La Cremonese non va oltre lo 0-0 a Prato

PRATO – CREMONESE 0-0

  • PRATO: Layeni, Manucci, De Agostini, Fogaroli, Patacchiola, Lamma, Geroni, Cavagna, Vieri, Pisanu, Benedetti. A disposizione: Morandi, Baresi, Sacenti, Gori, Marongiu, Alberti, Silva Reis. All. Esposito.
  • CREMONESE: Alfonso, Semenzato, Sales, Minelli, Polenghi, Pestrin, Nizzetto, Fietta, Musetti, Riva, Le Noci. A disposizione: Bianchi, Rigione, Tacchinardi, Degeri, Rabito, Samb, Bocalon. All. Brevi.
  • Arbitro: Domenico Rocca di Vibo Valentia, coadiuvato da Alfonso D’Apice di Parma e Nicola Croce di Fermo.
  • Note: Un minuto di silenzio per la morte del povero Marco Simoncelli, morto questa mattina in un tragico incidente durante la gara di Sepang, in Malesia.

Nonostante la fame di vittoria per il Prato dopo la sfortunata sconfitta di Piacenza, contro la Cremonese al “Lungobisenzio” la gara termina in parità.

Portogruaro show nel derby con la Triestina

PORTOGRUARO – TRIESTINA 3-1

  • Portogruaro: Bavena, Fedi, Pondaco, Coppola, Cristante, Radi, Lunati, Salzano, De Sena (dal 29′ st. Della Rocca), Cunico (dal 38′ st. Giacobbe), Corazza (dal 45′ st. Luppi). All. Rastelli. A disp.: Mion, Adamo, Bognanni, D’Amico.
  • Triestina: Viotti, D’Ambrosio, Pezzi (dal 1′ st. Mannini), Rossetti, Thomassen (C), Izzo (dal 45′ st. Evola), Mattielig, Princivalli (dal 33′ st. Gadignani), Godeas, Motta, Curiale. All. Discepoli. A disp.: Gissi, D’Agostino, De Vena, Pinares
  • Arbitro: Aureliano di Bologna
  • Assistenti: Pennacchio di Faenza e Valeriani di Ravenna
  • Reti: 5′ st. Izzo, 13′ st. Fedi, 20′ st. Pondaco, 42′ st. Corazza

Ennesima grande prova del Porto che vince e convince nel derby contro l’altra neo-retrocessa Triestina, tra le quali spicca l’ex Mattielig. Partono bene i granata che tengono bene il campo e non si fanno sovrastare dagli avversari. Alabardati che comunque si avvicinano in un paio di occasioni verso la porta difesa da Bavena ma che nei primi 45 minuti non lo impensieriscono particolarmente.

Frosinone-Latina, 1-1 nel derby n° 43

FROSINONE – LATINA   1-1

Non va oltre l’1-1 il derby numero 43 tra Frosinone e Latina. Accade tutto nel primo tempo: Ganci porta subito in vantaggio i canarini, al 33’ Berardi pareggia. Nella ripresa gli uomini di Sabatini non riescono a sfruttare la superiorità numerica per l’espulsione di Ancora al 54’. Pareggio tutto sommato giusto in un Comunale pieno in ogni ordine di posto fatta eccezione per il settore ospiti.
Sabatini deve fare a meno dello squalificato Bonvissuto e degli infortunati Vitale e Santoruvo e schiera un 4-3-1-2 con Nordi tra i pali, Catacchini, Stefani, Biasi e Fautario indifesa, linea mediana a tre con Carrus, Beati e Frara, Miramontes dietro le punte Artistico e Ganci. Sulla panchina pontina, Marco Ghiotto, subentrato al dimissionario Sanderra, schiera un 4-1-4-1 con l’ex Jefferson unica punta.
La prima occasione del match è per gli ospiti: angolo corto di Tortolano per Giannusa, cross di prima intenzione che trova Gasperini solo in area piccola ma il suo colpo di testa è impreciso e finisce alto sulla traversa.

FeralpiSalò e Bassano si accontentato

FERALPISALO’ – BASSANO   0-0

  • FERALPISALO´: Branduani, Turato, Cortellini, Castagnetti (69´ Drascek), Camilleri, Blanchard, Bianchetti (61´ Tarallo), Muwana, Defendi (85´ Sala), Fusari, Tarana. A disposizione: Zomer, Allievi, Basta, Savoia. All.: Remondina.
    BASSANO: Grillo, Martina, Ghosheh, Drudi (85´ Lazzarotto), Basso, Scaglia, Lorenzini, Morosini, Gasparello (62´ Longobardi), Ferretti, Bonetto (78´ Guariniello). A disposizione: Poli, Baido, Iocolano, Maniero. All.: Jaconi.
    ARBITRO: Strocchia di Nola (Crimaldi e Barbetta)
    NOTE: Ammoniti: Bianchetti, Camilleri e Blanchard (FS), Basso e Scaglia (B). Espulsi: Longobardi (B) e Blanchard (FS) per doppia ammonizione. Recupero: 1´ + 3´.

Una discreta FeralpiSalò conquista un altro punticino dando continuità ai risultati ma non riesce a battere il Bassano, diretta concorrente. Con alcuni elementi non al meglio, l´infermeria sempre affollata e la squalifica di Leonarduzzi Mister Remondina mette in campo tre under e tutto sommato riesce a creare nell´arco dell´incontro almeno quattro nitide occasioni ma la bravura di Grillo in un caso, l´imprecisione degli attaccanti ed una vistosa trattenuta su Tarana lanciato a rete negano alla FeralpiSalò la gioia del successo.

Carrarese, vittoria nel derby con lo Spezia

CARRARESE – SPEZIA 2-1

  • CARRARESE (4-4-2): Nocchi, Piccini, Vanucci, Taddei, Benassi, Anzalone, Orlandi, Corrent, Cori, Gaeta, Giovinco. A disposizione. Gazzoli, Pasini, Conti, Pacciardi, Ballardini, Belcastro, Merini. All. Sottili
  • SPEZIA (4-4-2): Russo, Rivalta, Ferrini, Papini, Murolo, Lucioni, Madonna, Bianco, Evacuo, Iunco, Casoli. A disposizione. Conti, Enow, Buzzegoli, Lollo. Testini, Ferretti, Mastronunzio.

All. Serena.

  • Marcatori: 37′ pt Bianco (S), 19′ st Gaeta (rig. (C), 43′ st Corrent ri. (C).

Vittoria della Carrarese nel derby della Lunigiana contro lo Spezia. Dopo 7 punti in 7 giorni che avevano risollevato il morale dello Spezia, la squadra ligure viene sconfitta contro la Carrarese, a causa di due penalty.

Grande Trapani, corsaro a Barletta

BARLETTA – TRAPANI 0-2

  • BARLETTA: Pane, Masiero, Angeletti, Guerri, Mengoni, Pisani, Mazzarani, Zappacosta, Di Gennaro, Schettern, Mazzeo. In panchina: Sicignano, Cerone, Di Cecco, Hanine, Infantino, Menicozzo, Migliaccio. All. Cari.
    TRAPANI: Castelli, Caccetta, Lo Bue, Pirrone, Filippi, Giusto Priola, Barraco, Domicolo, Abate, Madonia, Tedesco. In panchina: Dolenti, Colletto, Riccardo Priola, Cianni, Provenzano, Gambino, Mastrolilli. All Boscaglia.
    ARBITRO: Daniele Bindoni di Venezia; Assistenti: Domenico Buondonno di Torre Annunziata e Francesco Lunardon di Busto Arsizio
  • Marcatori: 16′ st Gambino, 4′ st Mastrolilli

Grande prestazione e grande vittoria del Trapani in casa del Barletta. Roberto Boscaglia anche oggi non ha modificato il suo credo calcistico schierando una squadra portata ad offendere con Barraco e Tedesco a supporto delle due punte Abate e Madonia.

Como corsaro a Viareggio

E. VIAREGGIO – COMO 1-2

  • Marcatori: Filippini su rig. 11′ pt (C), Som al 26′ pt (C); Scardina al 36′ st (EV).

    VIAREGGIO: Ranieri, Lamorte, Fiale, Brighenti, Carnesalini, Maltese, Pizza, Licata (dal 1′ st Taormina), Elia (dal 1′ st Scardina), Cesarini, Cristiani. A disposizione: Merlano, Monopoli, Grieco, Lepri, Tarantino. All. Maurizi.

    COMO: Giambruno; Ghidotti, Urbano, Diniz, Som; Salvi, Ardito (dal 45′ st Vicente); Toledo (dal 22′ st Ambrosini), Lewandowski, Filippini; Ripa (dal 32′ st Tavares). A disposizione: Conti, Lulli, Miello, Doumbia. All. Ramella.

    Arbitro: Bellotti di Verona.
    Note: Spettatori: 1000 circa. Espulsi: Lewandowski e Ramella al 20′ st. Ammoniti: Ranieri, Som, Carnesalini, Cesarini, Filippini, Ambrosini. Angoli: 7-3 per il Viareggio. Recuperi:1′ pt – 3′ st.

Vittoria esterna per il Como, che espugna il campo dell’Esperia Viareggio e si piazza al terzo posto in classifica, in attesa della partita del Carpi (posticipo domani sera alle 20.45 contro la Reggiana) e dietro le due corazzate Ternana e Taranto, ma soprattutto davanti al Sorrento, altra corazzata che però avanza a vele spiegate.

La Pro Vercelli vince sul campo della Tritium

TRITIUM – PRO VERCELLI 1-2

  • TRITIUM: Nodari, Teso, Riva, Malgrati, Suagher, Dionisi, E.Bortolotto, Daldosso, Spampatti, Corti (35′ pt Chimenti e 27′ st Floriano), R.Bortolotto (12′ st Sinato). All. Boldini.
  • PRO VERCELLI: : Valentini, Cancellotti, Armenise, Ranellucci, Rosso, Masi, Murante, Disabato (33′ st Nocciola), Iemmello (43′ st Malatesta), Fabiano, Tripoli (9′ st Santoni). All: Braghin.
  • ARBITRO: Abisso di Palermo.
  • RETI: 29′ pt autogol Dionisi, 47′ st Santoni, 48′ st E.Bortolotto.
  • NOTE: osservato un minuto di raccoglimento in memoria del pilota Marco Simoncelli. Ammoniti: Malgrati, Iemmello, Tripoli, Santoni e Ranellucci. Corner: 7-2 per la Pro Vercelli. Spettatori: 500 con buona rappresentanza vercellese. Recupero: 2’+ 4’.

Grandissima vittoria della Pro Vercelli, che sbanca Trezzo d’Adda e si porta a ridosso delle zone alte della classifica. Ottima prestazione per la squadra di Braghin, e ormai, alla nona giornata, parlare ancora di sorpresa del campionato pare piuttosto riduttivo.

Chiaretti-Rantier, il Taranto torna alla vittoria

TARANTO – MONZA 2-1

  • MARCATORI p.t. 1′ Cusaro, 34′ Chiaretti; s.t. 44′ Rantier.
    TARANTO (3-4-3) Bremec; Sosa, Di Bari (10′ s.t. Colombini), Prosperi; Garufo, Giorgino, Sciaudone, Rizzi (1′ s.t. Antonazzo); Chiaretti, Guazzo (27′ s.t. Girardi), Rantier. A disp. Faraon, Cutrupi, Di Deo, Russo. All. Dionigi.
    MONZA (5-4-1) Castelli; Uggè, Cattaneo, Cusaro, Fiuzzi, Campinoti; Nappello (18′ s.t. Torregrossa), Palumbo (41′ s.t. Valagussa), Romano, Da Matta (31′ s.t. Velardi); Colacone. A disp. Marcandalli, Anghileri, Ferrario, Chemali. All. Motta.
    ARBITRO Ripa di Nocera Inferiore.
    NOTE paganti 3.467, abbonati 949, incasso di 42.369,44 euro. Ammoniti: Nappello, Fiuzzi, Cusaro, Chiaretti. Angoli 9-3.

Finalmento allo stadio “Iacovone” il pubblico ha potuto gioire per il ritorno alla vittoria del Taranto. La squadra di Dionigi, dopo aver raccolto un solo punto nelle ultime due gare, torna a conquistare l’intera posta in palio contro un Monza reduce da cinque pareggi consecutivi e dunque squadre non facile da affrontare.

Fa tutto Venitucci: il Foggia passa a Foligno

FOLIGNO – FOGGIA 0-1

  • Marcatore: 19′ st Venitucci
  • FOLIGNO: (4-3-1-2): Zandrini, Tuia, Cotroneo, Merli Sala, Petti; Menchinella, Coresi (Cap.), Papa; Tattini; Guidone, Testa.
    Allenatore: Magrini
    A disposizione: Mazzoni, Messina, Romano, Castellazzi, Cardarelli, Brunori Sandri, Cavagna
    FOGGIA (3-4-3): Ginestra; Traore, Tomi (cap.)Wagner,D’Orsi, Lanzoni, Molina, Meduri, Tiboni, Venitucci, Agodirin.
    Allenatore: Stringara
    a disposizione: Botticella, Frigerio, Cardin, Perpetuini, Bianchi, Cruz, Defrel.
    Arbitro: Claudio BIETOLINI (Firenze), assistenti: Claudio PALAZZONI (Lucca), Stefano LIBERTI (Pisa).
    Note: terreno in buone condizioni, temperatura 14°C.

Non basta l’arrivo in panchina di mister Magrini per rianimare un Foligno in grado di conquistare soltanto un punto (pareggio casalingo contro il Benevento), nelle prime 9 giornate di campionato, servito soltanto per eliminare il punto di penalizzazione. Funziona invece in maniera immediata la cura Stringara al Foggia. I satanelli si impongno per 1-0 con merito, avendo anche fallito un calcio di rigore.

La capolista Ternana viola Avellino e vola

AVELLINO – TERNANA 1-3

  • Avellino: (4-4-2) : Fumagalli; Zammuto (1’s.t Correa), Porcaro, Cardinale, Stigliano; Zappacosta (21′ Ricci), Malaccari, D’Angelo, Millesi; Lasagna (16’s.t. De Angelis), Thiam . A disp: Fortunato, Labriola, Falzerano, Zigoni.
    Allenatore : Giovanni Bucaro.
  • Ternana: (3-4-3): Ambrosi; Fazio, Pisacane, Ferraro; Dianda, Miglietta, Carcuro, Gotti; Nolè, Litteri (21’s.t. Docente), Sinigaglia (10’s.t. Cejas). A disp : Virgili , Camillini , Cejas, Fusciello Lacheheb.
    Allenatore : Domenico Toscano.
  • Marcatori: 5’p.t Fazio (T), 25’p.t. Millesi (A), 36′ Sinigaglia (T), 6’s.t. Nolè (T).
  • Arbitro: Davide Penno di Nichelino (Di Salvo, De Troia).

Le bocche di fuoco della Ternana, da Sinigaglia a Nolè, non lasciano scampo all’Avellino. Terza vittoria consecutiva per la squadra di Toscano, che dopo aver sbancato Taranto e dopo la vittoria casalinga contro il Pisa, si impone per 3-1 anche ad Avellino.

Spal messa in Croce, Sorrento sul velluto

SPAL – SORRENTO 0-1

  • MARCATORE: 16′ st Croce
  • SPAL (4-2-3-1): Teodorani; Ghiringhelli (21′ st Cosner), Zamboni, Pambianchi, G. Rossi; Agnelli, Castiglia; Melara, Laurenti (33′ st Marconi), P. Rossi (6′ st A. Vecchi); Arma.
    A disp: Capecchi, Canzian, Migliorini, Bedin. All. S. Vecchi.
  • SORRENTO (4-2-3-1): Rossi; Vanin, Terra, Di Nunzio, Bonomi; Camillucci, Armellino (42′ st Tognozzi); Bondi (37′ st Basso), Ginestra (29′ st Carlini), Croce; Scappini.
    A disp: Chiodini, Nocentini, Sabato, Galabinov. All. Sarri.
  • ARBITRO: Saia di Palermo. Guardalinee: Fassina e Toniato.
  • NOTE: Osservato un minuto di silenzio prima dell’inizio della partita per commemorare Marco Simoncelli, pilota di Moto GP deceduto in Malesia a seguito di un incidente nel corso della gara odierna.
    Ammoniti: Castiglia (Sp), Carlini (So), Croce (So). Espulsi: Zamboni (Sp). Recuperi: 1′ pt. 4′ st.

Lo avevamo intervistato alla vigilia del match con la Spal. Lui, Davide Croce, sempre simpatico e disponibile, aveva raccontato le difficoltà insite nella trasferta di Ferrara. Forse, però, nemmeno lui si aspettava di tornare da quella trasferta con una vittoria, per altro propiziata da un suo, pesantissimo, gol, al 14′ della ripresa.