Perna show, Pisa gode. Benevento non pervenuto

PISA – BENEVENTO 2-0

  • PISA: Pugliesi, Audel, Benedetti, Raimondi (6′ Lanzolla), Bizzotto (37′ s.t. Ton), Obodo, Gatto (1′ s.t. Ilari), Scampini, Perna, Favasuli, Strizzolo. A disp: Sepe, Berardocco, Tremolada, Perez. All. Pagliari
  • BENEVENTO: Baican, Pedrelli (23′ Kanoute), Anaclerio, De Risio, Siniscalchi, Signorini, D’Anna (37′ s.t. Carretta), Rajcic, Altinier, Vacca, Cia ( 8′ s.t. Falzarano). A disp: Mancinelli, Candrina, Rinaldi, Pieroli. All. Simonelli
  • ARBITRO: Ros (Pordenone), assistenti De Franco (Udine)-Tolfo (Pordenone)
  • MARCATORI: 6′, 4’s.t. Perna
  • AMMONIZIONI: Benedetti, Perna (P.), Cia, Altinier (B.).

Tutti attendevano una grande prestazione e la vittoria del Benevento, e invece è arrivata un’ottima prestazione e la vittoria del Pisa. Pronti via, e al 1′ Pisa già pericolosissimo: Perna vince un rimpallo e si presenta a tu per tu con Baican, centrandolo in pieno.

Sudtirol, gol e spettacolo a Siracusa

SIRACUSA – FC SUEDTIROL 1-3
Siracusa: P. Baiocco, Lucenti, Petta (46’ Pepe), Fernandez (70’ Zizzari), Ignoffo, Pippa, Mancosu (52’ Bongiovanni), Spinelli, D. Baiocco, Fofana, Montalto. A disposizione: Fornoni, Capocchiano, Calabrese. Allenatore: Andrea Sottil
FC Suedtirol (4-2-3-1): Iacobucci; Iacoponi, Kiem, Cascone, Martin; Furlan, Uliano; Grea (53’ Calliari), Fink (70’ Bacher), Schenetti; Fischnaller (76’ Chinellato). A disposizione: Miskiewicz, Nazari, Chiavarini, Ferrari. Allenatore: Giovanni Stroppa
Arbitro: Francesco Fiore di Barletta
Reti: 14’ Martin (0:1), 47’ Martin (0:2), 50’ Fofana (1:2), 80’ Schenetti (1:3)
Note: ammoniti Baiocco (S), Mancosu (S), Martin (FCS), Fink (FCS), Schenetti (FCS), Iacobucci (FCS), Uliano (FCS). Spettatori 2200 circa.

Clamoroso a Siracusa. Il Sudtirol si impone per 3-1 (prima vittoria stagionale esterna per i biancorossi) e vola al terzo posto in classifica, a soli tre punti dalla capolista Pergocrema. Grande prestazione e vittoria legittima da parte della formazione di mister Giovanni Stroppa, che ha anche fallito un calcio di rigore con Manuel Fischnaller.

La cronaca. A Siracusa pomeriggio soleggiato con temperatura mite: si gioca davanti a 2200 spettatori. Al 14’ bella discesa di Schenetti che arrivato sul fondo mette una calibrata palla nell’area piccola per uno smarcato Martin che di testa non può sbagliare: è il gol dell’1-0 biancorosso.

Finalmente Spezia, Pergocrema battuto

SPEZIA – PERGOCREMA 2-0

  • SPEZIA (4-4-2): Russo; Rivalta, Lucioni, Murolo, Enow (11’ st Pedrelli); Madonna, Bianco (41’ st Lollo), Papini, Casoli; Iunco, Evacuo (25’ st Mastronunzio). A disp.: Conti, Testini, Vannucchi, Ferretti. All. Serena.
    PERGOCREMA (4-4-2): Concetti; Cuomo, Doudou (25’ st Capua), Sembroni, Rizza; Rizzo (16’ st Adeleke), Romondini, Angiulli, Delgado; Guidetti, Inacio Pià (1’ st Di Mario). A disp.: Menegon, Gritti, Celjak, Costantini. All. Brini.
    RETI: 45’ pt Casoli, 21’ st Evacuo.
    ARBITRO: Michael Fabbri di Ravenna.
    NOTE: Terreno in sintetico, giornata soleggiata. Spettatori 4783. Espulso al 31’ st Guidetti per un fallo di reazione. Ammoniti: Rizza e Angiulli per il Pergocrema, Iunco, Rivalta e Papini per lo Spezia. Angoli: 6-0 per lo Spezia. Recupero: 1’ st, 4’ st.

Finalmente comincia a plasmarsi lo Spezia che tutti attendevano. squadra di qualità, certo, ma in grado di diventare gruppo, di amalgamare le sue forti individualità per metterle al servizio della squadra. La migliore risposta per il pubblico del “Picco” è stata la netta vittoria contro la capolista Pergocrema, capace di sei vittorie nelle prime sette giornate di campionato.

Tarana-gol, Feralpi sbanca Latina

LATINA – FERALPISALO’ 0-1

  • LATINA: Martinuzzi, Cafiero, Maggiolini, Tortolano (51´ Babù), Agius, Farina, Ricciardi, Matute (70´ Tortori), Jefferson (38´ Bernardo), Giannusa, Zampaglione. A disposizione: Costantino, Gasperini, Berardi, Merito. All.: Sanderra.
    FERALPISALO´: Branduani, Turato, Cortellini (65´ Savoia), Castagnetti, Leonarduzzi, Blanchard, Bianchetti (90´ Sala), Muwana, Defendi, Fusari, Tarana (92´ Tarallo). A disposizione: Zomer, Camilleri, Allievi, Basta. All.: Remondina.
    ARBITRO: Benassi di Bologna.
    RETI: 68´ Tarana.
    NOTE: Ammoniti Bianchetti e Leonarduzzi (FS). Recupero 3´ + 6´.

    Finalmente sono arrivati i tre punti. Finalmente è arrivata la prima storica vittoria in prima divisione. Tre punti vitali, anche alla luce dello scontro diretto di domenica prossima al Turina con il Bassano. Vittoria conquistata grazie alla seconda rete in campionato di Emiliano Tarana ben servito da Defendi che a sua volta nel finale ha sfiorato il raddoppio in un paio di circostanze. Successo più che meritato frutto di una partita ben condotta nella quale i padroni di casa non hanno mai dato l´impressione di poter impensierire più di tanto la retroguardia salodiana. Peccato per l´ammonizione di Leonarduzzi che, in diffida, dovrà saltare il delicatissimo incontro col Bassano.

Andria-Frosinone, pari e spettacolo

ANDRIA BAT – FROSINONE 2-2

 

Pareggio giusto nell’ottica dei 90 minuti anche se il Frosinone può solo rammaricarsi dopo essere andato in vantaggio di due gol. Partita dai due volti quella della formazione di Sabatini: primo tempo attento e ordinato, capace di imporre il proprio gioco sul terreno dello Stadio degli Ulivi e capace di colpire due volte nel primo tempo; ripresa un po’ in ombra dovuta anche alla stanchezza visti gli impegni ravvicinati dell’ultima settimana.
Sabatini deve fare a meno di Biasi, Vitale, Santoruvo e Bonvissuto e propone un 4-3-1-2 con Nordi tra i pali, Catacchini, Guidi, Stefani e Fautario in difesa, Baccolo, Frara e Beati in mediana, Miramontes dietro le punte Artistico e Aurelio. Di Meo risponde con un 4-4-2 con Innocenti e Del Core in attacco.
Subito propositivo il Frosinone che già al 2’ va alla conclusione dal limite con Miramontes con pallache si spegne di poco sul fondo. All’11’ è ancora l’argentino che con una conclusione velenosa chiama Ragni alla difficile deviazione in angolo. I padroni di casa faticano ad uscire dalla propria metà campo grazie ad un Frosinone ordinato che tiene in mano il pallino del gioco senza però trovare la zampata vincente.

Portogruaro corsaro in casa della Cremonese

CREMONESE – PORTOGRUARO 1-2

  • Cremonese: Alfonso, Polenghi, Sales, Minelli, Rigione, Tacchinardi (Nizzetto), Rabito (Samb), Fietta, Musetti, Dettori, Le Noci (Bocalon). A disp: Bianchi, Arcari, Riva, Degeri. All. Brevi

    Portogruaro: Bavena, Fedi, Bognanni, Coppola, Cristante, Radi, Lunati, Salzano (Giacobbe), De Sena (Bolchi), Cunico, Corazza (Luppi). A disp: Mion, Regno, Pondaco, D’Amico. All. Rastelli

    Arbitro: Dei Giudici di Latina

    Reti: 9′ Dettori, 43′ Radi, 80′ De Sena

    Note. Ammoniti: Dettori, Le Noci, Coppola, Cunico, Lunati. Angoli: 2-4

 

Doveva prima o poi succedere, ed è successo. E’ arrivata all’ottava giornata la prima sconfitta in campionato per la Cremonese, piegata in casa a sorpresa dal Portogruaro.
La gara era cominciata assolutamente in discesa per la Cremonese, avanti dopo appena nove minuti grazie alla rete di Dettori.

Sudtirol, che vittoria col Lanciano

FC SUDTIROL-VIRTUS LANCIANO 1-0

 

  • FC SUDTIROL (4-2-3-1): Iacobucci; Grea, Cascone, Iacoponi, Martin; Furlan, Uliano; Schenetti (66. Chiavarini), Fischnaller, Campo (6. Fink); Ferrari (69. Pfitscher). A disposizione: Miskiewicz, Franchini, Santonocito, Calliari. Allenatore: Giovanni Stroppa
  • VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità; Vastola, Massoni, Amenta, Mammarella; Capece, D’Aversa, Volpe (79. Tarquini); Turchi (59. Titone), Pavoletti, Improta (61. Chiricò). A disposizione: Amabile, Rosania, Aquilanti, Novinic. Allenatore: Carmine Gautieri
  • ARBITRO: Diego Roca di Foggia
  • MARCATORI: 37′ Ferrari (S)
  • NOTE: Ammoniti: Cascone, Amenta, Vastola, Capece, Titone, Iacobucci. Spettatori: 1.256 (abbonati 532)

 

Sette punti in sette giorni era il proclama della vigilia. Promessa mantenuta in casa fc Sudtirol. La squadra di Stroppa piega anche la Virtus Lanciano grazie alla rete di Ferrari.

 

La cronaca. Stenta a decollare il match, con Campo – alle prese con problemi muscolari – che deve dare forfait, sostituito da Fink. La prima fiammata del match è biancorossa, al 7’, quando Fischnaller si fa largo sulla sinistra, poi asseconda il taglio di Martin, la cui girata di destro è debole e facile preda di Aridità.

Il Taranto fermato dalla Pro Vercelli

PRO VERCELLI-TARANTO 0-0
PRO VERCELLI (4-3-3) Valentini; Cancellotti, Ranellucci, Masi, Armenise; Rosso, Murante, Disabato; Iammello (27′ s.t. Malatesta), Di Piazza (9′ p.t. Tripoli, 34′ s.t. Santoni), Fabiano. A disp. Dan, Nocciola, Pigoni, Bencivenga. All. Braghin.
TARANTO (3-4-3) Bremec; Sosa, Di Bari, Prosperi; Garufo, Giorgino, Sciaudone (14′ s.t. Vicedomini), Rizzi; Russo (36′ s.t. Di Deo), Guazzo (26′ s.t. Girardi), Rantier. A disp. Faraon, Colombini, Antonazzo, Dalì. All. Dionigi (squalificato: in panchina Spagnulo).
ARBITRO Merlino di Udine.
NOTE ammoniti Sciaudone, Tripoli, Disabato, Armenise, Ranellucci, Santoni

 

Il Taranto è rimasto ancora scottato dalla sconfitta interna contro la capolista Taranto e sul campo della Pro Vercelli non riesce ad andare oltre lo zero a zero. Un ottimo punto, invece, per l’undici di Braghin, che si dimostra una delle rivelazioni del campionato. Gli jonici restano comunque al secondo posto in classifica, adesso distanti tre lunghezze dalla Ternana che ha invece vinto in casa contro il Pisa e adesso accenna ad una mini-fuga.

Monza e Avellino non si fanno male

MONZA – AVELLINO 1-1

  • Monza: (5-3-2): Castelli; Uggè, Catanneo, Cusaro, Fiuzzi, Campinoti;Iacopino (23’st De Matta), Romano, Velardi; Colacone (36’st Ferrario),Kyeremateng (13’st Nappello). A disp. Mercandalli, Anghileri, Valagussa,Chemali. All. Motta
    Avellino: (4-4-2): Fumagalli; Labriola (16’st Zappacosta), Porcaro,Cardinale, Stigliano; Herrera (46’st Falzerano), Malaccari, D’Angelo, Millesi;Zigoni (25’st Correa), Thiam. A disp. Fortunato, Calvarese, Ricci, Lasagna.All. Bucaro
    Arbitro: La Penna di Roma
    Guardalinee: Orsini e Lo Bozzo
    MARCATORI: 15’st Iacopino (M), 19’st Thiam (A)

 

Quarto pareggio consecutivo per i biancorossi che anche questa volta passano per primi in vantaggio ma non riescono a mantenerlo. Dopo un primo tempo avaro di emozioni Capitan Iacopino al quarto d’ora della ripresa realizza il suo 40° gol in Biancorosso inzuccando un bel cross di Campinoti.

Reggiana corsara a Foggia: Bonacina traballa

Foggia – Reggiana 0-2
Marcatori: 8′ Iraci (R), 11′ aut. Gigliotti (R)

  • FOGGIA: Ginestra, Cardin, Lanzoni, Gigliotti, Tomi, Meduri, Molina, Venitucci, Agodirin, Tiboni, Giovio.
    REGGIANA: Silvestri, Aya, Zini, Mei, Sperotto, Iraci, Calzi André Viapana, Esposito, Alessi, Redzic.

 
Fischi durante e alla fine del match per il Foggia di Bonacina, che cade in casa aprendo le porte, invece, alla prima vittoria esterna stagionale per la Reggiana, che questo pomeriggio allo stadio “Pino Zaccheria” ha superato i Satanelli col punteggio di 2-0.
Granata in vantaggio al 7′ grazie ad Iraci, bravo a superare il portiere Ginestra su un perfetto assist di Alessi. Cinque minuti dopo, ancora dal piede destro di Iraci parte il tiro-cross che il difensore del Foggia Gigliotti devia nella propria porta per il 2-0.
La Reggiana riesce poi ad amministrare senza affanni il doppio vantaggio, sfiorando nella ripresa anche la terza marcatura e portando a casa tre punti preziosi.

Al Carpi il derby con la Spal

CARPI – SPAL 1-0

  • Marcatore: 61′ Cesca
  • CARPI: Mandrelli, Laurini, Poli, Perini (VK), Cioffi (K), De Paola, Concas (75′ Pasciuti), Memushaj (78′ Cenetti), Cesca, Eusepi, Di Gaudio (60′ Potenza)
    A disp: Bastianoni, Bova, Sogus, Perrulli
    All.: Notaristefano
  • SPAL: Teodorani, Ghiringhelli, Rossi G. (85′ Rossi P.), Agnelli, Zamboni (K), Pambianchi, Melara, Migliorini (VK) (55′ Bedin), Arma, Castiglia (64′ Mendy), Laurenti
    A disp.: Capecchi, Vecchi, Cosner, Canzian
    All: Vecchi
  • Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua di Tivoli (assistenti i Sig.ri Francesco Genovese di Rossano e Diego Regazzo di Treviso).
    Note: angoli 3-7 , recupero 0′ – 3′

 

Porta bene al Carpi il cambio in panchina. La squadra gialloblu, infatti, si aggiudica il derby dell’Emilia contro la Spal grazie alla rete di Cesca e brinda al debutto in panchina di Notaristefano.

Ternana, ancora capolista e allungo

TERNANA – PISA   1-0

  • TERNANA: Ambrosi, Ferraro, Stendardo, Gotti (16′ s.t. Cejas), Miglietta, Pisacane, Bernardi, Carcuro, Docente (25′ s.t. Litteri), Nolè (12′ s.t. Fazio), Dianda. A disp: Virgili, Arrigoni, Lacheheb, Sinigaglia. All.Toscano
  • PISA: Pugliesi, Audel, Buscaroli (40′ s.t. Perez), Bizzotto, Benedetti, Benvenga (13′ s.t. Ilari), Obodo, Berardocco, Favasuli, Tremolada (1’s.t. Strizzolo), Perna. A disp: Sepe, Ton, Lanzolla, Scampini. All.Pagliari
  • ARBITRO: Maresca della Sez. di Napoli (Ass. Tudisco e Santoro di Catania)
  • MARCATORI: 23′ Pisacane
  • AMMONIZIONI: Stendardo, Gotti (T.), Berardocco (P.)
  • ESPULSIONI: Stendardo (T.) per doppia ammonizione, Bernardi (T.), l’allenatore Toscano per proteste.
  • RECUPERO: 1′; 6′;

Sembrava quasi una capolista per caso la Ternana dopo la vittoria in casa del Taranto mercoledì notte. Adesso, dopo la seconda vittoria in quattro giorni a spese del Pisa, c’è chi parla già di mini-fuga. Fatto sta che la Ternana di Toscano ha sconfitto anche il Pisa, squadra sempre difficile e spigolosa da affrontare.