Verona, Mandorlini avverte: “Sarà una sfida su 180 minuti”

di Redazione 0

SANDRA’ – Questa settimana permette all’Hellas Verona di recuperare le energie in vista della semifinale d’andata dei play-off. “Qualche problemino ce l’abbiamo, sfruttiamo questi giorni per la messa a punto. Aspettiamo questa partita col Sorrento, l’approccio mentale conta molto. Vedo entusiasmo nei miei ragazzi per aver tagliato un primo traguardo”. Cercherà dunque di sfruttare al massimo le sedute di lavoro mister Mandorlini, rilanciato come tutto l’ambiente dalla conquista degli spareggi-promozione.

Un percorso, quello dei gialloblù, molto costante negli ultimi periodi: “Vincere in casa e pareggiare fuori sarebbe una buona soluzione, il 29 maggio inizia un altro campionato. Speriamo di arrivarci bene, la prima sfida non è fondamentale ma molto molto importante”.

A chi gli chiede un difetto della propria squadra, il tecnico ravennate risponde analizzando alcuni episodi chiari agli addetti ai lavori: “Forse avremmo potuto chiudere prima le partite, resto comunque contento di quanto fatto. Il bello deve ancora venire”.

Tiene banco in casa campana il possibile utilizzo di Paulinho, infortunatosi prima di Pasqua: “Seguo poco questa vicenda, i nostri medici parlano del rientro in campo del brasiliano come un’ipotesi remota. Si tratta di un infortunio delicato, che potrebbe diventare grave in caso di ricaduta. Massimo rispetto per i campani, ma concentriamoci solo sulla nostra preparazione del match. Il confronto va letto nell’ottica dei 180′, soprattutto dal punto di vista della personalità la gara d’andata va affrontata nel migliore dei modi. Ho grande fiducia, i ragazzi sono cresciuti tantissimo ed ora hanno un’opportunità per il futuro. Vincere a Verona ha un peso specifico rilevante”.

Fonte: Ufficio stampa Hellas Verona

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>