà a giocare tra le fila della società Ternana Calcio SpA.

Oggi inoltre è stato definito ufficialmente il trasferimento del calciatore Francesco De Rose alla società Reggina Calcio SpA a titolo di compartecipazione.

Il Cosenza Calcio 1914 comunica infine che, secondo le disposizioni previste dal regolamento, si è proceduto a trasferire il calciatore Ayub Daud all’A.S. Gubbio 1910, girando alla società umbra la formula del prestito.

Biancolino, l’Avellino torna alla carica

Al 94′ di domenica 23 gennaio a Taranto Raffaele Biancolino si presenta dagli undici metri. Il “suo” Cosenza è sotto di 1-0 contro la formazione pugliese di mister Dionigi. La gara è stata dominata dai padroni di casa, ma gli ospiti hanno comunque l’opportunità di pareggiare. Breve rincorsa, ma il sinistro di Biancolino termina la sua corsa tra le mani del portiere tarantino.

Nel calcio, così come nella vita, è questione di attimi. E quell’attimo – il rigore sbagliato al 94′ – potrebbe essere l’ultimo nella memoria che i tifosi cosentini avranno di Raffaele Biancolino. Infatti sulla punta napoletana è tornato prepotentemente l’Avellino, che ha bisogno come il pane di una punta in grado di garantire gol e sostanza per provare ad entrare quanto meno nella griglia playoff.

Secondo le indiscrezioni raccolte dal sito www.irpinianews.it, lo scorso lunedì Raffaele Biancolino è stato avvistato in un noto bar del centro di Avellino. Una visita – si legge – molto informale, solo per dissipare vecchie ruggini legate all’addio del 2009. Pare invece che ci sia qualcosa in più, tanto che si parla anche di un accordo tra Avellino e il Cosenza sulla base di uno scambio alla pari. In Calabria andrebbe Scandurra e un altro giovane della Primavera, mentre in Irpinia tornerebbe il Pitone ormai 34enne.

Girardi subito decisivo con il Taranto

 

TARANTO – COSENZA 1-0

 



Marcatore: pt 12' Girardi (TA) 


TARANTO (3-4-2-1) - Bremec; Cutrupi, Migliaccio, Colombini; Garufo, Giorgino, Di Deo, Sabatino (36' st Prosperi); Chiaretti, Rantier (22' st Panarelli); Girardi (29' st Sy). A disp.: Barasso, Pensalfini, Antonazzo, Karvonen. All.: Dionigi.


COSENZA (3-4-2-1) - De Luca; Wagner, Ungaro (6' st Rizzo), Kris; Matteini, De Rose, Roselli, A. Fiore; Daud (39' st Gagliardi), S. Fiore; Biancolino. A disp.: Marino, Scarnato, Sommario, Olivieri, Martucci. All.: Toscano.
Arbitro: Ciro Carbone di Napoli (Signoriello – D’Amato)
Ammoniti: Migliaccio (TA), Roselli (CS), Ungaro (CS); Garufo (TA)
Espulsi: Cutrupi (TA), al 20' st, per somma di ammonizioni.
Corner: 3-9
Recupero: pt 1', st 5'.
Note: Spettatori circa 1500. Bremec para un rigore a Biancolino al 49'st.


Al Taranto basta una rete del nuovo arrivato Girardi per stendere il Cosenza. La formazione calabrese, che in settimana ha lasciato andare Mario Somma richiamando in panchina mister Toscano, ha di che recriminare, visto che al 94′ Biancolino si è fatto parare da Bremec un calcio di rigore, fallendo l’opportunità di pareggiare e portare a casa un punto.

Cosenza, si cambia: via Somma, arriva Toscano

Il Cosenza Calcio, a margine dell’incontro Cosenza-Cavese terminato con il punteggio di 0-0, l’allenatore Mario Somma ha rassegnato le proprie dimissioni da tecnico della squadra rossoblù. L’allenatore, giunto a Cosenza pochi mesi fa per offrire la sua esperienza e tutto il suo massimo impegno lavorativo, non potendo perseguire i risultati preventivati e nella volontà di consentire una favorevole prosecuzione alla stagione calcistica del Cosenza Calcio 1914, ha ritenuto opportuno lasciare la guida della squadra per consentire al suo sostituto di utilizzare al meglio il restante tempo del mercato calcistico di questo mese di gennaio. Una scelta responsabile fatta da un uomo che, ancora una volta, ha così dimostrato tutte le sue buone intenzioni verso i colori rossoblù. Nel congedarsi dalla città, l’allenatore ringrazia tutte le componenti della società e della squadra, rivolgendo gli auguri alla società Cosenza Calcio 1914 per un immediato raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Nel corso di una conferenza tenutasi ieri pomeriggio presso la sala stampa Donato Bergamini, alla presenza del presidente Paolo Fabiano Pagliuso, è stato ufficializzato il ritorno del direttore generale Massimiliano Mirabelli, dell’allenatore Mimmo Toscano e dell’allenatore in seconda, Michele Napoli.

Cosenza, contro la Cavese anche biglietti a 5 euro

Nonostante sia immente la delicata sfida contro la Cavese, in casa Cosenza è sempre al centro delle discussioni il mercato. E proprio dalla società è arrivata l’ufficialità della cessione, a titolo definitivo, del calciatore Antonio Rizzo (difensore, classe 1981) da parte della società Reggina Calcio SpA al Cosenza. Contestualmente, la società rossoblù riferisce della cessione del difensore Alessandro Bernardi alla società Reggina Calcio SpA secondo la formula del titolo temporaneo con opzione di partecipazione.

Per i tifosi

Verso la Cavese – Ecco, intanto, l’elenco dei 18 calciatori convocati dall’allenatore Mario Somma in vista dell’incontro Cosenza-Cavese di domenica 16 gennaio 2011.

MARINO Pietro, DE LUCA Francesco, MATTEINI Davide, FOGOLARI Wagner, RAIMONDI Gabriel, THACKRAY Kris, UNGARO Gaetano, RIZZO Antonio, DE ROSE Francesco, ROSELLI Fabio, FIORE Stefano, SOMMARIO Serafino, FIORE Adriano, MAZZEO Fabio, BIANCOLINO Raffaele, DEGANO Daniele, VISCARDI Salvatore, ESSABR Oussama.

Il Cosenza fermato in casa dalla Ternana

Cosenza-Ternana  1-1

Cosenza: De Luca; Thacray, Fogolari, Raimondi; Matteini, Roselli, S.Fiore, De Rose, Giacomini; Biancolino, Mazzeo.

A disp.: Marino, Bernardi, A.Fiore, Sommario, Degano, Essabr, Daud. All.: Somma

Ternana: Visi; Quondamatteo, Borghetti, Giubilato, Imburgia; Arrigoni, D’Antoni, Fusciello; Nolè, Tozzi Borsoi, Lacheheb.

A disp.: Cunzi, Della Penna, Nitride, Balistreri, Procida, Perney, Alessandro. All.: Orsi

Arbitro : Bruno di Torino

Marcatori:  71′ Tozzi Borsoi (T), 90′ Essabr (C)

Un punto a testa per Cosenza e Ternana, ma a recriminare sono gli ospiti, raggiunti solo al 90’ da Essabr. Va detto però che per una Ternana afflitta da gravi problemi societari, è stato comunque un ottimo punto. Gara spigolosa, quella di Cosenza. Il pareggio è sicuramente il risultato più giusto, considerato che Romano Tozzi Borsoi è riuscito a trasformare in oro uno dei pochissimi palloni ricevuti. Nel primo tempo dominio territoriale del Cosenza, senza però particolari sussulti, con la Ternana che punta a controllare il match senza sbilanciarsi troppo: l’unica occasione per i padroni di casa è nei piedi di De Rose che, al 39′, calcia sul fondo da buona posizione.

Il Cosenza “sensibilizza” i suoi tifosi

Dopo le tante manovre di mercato che hanno visto protagonista il Cosenza in questi primi giorni dell’anno, adesso finalmente è tempo di tornare in campo per la sfida contro la Ternana.

Il Cosenza Calcio 1914 comunica l’elenco dei 19 calciatori convocati dall’allenatore Mario Somma in vista dell’incontro Cosenza-Ternana di domenica 9 gennaio 2011.

MARINO Pietro, DE LUCA Francesco, MATTEINI Davide, FOGOLARI Wagner, RAIMONDI Gabriel, THACKRAY Kris, UNGARO Gaetano, GIACOMINI Andrea, BERNARDI Alessandro, DE ROSE Francesco, ROSELLI Fabio, FIORE Stefano, SOMMARIO Serafino, FIORE Adriano, MAZZEO Fabio, BIANCOLINO Raffaele, DAUD Ayub, DEGANO Daniele, ESSABR Oussama.

Cosenza Calcio 1914, d’accordo e in collaborazione con la Questura di Cosenza, nell’effettuazione della campagna di sensibilizzazione nei confronti della tifoseria locale, ricorda che non è possibile introdurre all’interno dello stadio San Vito ombrelli a punta e lunghi. A tal proposito si chiede ai club della tifoseria organizzata e ai mass media locali di pubblicizzare adeguatamente tale norma e che i frequentatori che giungono allo stadio per la visione delle partite casalinghe del Cosenza Calcio 1914 si adeguino al regolamento d’uso che contiene le indicazioni di comportamento da tenere in occasione delle manifestazioni sportive. L’osservazione di tali regole viene richiesta per garantire la propria e altrui incolumità.