Taranto, doppio Rantier inguaia il Viareggio

di Samuel 1

TARANTO-VIAREGGIO 2-0

  • MARCATORE: 9′ p.t. Rantier; 3′ s.t Rantier
  • TARANTO (3-4-3): Bremec; Sosa, Coly, Prosperi; Antonazzo, Giorgino, Sciaudone, Rizzi; Chiaretti (39′ s.t. Di Deo), Girardi (19′ s.t. Guazzo), Rantier (24′ s.t. Vicedomini). A disp. Faraon, Di Bari, Garufo, Russo. All. Dionigi.
  • VIAREGGIO (3-4-3): Ranieri; Monopoli (7′ s.t. Lepri), Fiale, Brighenti; Carnesalini, Tarantino, Pizza, Taormina; Maltese (26′ s.t. Elia); Scardina, Cesarini. A disp. Merlano, Lamorte, Guerra, Cristiani, Palibrk. All. Maurizi.

 

  • ARBITRO: Ros di Pordenone.
  • NOTE: paganti 3.975, abbonati 949, incasso di 49.917,46 euro. ammoniti Prosperi, Antonazzo, Monopoli, Rantier, Pizza, Tarantino, Cesarini. Angoli: 3-8. Recuperi: p.t. 0′; s.t. 3′

L’ABBIAMO RACCONTATA COSI’

Taranto, doppio Rantier ti porta in cima

Il Taranto supera il Viareggio con un secco 2-0 e, in attesa del postitipo del Como che domani sera ospiterà il Foggia, si porta al comando della classifica di Prima Divisione Girone A. Una vittoria limpida quella ottenuta dai rossoblù di mister Dionigi, contro un avversario che ha tirato i remi in barca nella seconda parte di gara, lasciando gioco e iniziative nelle mani della squadra rossoblù. Bravo e cinico il Taranto a prendere le misure alla formazione ospite che pur mostrandosi volenterosa cercando di impensierire la retroguardia tarantina nelle prime battute iniziali, ha dovuto presto cedere al maggior tasso tecnico degli ionici. Poi ci ha pensato il bel gol di Rantier a sbloccare il risultato e l’andamento della partita dopo appena dieci minuti era già segnato. Il Taranto, soprattutto nelle ripresa, ha legittimato il risultato mettendo in grande difficoltà una squadra giovane e poco esperta come il Viareggio: dopo appena 3′ di gioco é sempre Rantier ad approfitta! re di un errore difensivo dei toscani, segnando il 2-0 finale. Tre punti d’oro che aumentano la compattezza di un gruppo che sta acquisendo domenica dopo domenica consapevolezza dei propri mezzi, dimostrando la propria capacità di lottare e giocarsela contro qualsiasi tipo di avversario.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>