Cremonese – Spezia 3-2

di Redazione 0

  • Prima Divisione B, quinta giornata
  • Stadio Giovanni Zini, Cremona. Il live:
  • Cremonese – Spezia 3-2
    Reti: Evacuo (S), Le Noci rig. (C), Minelli (C), Rabito rig. (C), Mastronunzio rig. (S)

L’appetito vien mangiando. Oscar Brevi lo andava ripetendo come un dannato, quando gli si domandava che tipo di impatto psicologico avrebbe potuto avere la penalizzazione di sei punti.

L’appetito vien mangiando, deve aver ripetuto ai suoi giorno e notte. Mentre sapewva di avere a disposizione una formazione capace di grandi cose. Andava già bene com’era, poi il mercato gli ha regalato non uno a caso. Andrea Rabito classe 1980 e trascorsi nel calcio che conta non è uno passato di lì a tempo perso, semmai un campione che avrebeb potuto dire la sua in cadetteria, in qualche club di A.

Un lusso enorme, un salto di qualità pazzesco. Poi, la prima la seconda la terza la quarta, provi a interpretare qel che racconta il campionato e ti rendi conto che lo splendido inizio dei grigiorosa è figlio di un reparto attaccanti a dir poco incredibile. Al punto che Rabito, per ora, gioca scampoli di gara.

Preso per mano da Giuseppe Le Noci (sei reti in tre partite, eroe di Piacenza), il tridente di Brevi ha cominciato a maciullare le difese avversarie. La chiave di lettura, in ottica della sfida tra i lombardi e lo Spezia, è proprio questa: riuscissero gli spezzini a ingabbiare il reparto offensivo avversario, avrebbero individuato la maniera per poter dire la loro. Magari, puntando sulle ripartenze in velocità. Dovrebbe essere la tattica disegnata da Elio Gustinetti.

ULTIMISSIME DAI CAMPI

Le probabili formazioni: Cremonese con tre attaccanti, Spezia schierato con la boa Mastrobnunzio intorno al quale agiranno tre trequartisti.

  • Cremonese (4-3-3): Bianchi; Semenzato, Polenghi, Minelli, Favalli; Fietta, Pestrin, Dettori; Nizzetto, Musetti, Le Noci.
  • Spezia (4-2-3-1): Russo; Rivalta, Lucioni, Murolo, Ferrini; Buzzegoli, Papini ; Marchini, Casoli, Madonna; Mastronunzio

Bella cornice dio pubblico, l’entusiasmo della vittoria nel derby contro il Piacenza è palpabile. SI PARTE.

Vantaggio dello Spezia al 10′ dopo una partenza spumeggiante che ha leggitimato il gol in più. La Cremonese ha il merito di non essersi scomposta e di aver recuperato in fretta: il pareggio al 22′. Partita tirata, si gioca con tensione e rispetto. Spezia pungente in avanti: i contropiede delle punte liguri sono frustate che non sempre colgono preparata la formazione locale. Al 36′ punteggio ribaltato: Era per gli ospiti un buon momento ma quando i lombardi iniziano ad avanzare palla al piede sanno essere letali. Gran bella partita, sembra di categoria superiore.

Ripresa all’insegna dei locali: rigore di Rabito al 3′, Cremonese sul 3-1; al 20′ Mastronunzio, anche lui dal dischetto, accorcia il punteggio. Capovolgimenti di fronte che entiusiasmano, confermiamo la sensazione iniziale: pare sfida tra squadre di altra categoria. Unico appunto, difese spesso e volentieri ballerine ma il motivo di fondo è che i due attacchi esprimono davero un potenziale che pochi altri possonoi permettersi.

39′: grande giocata di Rabito che libera al tiro Bocalon. Conclusione violenta, il pallone siu stampa sulla traversa.

E’ finita. Zini in festa: Cremonese alla quinta vittoria su cinque gare. La cinquina porta i locali a quota 9 in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>