Lega Pro: dopo il caso-Catania, ecco un’altra beffa

di Daniele Pace 0

Sono passati solamente quattro mesi da quando è stata scritta una delle pagine più complicate e da dimenticare della Lega Pro. Ovvero, la decisione di escludere il Catania quando mancavano ancora quattro giornate dalla fine del campionato, mettendo in atto una vera e propria rivoluzione per quanto concerne la graduatoria del girone C.

Al punto tale che tanti addetti ai lavori sostengono che quella classifica è stata in tal modo falsata, visto che ha provocato danni evidenti a tutte quelle compagini che, con il Catania, avevano portato a casa il bottino pieno, tra cui anche il Foggia. Invece, ne hanno tratto vantaggio le squadre che non avevano ottenuto neanche un punto con la compagine pugliese, come ad esempio il Palermo.

Sono passati all’incirca quattro mesi ed ecco che di nuovo la Lega Pro sprofonda nuovamente in uno scenario simile. In questo caso, al centro del misfatto sono Teramo e Campobasso. Si tratta di due società che sono state fatte fuori dalla serie C dopo la sentenza della Covisoc che le ha bocciate. La conferma è arrivata anche nei gradi successivi, fino ad arrivare al Tar. Ecco, quindi, che la Lega Pro ha deciso di provvedere prontamente al ripescaggio di Fermana e Torres.

Ebbene, quando pareva finalmente andare tutto per il meglio, ecco che la Lega Pro ha comunicato in via ufficiale la compilazione dei nuovi gironi. La sorpresa, però, era come al solito proprio dietro l’angolo, visto che il Consiglio di Stato ha deciso di fermare l’esclusione di Teramo e Campobasso, con la sentenza che verrà pronunciata il prossimo 25 agosto.

Una data che, come si può facilmente intuire, mal si concilia con la partenza dei campionati prevista per il 28 agosto. A questo punto, la Lega non ha potuto far altro che sollecitare il Consiglio di Stato per avere una sentenza con tempistiche più rapide. Nulla di fatto, con la richiesta che è stata prontamente rispedita al mittente. Di conseguenza, ecco che la Lega Pro ha dovuto per forza di cose rinviare non solo il sorteggio relativo ai calendari, ma anche la prima giornata di campionato.

Finita qui? Assolutamente no, dato che se il Consiglio di Stato dovesse dar ragione a Teramo e Campobasso, che ci sarebbe l’ampliamento del girone B e del girone C, che passerebbero da 20 a 21 compagini. La Lega Pro ha già annunciato che assumerà i provvedimenti conseguenti dopo la decisione del Consiglio di Stato, ma la sensazione di trovarsi di fronte all’ennesimo pasticcio all’italiana è molto forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>