Juve Stabia inarrestabile, Pisa senza alibi

di Samuel 0

 JUVE STABIA – PISA 1-0
Marcatori
: 64′ Scognamiglio (JS)

  • Juve Stabia: Colombi, Fabbro, Pezzella (87′ Rizza), Cazzola, Mezavilla, Scognamiglio, Dicuonzo, Danucci, Corona, Ciotola (54′ Tarantino), Mbakogu (70′ Albadoro). A disposizione: Vono, Maury, Marano, Dianda. All. P. Braglia
    Pisa: Lanni, Gimmelli, Sereni, Raimondi, Obodo (88′ Anselmi), Stendardo, Fanucchi, De Oliveira (77′ Ilari), Mosciaro (56′ Guidone), Carparelli, Favasuli. A disposizione: Pugliesi, Bizzotto, Calori, Reccolani. All. L. Semplici.
    Arbitro: Stefano Bellutti di Trento. Guardalinee: Cristian De Franco di Udine – Gabriele Poles di Pordenone.
    Note: Ammoniti: Mezavilla (JS), Raimondi (P), Obodo (P), Carparelli (P), Favasuli (P). Spettatori 3500 circa. Angoli: 3-2. Recupero: 1’pt- 4’st

La Juve Stabia si conferma una delle squadre più in forma del campionato e dopo l’ottimo pareggio sul campo del Siracusa, la squadra di Braglia piega anche un Pisa alla disperata ricerca di punti salvezza. E così i gialloblu inanellano il settimo risultato utile consecutivo con sguardo sulla zona playoff. 

Nei primi minuti la gara stenta a decollare con le squadre che si studiano soprattutto a centrocampo. Nei primi minuti parte forte lo Stabia con Cazzola che lancia per l’accorrente Corona che manca di pochissimo il tocco vincente. Al 22′ è Danucci che serve Ciotola, ma la conclusione dell’attaccante è deviata in angolo. Il primo tempo del Pisa è tutto in un tiro di Fanucchi al 25′ altissimo. Termina così il primo tempo con le squadre ferme sullo 0-0.
Nel secondo tempo la Juve Stabia entra in campo con una forza d’urto impressionante. E così al 64′ giunge il meritato vantaggio. Calcio di punizione dalla destra battuto da Tarantino, Lanni smanaccia in maniera un po’ goffa e Scognamiglio si fa trovare pronto alla deviazione vincente. Esplode lo stadio “Romeo Menti”. Il Pisa prova a reagire con veemenza, lo Stabia risponde in contropiede. Nel finale ci sono quattro interminabili minuti di recupero. Alla fine la vittoria va alle Vespe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>